Home > Attualità > Comunicati Stampa > Da Rifondazione l’analisi della situazione politica anastasiana

Da Rifondazione l’analisi della situazione politica anastasiana

sabato 19 maggio 2012, di Comunicato Stampa


La situazione politico-amministrativa venutasi a creare nel nostro Comune lascia pochi spazi a manovre di largo e lungo respiro nell’interesse della comunità anastasiana. La diaspora dell’ex maggioranza di centro destra ha segnato la fine dell’amministrazione di Carmine Esposito. E’ chiara la volontà di rimanere “bullonati” alla poltrona con il solo fine di gestire il potere disinteressandosi della cosa pubblica. L’appoggio del Consigliere Capuano, a nostro avviso, è contrario ad ogni logica di una sana politica svolta alla luce del sole senza accordi sotto banco, dove avversari dichiarati nella campagna elettorale del 2010 oggi si ritrovano uniti da una logica di pura spartizione, con l’aggravante che il Sindaco Carmine Esposito sarà alla mercé del Consigliere Carmine Capuano.
Né condividiamo la volontà del Partito Democratico di creare maggioranze a “geometria variabile” con le quali riproduce il quadro politico nazionale in sede locale, fallimentare e contrario ad ogni senso di equità affiancando pubblicamente al proprio simbolo quello del PDL . Dimenticando, come lo smemorato di Collegno, la sequela di ingiurie ed invettive scagliate contro il centro-sinistra nella campagna elettorale del 2010 e la mancanza di una visione comune sui valori della solidarietà ed equità. Principi espunti dall’agenda dell’ex governo Berlusconi di cui sono degni figli il PDL Anastasiano. Siamo per la chiarezza di obbiettivi e programmi realizzati fra forze culturalmente e politicamente omogenee. Siamo assolutamente contrari, ed all’opposizione, di cartelli elettorali con finalità, come quello nato in Consiglio Comunale, di pura spartizione di potere. La vita politica nazionale e locale deve rivivere una stagione di alleanze chiare, prive di equivoci, con la volontà di arginare la deriva sfascista del governo Berlusconi e della sua controfigura: lo stuntman Mario Monti.
Rifondazione Comunista ha chiari i suoi obbiettivi : rinnovare la società italiana, locale e nazionale, affermando i valori dell’equità, della solidarietà e della giustizia sociale e combattendo strenuamente l’evasione fiscale e la delinquenza organizzata. Chi accetterà questi obbiettivi potrà fare il cammino politico insieme a noi. Diversamente, non abbiamo alcuna paura di continuare, in solitario, la nostra lotta per una società più giusta.
Il Segretario e le compagne/i tutte/i.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.