Home > Politica > Il consiglio comunale boccia il sito di stoccaggio, lunedì riaprono le (...)

Il consiglio comunale boccia il sito di stoccaggio, lunedì riaprono le scuole

domenica 20 gennaio 2008


SANT’ANASTASIA - Il sindaco riapre le scuole, il consiglio comunale boccia il reperimento del sito di stoccaggio, il centro polifunzionale “G.Liguori” viene individuato come probabile sede di scuola media, a partire da settembre prossimo per i ragazzi di Ponte di Ferro, e le attività del Centro sono da allocare in altri luoghi. E’ questa la sintesi di una giornata di intenso lavoro e dialogo politico che ha avuto punte alte di confronto, ma ha confermato la via tracciata dal sindaco Carmine Pone: puntare sulla differenziata, attenzione alle richieste delle mamme degli alunni del Ponte di Ferro, che non vogliono perdere l’opportunità di un istituto comprensivo in attesa della nuova scuola e garanzie per il sociale, il disagio e l’handicap cercando locali anche più idonei del centro Liguori. Ai tanti cittadini presenti in consiglio che chiedevano informazioni sulle scuole è stato confermato che riapriranno lunedì prossimo.
“L’emergenza è ancora “drammatica” per l’accumularsi giorno dopo giorno di circa 43 tonnellate di rifiuti, che vanno ad aggiungersi alle 1200 tonnellate giacenti in piazze e marciapiedi. In attesa delle disposizioni del Commissario di Governo su come e quando liberare il paese dall’arretrato, puntiamo tutto sulla differenziata. Sono convinto – dice Pone – che usciremo dalla crisi in tempi non brevi e che è importantissimo fare seriamente la differenziazione dei rifiuti e ritirare l’umido con un sistema più valido di quello attuale. Intendo investire nella differenziata con un progetto ad hoc per la città, puntando a ritirare “porta a porta” la frazione dell’umido”. Saranno euro spesi meglio, per questo non investo nel sito di stoccaggio”.
Il consiglio comunale straordinario sull’emergenza rifiuti richiesto da sette consiglieri e convocato per ieri ha, infatti, detto no a siti di conferenza o di stoccaggio sul territorio anastasiano: 10 voti favorevoli e 10 contrari. Un “pareggio” che non ha fatto passare la proposta appoggiata dal centro-sinistra ed ha dato ragione all’amministrazione Pone, contraria a investire denaro pubblico in un sito di stoccaggio.
“Liberate le scuole, oggi possiamo andare avanti nel nostro progetto di svuotare i contenitori di umido, vetro, plastica e carta, che sono ancora bloccati dai cumuli di rifiuti – afferma l’assessore all’ambiente, Pasquale Coppola – e allocarli in luoghi accessibili per permettere ai cittadini virtuosi di continuare la differenziata, che resta una via valida, da incentivare con progetti di largo respiro e di obiettivi possibili e raggiungibili in una realtà abitativa e territoriale come la nostra”.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.