Home > Politica > Somma Vesuviana, movimenti in uscita nel Pdl. Questa volta potrebbe (...)

Somma Vesuviana, movimenti in uscita nel Pdl. Questa volta potrebbe lasciare i berluscones un consigliere comunale

venerdì 1 giugno 2012


Somma Vesuviana. Continuerebbe l’emorragia di consiglieri comunali nel Popolo delle Libertà. Secondo indiscrezioni infatti Costantino Beneduce starebbe per lasciare i berluscones locali per raggiungere il suo collega di maggioranza Mauro Polliere nella formazione politica di Noi Sud. I rumors di queste ultime ore però davano anche Giuseppe Sommese (Pdl) pronto a passare tra le braccia del partito di Antonio Milo ed Enzo Scotti. L’ipotesi però è stata smentita dallo stesso Sommese: “E’ vero, circolano queste voci, ma sono solo speculazioni. Io resto nel Popolo della Libertà così come da mandato dei cittadini”. La eventuale fuoriuscita di Beneduce però farebbe parecchio rumore negli ambienti del centrodestra sommese. Il consigliere infatti è stato l’unico, insieme a Riziero Esposito, a non fare quadrato intorno al sindaco Raffaele Allocca nel fronte aperto con il commissario cittadino Paola Raia. Quest’ultima, che rappresenta il città il commissario regionale Nitto Palma, ha trovato di fronte a sé un muro eretto proprio dal primo cittadino scottato per la sua trombatura, a poche ore dalla celebrazione del congresso provinciale, dalla direzione del comitato verticistico pidiellino partenopeo. “Io mi auguro che Costantino Beneduce non lasci il partito, ne sarei dispiaciuta” ha affermato la Raia nel commentare le voci che in questi si stanno rincorrendo sulla posizione del consigliere comunale. “Al momento comunque questa eventualità non mi risulta e dunque resto fiduciosa della permanenza del consigliere nella nostra formazione politica”. Paola Raia è intervenuta anche sulla vicenda della nuova sede del Pdl, vero e proprio casus belli in casa pidiellina. “La prossima settimana ci accingeremo ad inaugurare la nuova sede di via Aldo Moro nella quale riprenderemo le attività del partito nell’ottica di una crescita dello stesso”. La crescita che però sarebbe al momento a due marce e a comparti stagni. Da un lato la Raia ,che sembrerebbe aver subito lo smacco del boicottaggio senza colpo ferire, dovrebbe riprendere un rapporto con i simpatizzanti berlusconiani letteralmente scomparsi dal territorio. Dall’altro il primo cittadino Allocca impegnato in queste settimane a far quadrare i conti, economici e politici, del prossimo Bilancio che da qui a breve sarà portato nell’aula consiliare di Palazzo Torino. E proprio sul Bilancio è arrivata la stilettata della Raia che, tempo fa, aveva richiesto al sindaco Allocca di renderlo condivisibile all’interno del Popolo della Libertà: “Siamo sempre in attesa che il sindaco risponda per una proficua proposta di collaborazione”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.