Home > Cronaca > Il blog dell’Ulisse. C’è bisogno dei partiti politici per conteggiare l’Imu a (...)

Il blog dell’Ulisse. C’è bisogno dei partiti politici per conteggiare l’Imu a Somma Vesuviana?

lunedì 4 giugno 2012


Somma Vesuviana. Che i partiti ed i movimenti politici sommesi siano alla canna del gas lo capirebbe anche una qualsiasi Cappuccetto Rosso. Quello che non si comprende è l’uscita della Federazione (Progetto Somma, Psdi, Mezzogiorno e Libertà e Repubblicani) sull’Imu. In sintesi, Antonio Parisi e Cesare Di Palma, metteranno a disposizione della cittadinanza le loro competenze tecniche per spiegare i rivoli ed i costi dell’Imu per le famiglie sommesi. Il tutto sotto i simboli e l’egida dei loro movimenti politici di appartenenza. Fin qui iniziativa lodevole (anche perché la consulenza è assolutamente gratuita), ma qualche riflessione non richiesta, onestamente, mi sento di farla. Tralasciando la questione dei manifesti sgrammaticati (dalla Federazione fanno sapere che il problema sarebbe della tipografia), oramai una consuetudine nella nostra comunità, ciò che lascia perplessi in questa storia è l’atteggiamento di chi ha pensato e messo in campo l’iniziativa. Possibile mai che in un comune come quello di Somma Vesuviana, che viaggia verso i 40mila abitanti, la sua complessa macchina amministrativa non sia capace di affiancare i cittadini nella loro vita quotidiana? La Geset, che noi paghiamo profumatamente per riscuotere le nostre tasse ed i nostri tributi, non è in grado di attrezzare uno sportello ad hoc? E la stessa amministrazione Allocca deve affidarsi a dei singoli soggetti politici per spiegare ai propri cittadini (a tutti, anche a quelli che non l’hanno votata o che non la voteranno) quanto gli costerà l’Imu introdotta dal governo Monti? Una volta esistevano i tecnici “d’area” che supportavano i militanti dei partiti a districarsi nella selva della burocrazia italiana. Oggi invece il nichilismo ideologico, la disaffezione per la politica, ed il magma dell’anti-politica, stanno letteralmente trasformando le nostre comunità in agglomerati nei quali non esistono più dei ruoli predefiniti. E questo vale sia per i rappresentati delle Istituzioni che per gli stessi partiti o movimenti politici. Il dibattito è aperto, con la speranza che anche questa volta non cali il silenzio in una comunità politica nella quale già si parla di prossime elezioni amministrative, di liste civiche e candidati sindaco, ma non dei problemi reali (con annesso possibili soluzioni), dei cittadini.

P.S. Sull’Imu va dato atto, in senso positivo, all’amministrazione Allocca di aver mantenuto ai minimi l’aliquota prevista dal governo Monti. Essa sarà dello 0,4 per cento sulla prima casa e dello 0,76 per cento sulla seconda. Ora, ci si augura che: scenda la Tarsu, partano dei seri incentivi a sversare i rifiuti all’isola ecologica e venga rimodulato l’aggio alla Geset con una tendenza a far scendere quella relativa all’accertato e a far salire, come premio o incentivazione, quella riguardante il sommerso.

Messaggi

  • Aggio: succede anche ai migliori un errore di battitura o è stato voluto il termine agio? Per il resto articolo, come al solito, impeccabile.

  • salve... in primis la definirei IMP e non IMU; un giornalista ferrato come LEI dovrebbe sapere che la vera denominazione della nuova imposta e’ IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA.

    Per quanto concerne le aliquote, se non erro il Comune di Somma Vesuviana non ha stabilito aliquote degne di "lode" in quanto a livello nazionale sono state confermate quelle del 0,40% e 0,76% rimandando, per cosi’ dire, la decisione ai Comuni di riformularele stesse entro il termine ultimo del 30.09.2012.

    Per quanto concerne l’attività esercitata da un eventuale concessionario, bisognerebbe entrare nel merito laddove (nel nostro caso) se non erro la società preposta è un concessionario per la riscossione, l’accertamento e la liquidazione dei tributi locali. Ogni informazione - lo scrivente si è recato allo sportello - relativa al calcolo e alla procedura di compilazione del modello F24 è stata data in maniera esaustiva ed esauriente.

    Distinti saluti...A’ nenna

    • Gentile Lettrice, comprendo abbastanza chiaramente i motivi per i quali, ogniqualvolta si parli di Geset, si scatenino delle polemiche. Come ho già avuto modo di spiegare a qualche il nodo della vicenda non è la Geset. Detto ciò rispondo alle sue perplessità. Innanzitutto nel linguaggio giornalistico, quello creato apposta per rendere tutti partecipi delle notizie, il termine usato è Imu (Imposta municipale propria, nata come imposta municipale unica). La questione dell’aliquota è invece semplice. I comuni, entro il 30 settembre, dovranno formulare le aliquote. Al momento, in una dichiarazione pubblica dell’assessore al Bilancio Ciro Cimmino, è emerso che essa sarà la minima stabilita dal governo Monti. A tal proposito le cito il Sole 24 ore: “L’Imu sugli immobili produttivi sarà più vicina al massimo che al minimo. Tra i capoluoghi italiani che hanno già deliberato l’ammontare dell’imposta municipale unica per il 2012, più della metà (16 su 28) hanno fissato l’aliquota di base al di sopra dello 0,76 per cento. È questo, infatti, il livello di base sui fabbricati diversi dall’abitazione principale, sul quale ogni amministrazione locale può deliberare un margine di variazione dello 0,3% in più o in meno. E, comunque, ci sarà tempo fino al 30 settembre per modificarle”. Ancora: “Così Savona, Rovigo, Pesaro, Caserta hanno fissato l’aliquota all’1,06%, il massimo consentito dalla normativa. Altri si sono attestati nel mezzo, con uno scarto di pochi decimali: Salerno, ad esempio, prevede attualmente un’aliquota dello 0,9%; Trieste dello 0,97%; Reggio Emilia dello 0,96 per cento” (http://www.casa24.ilsole24ore.com/art/mondo-immobiliare/2012-05-28/laliquota-punta-tetto-massimo-104111.php?uuid=AbAQubjF&fromSearch a questo indirizzo trova l’articolo completo). Dunque l’amministrazione avrebbe potuto portarla al rialzo, ma al momento ha scelto l’aliquota minima. Quindi, è mia opinione personale, su questo versante le va fatta un plauso. Se i nostri amministratori invece decidessero di aumentarla andremmo a comprenderne i motivi. Sulle informazioni che la società Geset dà ai propri clienti non c’è nulla da dire. Immagini l’inverso, e cioè che la Geset non voglia formulare i calcoli ai cittadini o non voglia dar loro informazioni. In quel caso avremmo da riflettere.

      Le porgo i miei più cordiali saluti GDM.

    • che spiegazione efficiente ed efficace...oserei dire il migliore dei "copia/incolla"...
      vede anche LEI è stato bravo ad aggiungere ulteriori informazioni relative all’IMP (IMU)...
      che dice le scrivo il calcolo, questo certamente aiuterebbe non poco i cittadini...ci provi LEI...m’illumini d’immenso...egregio
      a’ nenna

    • Caro Gaetano,
      in merito alle aliquote stabilite dal Governo Monti e alle dichiarazioni dell’Assessore al Bilancio vi ricordo che i comuni hanno la facoltà di RIDURRE ANCHE L’ALIQUOTA SULL’ABITAZIONE PRINCIPALE DI UNO 0,2% quindi non penso che l’allineamento del comune di Somma alle indicazioni fornite dal Governo Monti siano degne di apprezzamento.
      Staremo a vedere il Consiglio Comunale e l’Assessore Ciro Cimmino prossimamente che decisioni prenderanno in merito alla luce anche dei famosi "AGI" della GESET!!

  • sono sconcertata in verità, dal fatto che in questo articolo non si polemizzi assolutamente sulla maniera bieca e subdola di farsi campagna elettorale anzi tempo, i dottori commercialisti che si sono "lodevolmente" offerti di calcolare gratuitamente l’IMU, potevano davvero, rispiarmiarsi di apporre al manifesto i 4 simboletti. E mi meraviglia non poco che si sottolinei l’eventuale mancanza del comune e della relativa società di riscossione e non la reale motivazione che ha spinto due consulenti a prestare il proprio servizio in maniera gratuita. Facciamogli un busto in piazza a stì due e portiamo ogni giorno (ai due busti) le nostra più infinita riconoscenza.

    In simpatia A.M.

  • RINGRAZIO IL CIELO CHE CI SIANO PERSONE COME GAETANO DI MATTEO... PER CALCOLARE UN IMPOSTA COME L’IMU BASTA ANDARE SU GOOGLE E RICERCARE: CALCOLA IMU... SI INSERISCONO I DATI CATASTALI E FA TUTTO IL PROGRAMMA (F24 INCLUSO)... I SIGNORI POLITICI SIA A LIVELLO LOCALE CHE A LIVELLO NAZIONALE SI STANNO ILLUDENDO CHE HANNO ANCORA A CHE FARE CON "STUPIDI ELETTORI"... NON HANNO CAPITO CHE LA RISPOSTA L’AVRANNO L’ANNO PROSSIMO QUANDO CI RECHEREMO NEL SEGGIO PER ESPRIMERE IL NOSTRO VOTO... ALLORA SI ACCORGERANNO CHE E’ TROPPO TARDI... GLI AMMINISTRATORI LOCALI E I POLITICI NAZIONALI PER SEGUIRE LE DIRETTIVE EUROPEE E DEL PROF. MONTI HANNO DECISO DI SALVARE L’ITALIA E DI UMILIARE, CALPESTARE E PURTROPPO ANCHE FAR SUICIDARE GLI ITALIANI... VERGONA !!! SALUTI
    AC
    P.S. CARISSIMO GAETANO CONTINUA COSI’

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.