Home > Appuntamenti > La “Talent Dance” di Sant’Anastasia tra Arte Circense e America

La “Talent Dance” di Sant’Anastasia tra Arte Circense e America

lunedì 2 luglio 2012, di Lisa Terranova


Con un po’ di polvere magica, incantesimi e sfumature romantiche sul palco del cine-teatro del Metropolitan di Sant’Anastasia si è esibita, nel saggio di fine anno, la scuola di ballo- arte- spettacolo “Talent Dance”, della maestra coreografa Emiliana Esposito, che oltre ad essere un’esperta di molte discipline come ad esempio la Zumba Fitness e il Musical, vanta di essere Campionessa Italiana di Balli Latini Americani. Gli allievi della “Talent Dance”, oltre a mettere in mostra le competenze acquisite durante l’anno accademico, hanno mostrato un vera e propria attitudine per la commedia musicale, attività centrale della scuola. Lo spettacolo, quindi, si è centrato proprio sul Musical, ed è stato organizzato in due atti: il primo intitolato “La Magia Del Circo” dove in una un’atmosfera onirica, gli allievi hanno trasmesso una messaggio molto significativo , quello della dissociazione anche solo per un ‘attimo, dal brutto momento che l’essere umano sta attraversando con il contesto sociale con cui sta convivendo, mediante la magia del circo. Questo può essere realizzato soltanto guardando il mondo con degli occhi diversi, degli occhi speciali come quelli candidi e limpidi dei bambini. Il secondo atto invece ha avuto come sfondo la mitica America degli anni ’20 con il “Musical Chicago” celebre commedia musicale del 1975, riadattato dalla maestra Emiliana Esposito. La storia è centrata su Velma, una ballerina da night club, finita in prigione per estinguere la pena dell’assassinio di sua sorella e di suo marito, dopo averli scoperti amanti. In prigione incontra un’altra detenuta Roxie, la quale anche lei deve scontare la pena per l’omicidio di Fred suo amante. Roxie assume Billy Flinn, come suo avvocato difensore, il quale con l’aiuto della giornalista Mary Sunshine, manipolano la stampa trasformando Roxie in una star. Da qui l’idea diabolica dell’avvocato di mettere in scena uno spettacolo che abbia come protagoniste le due assassine Velma e Roxie. Anche in questo atto la bravura del cast è indiscussa. Tra l’acclamazione del pubblico e omaggi floreali, la regista delle creative coreografie, la maestra Emiliana Esposito è stata ossequiata con dolcissimi ringraziamenti, come dediche e disegni donati dalle sue allieve più piccole. Per il montaggio dello spettacolo, Emiliana Esposito si è avvalsa della collaborazione dell’assistente ballerina Marika Maiorino, della sarta Anna Borrelli che ha realizzato dei costumi eccellenti, il service audio di Enzo Sorrentino che ha reso impeccabile l’amplificazione delle musiche (protagoniste indiscusse) e il tecnico luci Francesco De Rosa che con i suoi effetti ha reso il saggio ancor più affascinante.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.