Home > Attualità > Comunicati Stampa > San Giuseppe Vesuviano. Controlli sull’abusivismo: denunce e sequestri in (...)

San Giuseppe Vesuviano. Controlli sull’abusivismo: denunce e sequestri in città

martedì 10 luglio 2012, di Comunicato Stampa


Nell’ ambito dell’attività di controllo, disposta dalla Commissione Straordinaria del Comune di San Giuseppe Vesuviano, finalizzata al contrasto dell’abusivismo edilizio e commerciale, della contraffazione, dello sversamento dei rifiuti e di ogni forma di illegalità a danno dei lavoratori, il personale del Comando di Polizia Municipale, del Commissariato P.S. di San Giuseppe Vesuviano e del Nucleo CC dell’Ispettorato del Lavoro e del Comando della Polizia Provinciale ha proceduto ad una serie d’interventi, che hanno interessato, in particolare, una fabbrica di confezioni gestita da cittadini di nazionalità cinese, una serigrafia, un caseificio, un bar ed un’azienda operante nel settore dell’autotrasporto, della rottamazione, del recupero di rifiuti non pericolosi e commercio di materiali ferrosi.
Numerose le inosservanze e le inadempienze riscontrate, a partire dall’individuazione di n.° 16 lavoratori privi di copertura previdenziale ed assicurativa e, cioè, al nero.
Infatti, i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno disposto la sospensione delle attività di 4 aziende per l’utilizzo di manodopera al nero ed hanno accertato un’evasione contributiva ai danni dell’INPS e dell’INAIL per circa 100.000,00 ( centomila) euro.
Hanno, inoltre, denunciato all’A.G. il titolare di un’azienda per aver impiegato due lavoratori extracomunitari clandestini ed un lavoratore minore ed il titolare di una ditta per la mancanza di contratto per lo smaltimento dei rifiuti.
Per un’altra azienda, oltre alla sospensione dell’attività per l’utilizzo di personale al nero, sono state individuate varie aree, per un totale di circa 10.000 mq, utilizzate abusivamente per stoccaggio dei rifiuti e parcheggio di grossi autoveicoli; sono stati, inoltre, sequestrati uno scarrabile, un container e due furgoni contenenti ruote di camion in disuso, serbatoi, parti di carrozzeria di camion, batterie esauste e vari rifiuti ferrosi.
Nei prossimi giorni, i funzionari dell’ARPAC effettueranno la caratterizzazione dei rifiuti trattati.
Infine, sono stati individuati nella citata area opere edilizie eseguite senza autorizzazione e/o in difformità di permessi. I titolari sono stati segnalati all’A.G..
Nel campo più strettamente legato alle problematiche dell’abusivismo edilizio, il personale del Comando della P.M. ha individuato e sottoposto a sequestro, le seguenti strutture realizzate abusivamente:
- un capannone con struttura portante in ferro di circa mq. 250;
- la sopraelevazione sul citato capannone di un primo piano di circa mq. 100;
- una piscina di circa 60 mq., con annessa doccia e vano spogliatoio ed ulteriore manufatto, di circa 40 mq.
I proprietari e committenti sono stati segnalati all’A.G

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.