Home > Attualità > Comunicati Stampa > Sesta edizione del "Premio Gallo d’Oro" in memoria del venerabile don Carlo (...)

SOLIDARIETA’ E CONTRASTO ALLE MAFIE

Sesta edizione del "Premio Gallo d’Oro" in memoria del venerabile don Carlo Carafa

Per la sezione reportage sul tema della povertà ed emarginazione la commissione scientifica ha premiato la giornalista Gabriella Bellini, direttore de "La Provincia on line", il poeta siciliano Santo Consoli e la scrittrice Marylon Lana Gramma autrice del libro favole in fiore la cui poesia il MONDO DELLA FANTASIA, tradotta in inglese, è diventata la colonna sonora di un promo della Disney.

mercoledì 25 luglio 2012, di Comunicato Stampa


La manifestazione, ideata dalla giornalista Anita Capasso, con
il patrocinio dell’assessorato allo sport e spettacolo nella persona
di Felice Porcaro, è stata dedicata ai giudici Giovanni Falcone e
Paolo Borsellino, a vent’anni dalle stragi di Capaci e di via
D’Amelio.

Massiccio il consenso popolare: la kermesse ha raggiunto
nella 3 giorni un boom di presenze con migliaia di persone scese in
piazza per reclamare il proprio diritto a vivere in una società
legale e rispettosa delle regole.

Il premio Gallo d’Oro per la
legalità e per il coraggio di abbattere il muro dell’omertà è stato
conferito al prete anticamorra don Aniello Manganiello. Esistono due
chiese -ha detto don Aniello- una che ha perso il senso autentico del
cristianesimo e che è troppo legata alla politica e un’altra che fa
più fatica a sopravvivere e che ha scelto la strada della denuncia.

La
verità è che la chiesa dovrebbe seguire gli esempi di don Peppino
Diana e di don Puglisi e non perdersi dietro al mantenimento degli
equilibri tra Stato e chiesa".

Applauditissimo l’intervento dal
pubblico che si identifica con don Aniello, prete coraggioso di
Camposano costretto a prendersi un anno sabbatico proprio per aver
urlato a gran voce le sue verità . Don Aniello, che ha operato nel
rione Scampia fino a quando con immenso stupore non è stato
trasferito, è uno dei pochi sacerdoti non allineati al sistema che
ha scritto anche un libro "Gesù è più forte della camorra", edito
dalla Rizzoli i cui proventi andranno al centro Don Guanella.

"Un
grande prete che non ammette i compromessi -ha detto Anita Capasso-
ribadendo con forza le difficoltà di chi opera per la giustizia e che
inevitabilmente si trova solo nelle proprie battaglie".

A
Mariglianella, però, don Aniello non è stato solo: erano in migliaia
al suo fianco. Premiato per il suo coraggio anche il giornalista Rai,
Ettore De Lorenzo:"Il patrimonio più bello di una persona sono i
valori perciò custoditeli gelosamente e rispettateli
quotidianamente".

Su un palco allestito con eleganza e gusto e su
cui spiccava uno striscione con i volti dei giudici Borsellino e
Falcone è trionfata la satira politica. Premiato anche l’attore de La
squadra Vincenzo Soriano per il grande spessore umano. Da apprezzare
la presenza del presidente del consiglio Rocco Ruggiero e dello stesso
assessore Felice Porcaro oltre che del consigliere Francesco Sansone.

Riconoscimenti anche al giovanissimo rapper Ivan Granatino e al
comico Lino Barbieri per lo spettacolo teatrale sulle morti bianche
sui luoghi di lavoro. E ancora premi a Gianni Simioli, Maria Silvia
Malvone, Salvatore Calise che nei propri programmi radiofonici non
disdegnano la denuncia sociale dando voce alle emergenze di Napoli e
Provincia. Premiati anche Marco Zurzolo, l’attice Rosa Miranda, il
cabarettista Marco Lanzuise e Lino Barbieri .

Il festival musica
attiva per la legalità, art director Myky Petillo, è stato invece
vinto da Rosa Chiodo. Spazio anche allo sport con la premiazione del
mitico ex calciatore del Napoli, Sandro Abbondanza e di Gennaro
Montuori, detto Palummella, storico capo ultras recentemente nominato
anche cavaliere di Malta per il tifo azzurro.

Premiata anche la
mariglianese calcio, esempio di stile e di eleganza.

A ritirare il
premio è stato il presidente Antonio Abete con Pasquale Vivolo.
Menzioni d’onore anche ai comandanti regionali e provinciali del corpo
di guardia forestale, Vincenzo Stabile e Sergio Costa con l’intervento
istituzionale del sindaco Felice Di Maiolo.

Per la sezione reportage
sul tema della povertà ed emarginazione la commissione scientifica ha
premiato la giornalista Gabriella Bellini, direttore de "La Provincia
on line", il poeta siciliano Santo Consoli e la scrittrice Marylon
Lana Gramma autrice del libro favole in fiore la cui poesia il MONDO
DELLA FANTASIA, tradotta in inglese, è diventata la colonna sonora di
un promo della Disney.

Per le scuole sono stati premiati il liceo
scientifico di Marigliano Cristoforo Colombo con un commovente
documentario, regia della prof. Maria Luisa Sodano, sui giudici
Falcone e Borsellino e l’istituto comprensivo Carducci di
Mariglianella per il progetto realizzato nell’ambito
dell’iniziativa ministeriale Leg(ali) al sud che ha coinvolto i ragazzi più a rischio.

Premiato anche Ciro Corona di Resistenza anticamorra e Gianni
Maddaloni, allenatore dell’oro olimpico per ben 12 volte: Pino
Maddaloni. A ritirare il premio è stata la stessa preside Gianna
Zarra con una delegazione di ragazzi. Per dare lustro anche alle
realtà sportive locali sono state premiate la scuola calcio di
Mariglianella e il Mariglianella Volley, reduci dei recenti successi
ottenuti classificandosi primi nel girone provinciale.

Intere ssante
anche il percorso artistico realizzato dal professore Francesco
Giraldi con Maria Rosaria Nappo, Gaglione e D’Amodio oltre a quello
realizzato dal maestro Vincenzo Persico, Marco Fratiello.

Salvatore
Nardulli e Giovanni Cardiero Eleganti anche i momenti dedicati alla
moda con gli splendidi abiti dell’atelier Mignone e le acconciature
di Dote, Domenico Di Paola e Teresa Gusto, che ha curato anche il look
delle presentatrici Marianna Civita, Patty De Blasio e della stessa
Anita Capasso.

Riconoscimenti anche agli sponsor tra cui società
Ambiente srl, Old Station, bar Sport Aliperti, Fabiano energia,
mister Ckichen, panificio Monda, impianti elettrici Tramontano e alla
giuria.

Complimenti vanno soprattutto a Mario Capasso e a Carmen
D’Auria per il grande lavoro organizzativo e il coordinamento tecnico
eseguito con gusto ed eleganza oltre che con enormi sacrifici.
A
realizzare i documentari è stato il professore Rescio, Giovanni
Villano con le riprese video del professore Luigi Monda. E’ stato un
vero lavoro di squadra eseguito da un gruppo di amici che amano il
territorio.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.