Home > Attualità > Parcheggio multipiano a Somma, un’attesa infinita

Parcheggio multipiano a Somma, un’attesa infinita

mercoledì 25 luglio 2012, di Gabriella Bellini


Un cantiere infinito dove problemi burocratici, economici e di natura statica finora l’hanno ostacolato: è quello del parcheggio multipiano di via Dietro Le Torri nel quartiere Casamale a Somma Vesuviana. Manca poco più di un mese e saranno tre gli anni di ritardo sulla consegna prevista della struttura (dal costo di oltre un milione e seicento mila euro). Sarebbe dovuta essere pronta il 1 settembre del 2010, basta un semplice sopralluogo al cantiere per rendersi conto che la reale consegna è ben lontana. Nonostante, infatti, siano passate tre estati da quando il lavoro è stato affidato (il 15 settembre del 2009) alla ditta di Somma Co.Ge.Fid. srl il cantiere è immobile e incompleto. Da allora, infatti, problemi burocratici e anche di progettazione hanno fermato gli operai. L’estate scorsa, dopo vari stop i lavori erano ripresi creando non pochi disagi ai residenti del centro storico, in particolare per i sobbalzi che le abitazioni subivano nel corso della lavorazione e per i quali fu necessario un sopralluogo di verifica alla staticità sia dell’ufficio tecnico del Comune, che della polizia municipale che dei carabinieri. Allora tutto fu giudicato nella norma e le opere ripresero fino a tre mesi fa. Nel tempo sono stati opportunamente cambiati i nomi dei tecnici e le date di termine dei lavori sul cartello affisso all’entrata del cantiere, che ora porta come data di ultimazione l’aprile 2012, già abbondantemente scaduta. “Abbiamo dovuto provvedere ad una sospensione preventiva del cantiere per una variante del progetto”, spiega il dirigente dell’ufficio Lavori Pubblici del Comune, l’architetto Errico Eliani, “Inoltre, la Regione non ci trasferisce i fondi, di 400 mila euro che dovevano arrivare in queste ultime trance ce ne sono stati inviati soltanto 120mila, a questo punto o il Comune si fa carico dell’intera cifra o la ditta non è più in grado di portare avanti il lavoro”. A cosa si riferisce la variante? “In corso d’opera sono emerse delle lavorazioni che non erano state contemplate in fase di progettazione”, aggiunge Eliani, “ma che non modificano il quadro economico, anzi. Per quanto riguarda i tempi di consegna invece questi sono legati ai trasferimenti economici. Abbiamo più volte sollecitato la Regione, ma ci è stato risposto che anche a loro sono stati tagliati i fondi per questi progetti, quindi per ora non possiamo stabilire una data certa di ultimazione del cantiere”. Di circa un milione e seicentomila euro previsti per la realizzazione dell’infrastruttura, secondo i calcoli del municipio, sono stati assegnati alla ditta circa il 40%.
Il parcheggio dovrebbe sorgere nell’area sottostante la “Casa di riposo” per gli anziani, anche quella un’opera completata ma mai assegnata. Un progetto che risale al 2003, fu il centrosinistra a pensare di sfruttare con un parcheggio l’ampio giardino e il suolo sottostante, allora fu approvato il primo progetto. Nel 2007 poi l’esecutivo di centrodestra guidato da Ferdinando Allocca ha ripreso la pratica, a marzo 2008 si è svolta la gara e nel settembre 2009 sono cominciati i “travagliatissimi” lavori. Nella struttura sono previsti 150 posti auto e 50 stalli per le motociclette. Una soluzione che, nelle intenzioni dell’amministrazione comunale, servirà soprattutto ai residenti del centro storico, agli eventuali turisti interessati al borgo medievale e ampie aree verdi per armonizzarsi con il Parco nazionale del Vesuvio nei cui confini la struttura sorgerà.

DA METROPOLIS DEL 25 LUGLIO

FOTO TOMMASO REA

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.