Home > Attualità > Comunicati Stampa > Transazione e protocollo di Intesa tra Comune di Marigliano e Wind (...)

DELIBERA GIUNTA COMUNALE N.78 del 27.07.2012

Transazione e protocollo di Intesa tra Comune di Marigliano e Wind telecomunicazioni

Installazione di impianti di stazione di radio base. La D.G. n.78 del 27.07.2012 è stata oggetto, in data 01.08 2012, di richiesta di revoca da parte dei Consiglieri : Amato, Beneduce, Di Monda, Esposito, Nappi, Ricciardi e Sorrentino.

sabato 11 agosto 2012, di Comunicato Stampa


La delibera, di cui si chiede revoca, è stata adottata per sanare, con transazione e protocollo d’intesa, un contenzioso amministrativo burocratico (non ancora concluso con un giudizio di merito definitivo) che vede da anni contrapposti la WIND ed il Comune di Marigliano, che le ha negato l’autorizzazione per installazione di impianti di stazione di radio base .

L’obiettivo dichiarato dell’amministrazione, è quello di non incorrere in una condanna a risarcimento danni per la mancata concessione alla WIND di realizzare gli impianti richiesti.

Ma la scelta di proporre dei siti dichiarati di proprietà comunale (da verificare la veridicità di tale affermazione per tutti i siti indicati) mostra dei profili di superficialità operativa da parte dell’Amministrazione Comunale che preoccupano non poco il Partito Democratico.

Il procedimento giudiziario in corso, impone il rispetto per quanti stanno seguendo, con mandato professionale, il decorso processuale, pertanto il Partito Democratico allo stato non entra nel merito del contenzioso, limitandosi a seguire l’evolversi del processo in atto.

Tuttavia la Delibera di Giunta n.78, per quanto proposto in forma transattiva, manifesta un approccio dell’amministrazione alla questione della realizzazione delle stazioni radio di base richieste dalla WIND del tutto insoddisfacente; deficitaria nel valutare l’impatto negativo che gli impianti arrecano in siti ubicati in aree urbanizzate e prospicienti anche a strutture scolastiche.

L’amministrazione, nel governare un così delicato processo di programmazione infrastrutturale, deve prioritariamente dimostrarne e/o certificarne la reale pubblica utilità.

I livelli di rischio e di pericolosità, determinati dal carico inquinante di natura elettromagnetica sulla salute pubblica, impongono scelte tecniche, per gli impianti e per i siti su cui ubicarli, che siano uniformate all’assoluto ed inderogabile rispetto del Principio di Precauzione.

Il tutto però non deve alimentare una contrapposizione di legittimi interessi tra il diritto alla salute dei cittadini e il diritto riconosciuto all’impresa di chiedere di poter erogare un servizio di potenziale pubblica utilità alle migliori condizioni imprenditoriali possibili.

Pertanto il PD chiede all’amministrazione comunale l’immediata istituzione di un tavolo tecnico multidisciplinare che supporti la scelta definitiva, verificando e certificando in forma documentata e pubblica il rispetto di tutte le prescrizioni tecniche e di tutela di cui al :

REGOLAMENTO STAZIONI RADIO BASE
(Autorizzazione impianti di telefonia mobile e minimizzazione dell’esposizione ai campi elettromagnetici sul territorio comunale)
- Redatto ai sensi dell’art.8 L.36/2001 –
Approvato con delibera di C.C. 11 del 20.02.2006 e modificato con delibera di C.C. n.113 del 20.12.2007.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.