Home > Cultura > memorial e dibattito per "l’Angelo che imparò a volare" della (...)

DALLA FAMIGLIA MARTINISI E DAI PADRI BARNABITI

memorial e dibattito per "l’Angelo che imparò a volare" della Verlezza

Domenica 2 settembre dalle 16:30 avrà luogo il “3° Memorial Francesco Pio e Nonna Enza” in Piazza Giovanni XXIII a San Felice a Cancello (CE). Giovedì 6 settembre 2012, presso il cortile della struttura parrocchiale, in San Felice a Cancello, incontro/dibattito alla “Festa dell’Oratorio” dei padri Barnabiti.

martedì 28 agosto 2012, di Mauro Romano


L’evento organizzato dalla famiglia Martinisi è interamente dedicato ai bimbi ai quali verranno offerti, in modo assolutamente gratuito, una serie di leccornie a loro gradevoli, quali zucchero filato, pop corn, granite … giochi su giostre gonfiabili e tanto altro.

L’anno scorso, per l’occasione, è stato inaugurato un parco giochi pubblico chiamato "il sorriso di Frio".

A partire dalle ore 20:00, poi, vi sarà spazio anche per il divertimento degli adulti con un concerto della zia di Francesco Pio, Angela, l’ultima sorella della madre dello sfortunato ragazzo.

Non mancheranno esibizioni di majorette, scuole di ballo e, quest’anno, anche la presentazione del libro, “l’Angelo che imparò a volare” … fino ad arrivare a mezzanotte 3 settembre, giorno del compleanno di Francesco Pio. Quindi, un memorial che pone l’accento sulla nascita non sulla morte, come è giusto che sia con i bimbi.

Intanto fioccano gli encomi e le felicitazioni sia per la validità dell’opera che per il significato altamente solidale del contesto in cui spazia.

Infatti, il responsabile P. Giovanni M. Nitti barnabita, a nome della comunità dei Padri Barnabiti di San Felice a Cancello, - che da oltre un secolo svolge la sua attività educativa fra i giovani, attraverso l’opera dell’Oratorio San Giovanni Evangelista - , si è congratulato con l’autrice “per la qualità del suo impegno nel campo della formazione dei giovani del nostro territorio”.

“La ragione di questo nostro riconoscimento – precisa la missiva di padre Nitti - è particolarmente dovuta alla stupenda intuizione e realizzazione del libro L’Angelo che imparò a volare, attraverso il quale ha saputo contribuire all’opera pedagogica di sublimazione del dolore e delle esperienze più traumatiche, dandone un valore positivo di orientamento alla crescita dei nostri minori”.

Per intensificare quanto di positivo espresso, Anna Verlezza è stata invitata a partecipare, Giovedì 6 settembre 2012, presso il cortile della struttura parrocchiale, in San Felice a Cancello, alla “Festa dell’Oratorio”, una manifestazione che darà l’avvio alle quattro serate della festa patronale in onore di Maria SS.ma, Madre della Divina Provvidenza.

L’iniziativa promossa dalla comunità di San Felice a Cancello tende a voler far conoscere progetti encomiabili in questo campo e, soprattutto, ad incoraggiare l’impegno in questa opera preziosa, in un periodo in cui la Chiesa italiana pone davanti all’opera educativa come ad un’emergenza dei nostri tempi.

La serata si aprirà con un dibattito moderato dallo stesso P. Giovanni M. Nitti barnabita, che, di concerto con la Verlezza ed un’altra persona invitata, per mettere in risalto il senso dell’opera. Seguiranno delle manifestazioni ludiche e artistiche da parte dei giovani dell’oratorio sanfeliciano.

L’incontro si concluderà con la consegna di una targa, come espressione di riconoscimento dei Padri Bernabiti all’apprezzata autrice.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.