Home > Attualità > Comunicati Stampa > Maltempo, si allaga stazione della Circumvesuviana di Cercola

Ufficio Stampa Codici Campania

Maltempo, si allaga stazione della Circumvesuviana di Cercola

Treni fermi e disagi per i pendolari. La rabbia di Codici Campania: “L’ennesimo flop di una rete fatiscente”.La circolazione è ripresa regolarmente nella tarda mattinata.

venerdì 14 settembre 2012, di Comunicato Stampa


Ritardi e disagi per centinaia di persone, questa mattina, per via dei
treni della Circumvesuviana fermi a Pollena a causa dell’ allagamento
dei binari alla stazione di Cercola.

Il temporale che si è abbattuto sulla zona, tra le 8.30 e le 9.00, ha
bloccato la circolazione dei convogli sulla linea
Sarno-Ottaviano-Napoli. L’episodio è accaduto in concomitanza con
l’apertura della maggior parte delle scuole arrecando una serie di
disagi a docenti e studenti pendolari. A segnalare l’episodio è
l’associazione Codici Campania, il Centro per i Diritti del Cittadino
che da tempo segue le vicende del trasporto pubblico regionale.

“E’ una vergogna per il trasporto pubblico della provincia di Napoli
- dice il segretario regionale di Codici Campania Giuseppe Ambrosio –
l’azienda Circumvesuviana ha annunciato pochi giorni fa che le corse
sarebbero aumentate, fino a 26 in più al giorno. Un’iniziativa del
tutto inutile, se la rete dei binari è in pessime condizioni, priva di
manutenzione ordinaria e straordinaria: sono state sufficiente le
prime forti piogge autunnali, durate peraltro pochi minuti, a mandare
in panne un’intera tratta ferroviaria. Ancora una volta a farne le
spese sono stati pendolari che pagano biglietti e abbonamenti salati a
fronte di un pessimo servizio”.

La circolazione è ripresa regolarmente nella tarda mattinata

Ufficio Stampa Codici Campania

codici.campania@codici.org

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.