Home > Attualità > Comunicati Stampa > GEOITALIA, l’Italia alla scoperta delle Geoscienze

Federazione Italiana di Scienze della Terra, Onlus

GEOITALIA, l’Italia alla scoperta delle Geoscienze

L’attore Cesare Bocci testimonial de La Settimana del Pianeta Terra

sabato 22 settembre 2012, di Comunicato Stampa


Cesare Bocci eclettico attore, noto in particolare per aver interpretato Mimì Augello nella serie televisiva del commissario Montalbano è il testimonial d’eccezione de La Settimana del Pianeta Terra presentata in anteprima nazionale a Roma .

Oltre ad essere attore , volto noto all’opinione pubblica , Bocci è laureato in Scienze Geologiche all’Università di Camerino . Nei 133 eventi in programma in ben 83 città italiane , in tutte le regioni , in occasione del grande appuntamento organizzato dalla Federazione Italiana di Scienze della Terra ,in programma dal 14 al 21 Ottobre, sarà proiettato il video – messaggio, presentato in conferenza stampa, nel quale Bocci ha raccontato la sua passione per le geoscienze ( il video è disponibile su www.settimanaterra.org ) .

“Il nostro Pianeta è in continua evoluzione. La crosta terrestre e gli oceani si rimodellano senza sosta.
Questo pensiero – ha affermato Bocci - mi ha affascinato fin da ragazzo e la passione per quello che le rocce possono raccontare non mi ha mai abbandonato.
Nelle rocce possiamo leggere il passato della vita sulla Terra e la lenta e continua trasformazione di ambienti e paesaggi. Possiamo rimanere incantati dai riflessi iridescenti di un cristallo o dalla potenza di un vulcano in eruzione.
Comprendere l’evoluzione del nostro Pianeta è una condizione imprescindibile per lo sviluppo armonico e sostenibile della società, in particolare in un Paese così a rischio come il nostro. La conoscenza del territorio e dei rischi ai quali è soggetto, del suo sottosuolo e delle sue risorse, consente di difenderci meglio da questi pericoli e di sfruttare con coscienza e rispetto i doni che la natura ci offre.
Lo studio degli equilibri che governano il Pianeta può consentire agli scienziati della Terra di migliorare la qualità della nostra vita”.
Sarà L’Italia ad incontrare le geoescienze, con la scoperta di nuovi reperti, con geoescursioni spettacolari e conferenze in programma anche a 3000 metri di altezza, più di 130 gli Enti, le Università , i Musei, le Associazioni che vi parteciperanno, 1500 le ore di attività con seminari, percorsi, geoescursioni , 83 le città italiane che ospiteranno i 133 eventi in programma , più di 500 tra relatori, esperti e volontari che spiegheranno , racconteranno , descriveranno le geoscienze andando in giro per l’Italia. Questo ed altro durante La Settimana del Pianeta Terra con viaggi in luoghi e

GEOITALIA,
Federazione Italiana di Scienze della Terra, Onlus

monumenti spesso sconosciuti al grande pubblico, incontri diretti con scienziati e ricercatori, conferenze importanti su questioni importanti come le risorse energetiche dell’Italia , i terremoti, la necessità di salvaguardare un patrimonio spesso minacciato dagli incendi , la siccità , i cambiamenti climatici, i vulcani. Durante la conferenza stampa verrà esposta la Carta Geologica d’Italia sulla quale saranno indicati i nomi delle città , dei paesi che ospiteranno il grande evento autunnale.
“ L’obiettivo – ha affermato Silvio Seno , Presidente della Federazione Italiana di Scienze della Terra - è quello di portare all’attenzione del grande pubblico l’importanza delle Scienze della Terra”.
Ed ecco che grazie alla Settimana del Pianeta Terra in molte regioni si potrà essere geologi per un giorno.

“A Bergamo saranno aperte le ricche collezioni del Museo di Scienze Naturali – ha affermato Rodolfo Coccioni, Vice Presidente della Federazione Italiana di Scienze della Terra - in Liguria, nel Parco Naturale dell’Aveto si passeggerà sul fondo dell’antico oceano. In Sardegna ed in Toscana gli esperti si confronteranno su siccità , desertificazione , acqua . In Abruzzo saliremo a quota 2100 metri anche per entrare nel fortino costruito dal neoesercito italiano per combattere i briganti . Sulle Dolomiti uniremo i popoli , parteciperemo a seminari in alta quota . Visiteremo anche il sottosuolo entrando nelle grotte umbre , nelle miniere della Valle d’Aosta . Andremo alla scoperta della ricchezza geologica delle grandi città da Milano a Palermo, da Torino a Bari, Bologna, Firenze , Trieste , Trento, Genova, Roma, Catania , Napoli. In Emilia – Romagna saremo sui vulcani di fango più spettacolari d’Italia”. Gabriele Scarascia Mugnozza, Direttore del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università “ La Sapienza” di Roma , ha illustrato le attività che si svolgeranno durante la Settimana del Pianeta Terra .

Nelle Marche si avrà la possibilità con una geoescursione senza precedenti di osservare dai “balconi” speciali punti di osservazione preparati per l’occasione , i paesaggi ritratti da Piero della Francesca .

L’intero programma con la descrizione dettagliata degli eventi è disponibile sul sito www.settimanaterra.org
Per interviste : Silvio Seno – Presidente Geoitalia , Federazione Italiana Scienze della Terra
Rodolfo Coccioni – Vice Presidente Geoitalia , Federazione Italiana Scienze della Terra –
I giornalisti , la stampa tutta potranno accreditarsi a tutti gli eventi : Giuseppe Ragosta - Ufficio Stampa Geoitalia, Federazione Italiana Scienze della Terra

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.