Home > Cronaca > Ottaviano. Arriva lo sportello "miracoloso" per il cittadino: segnalazioni (...)

Ottaviano. Arriva lo sportello "miracoloso" per il cittadino: segnalazioni su manutenzione del verde e illuminazione "pubblico"

mercoledì 26 settembre 2012, di Giovanna Salvati


L’amministrazione comunale di Ottaviano è “cieca” o forse solo troppo “impegnata” e ha bisogno dei cittadini per vedere i problemi in città. Perdonatemi se sono forte, ma questo è il primo commento che mi viene leggendo la brillante ed originale idea partorita dal governo locale. Si chiama “sportello del cittadino” e stando all’avviso che compare sul sito istituzionale rappresenta “una nuova forma organizzativa pensata soprattutto in un’ottica di semplificazione amministrativa che mette al centro il cittadino ottavianese che potrà, anche in tempo reale, interfacciarsi con l’amministrazione”. Efficienza e professionalità in gran stile insomma da fare invidia persino ai grandi spot come “Enel…l’energia che ti ascolta”. “Lo sportello – continua l’avviso promozionale - si farà carico di ricevere e sottoporre ai competenti uffici le segnalazioni relative a situazioni di criticità riscontrate dai cittadini sul territorio”. Quindi in città ci sono criticità? Una presa di posizione coerente e soprattutto una presa di coscienza obiettiva che fa davvero onore all’autore dell’iniziativa che risulta essere per ora solo “amministrazione comunale”. Piccola limitazione è che il modulo è possibile scaricarlo solo via web e che lo sportello sarà attivo solo dalle ore 9,00 alle 13,00 ma specifica la nota “tutti i giorni”. Ovviamente tutti potranno rivolgersi agli operatori che per ora sembrano essere semplici dipendenti comunali, ma attenzione che le segnalazioni riguarderanno solo alcuni settori “Presenza di verde pubblico incolto, presenza di buche sulla carreggiata stradale, mancata accensione delle luci stradali” insomma i problemi che ormai vengono segnalati da anni. Quello che però risulta ambigua è proprio l’impostazione del servizio: se le segnalazioni devono riguardare criticità vuol dire che il comune deve intervenire prettamente sui disservizi dei cittadini. E quindi se nella scheda viene in calce riportato “Richiesta di intervento per la manutenzione del verde pubblico” oppure “Richiesta di intervento per la manutenzione dell’illuminazione pubblica” o ancora “Richiesta di manutenzione stradale” c’è forse qualcosa che non quadra. Il servizio di verde pubblico come quello della pubblica illuminazione sono servizi che sono stati assegnati a società che dovrebbero essere, per contratto, vigili. Se non sanno auto responsabilizzarsi interviene l’organo comunale che controlla ch ei servizi “pagati dai contribuenti” vengano portati a termine. Se l’ente comunale chiede però aiuto ai cittadini qualcosa forse non quadra. Sta forse ammettendo che i servizi sono carenti che ha bisogno di terzi per farli funzionare? Interrogativi che per ora restano tali, come tutti quelli che puntualmente annebbiano la casa comunale. Quel che è certo che, messa da parte la critica, lo sportello può davvero essere una buona idea ma senza alcuna restrizione: in primis perché chiedere i nominativi dei cittadini sul modulo della segnalazione? La richiesta di intervento riguardo suolo pubblico.
Non c’è la necessità di contattare il cittadino, fatta eccezione che gli si voglia poi sottolineare che “ho messo la lampadina, ho aggiustato la buca” ma qualora fosse così non c’è stato nessun impegno straordinario dal momento che la pubblica illuminazione e verde pubblico sono servizi pagati dallo stesso cittadino pertanto vanno pretesi. Nel frattempo di vedere i primi risultati noi una piccola lista l’abbiamo preparata, poi provvederemo a consegnarne giusto qualche modulo allo sportello preposto :
-  Illuminazione che non funziona: stranamente anche stasera in alcune strade della città regnava il buio
-  Periferie sporche e mi riferisco allo spazzamento
-  Un water in ceramica, ma non di Vietri, in via Rione Greco che è li da tre settimane, gli fa compagnia una vecchia pantofola e qualche sacco dei rifiuti
-  La poltrona “Sofà” rosso porpora aspetta la rimozione da due mesi in via San Domenico
-  La messa in sicurezza dei tralicci in via Pappalardo prima che ci riscappi il ferito
-  La manutenzione del verde pubblico un po’ ovunque: partendo dalla passeggiata alta del paese, vedi giardini sottostanti il Castello Mediceo, i lampioni vandalizzati, la cartellonistica fuori uso, e le aiuole, dove ci sono, massacrate dal’incuria
-  Via Cesare Augusto è ancora sventrata
-  I tappetini stradali sprofondano alla prima pioggia, si rattoppano e poi risprofondano (vedi piazza San Lorenzo)
-  Eccc…ecc….eccc….il resto lo con segniamo personalmente all’ufficio comunale

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.