Home > Politica > Ottaviano. Stangata ai cittadini, l’amministrazione approva l’aumento (...)

Ottaviano. Stangata ai cittadini, l’amministrazione approva l’aumento Imu

sabato 6 ottobre 2012, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Stangata Imu: l’amministrazione comunale aumenta la tassa sulla casa e in città scatta la rivolta tra i cittadini. E’ l’ultimo atto firmato il sindaco Mario Iervolino e la sua giunta, quello approvato durante il consiglio comunale dei giorni scorsi. Una patata bollente ma soprattutto l’ennesima bastonata che colpisce i cittadini già all’estremo delle forze. Eppure era stato lo stesso primo cittadino a promettere “non ci saranno aumenti” nella penultima assise pubblica. Detto fatto. L’aumento c’è stato e porta il via libera di tutti i membri della maggioranza. Nessun aumento per la prima casa si, che rimane allo 0,40% ma sulla seconda il comune ci va giù pesante e fa il bottino. Infatti la tariffa porterà un aumento da 0,98% a 1,06% . Un duro colpo per chi ora dovrà sborsare cospicue cifre il tutto però portando credito alle casse comunali, che si sa, in questo periodo non se la passano bene. In totale infatti il gettito sarà di circa 8milioni di euro tra prima e seconda casa, che conti fatti porterà un milione di euro, pari al 30% in più di ammanco invece dalle complessive tasche dei cittadini. Insomma come dire: il comune si arricchisce e i cittadini si impoveriscono? Per i consiglieri di minoranza che hanno contrariato la scelta dell’ente si. A fare braccio di ferro è stato infatti il consigliere di minoranza Vincenzo Caldarelli “Sono decisamente contrario ad un aumento dell’aliquota Imu poichè questa ulteriore somma che si chiede ai cittadini può essere recuperata in altri settori e magari razionalizzando meglio la spesa comunale”. Ha tuonato con rabbia il capogruppo di Le Ali per Ottaviano “Ci rendiamo conto che questo ente avrebbe potuto eliminare i lavori in somme urgenze che servono soltanto a fare politica a determinate persone - continua - incarichi doppi fatti nello stesso orario di servizio, incarichi a professionalità non presenti nell’organico dell’ente e molto altro ancora, e invece in un solo attimo il sindaco e la sua maggioranza ha preferito non vedere la sofferenza di questo periodo dei cittadini e invece di sforzarsi colpire ancora i cittadini”. Ma sulla stessa scia anche il consigliere della stessa maggioranza del sindaco Mario Iervolino, che ancora una volta non ha esitato a differenziarsi “ non ho potevo votare a favore di una scelta politica completamente sbagliata, questo ente ha spese superflue che avrebbe potuto tranquillamente rivedere, prelevare da altri fondi le cifre e non costringere i cittadini ad un latro ulteriore sforzo economico. Lo sforzo deve arrivare dagli amministratori verso i cittadini e non viceversa”. Insomma l’ennesimo colpo che tralaltro vede il comune di Ottaviano l’unico ad avere applicato il picco massimo consentito dallo Stato. Il comune di San Giuseppe Vesuviano, governato dai commissari prefettizi ha applicato l’aumento da 0,40% allo 0,95%, il comune di Somma Vesuviana e quello di Terzigno ancora meno con lo 0,76% ed infine il comune di Poggiomarino è arrivato allo 0,90%. Valori eccellenti che cozzano invece con l’unico comune che ha toccato il massimo, ovvero quello di Ottaviano che da 0,98% è passato all’1,06%, valore massimo consentito dallo Stato. Quale soluzione? La verità è una e la spiega il sindaco del comune vicino Raffaele Allocca “Siamo stati virtuosi, l’impegno c’è stato e l’entrata di fondi ne è una dimostrazione, basta impegnarsi”.

Messaggi

  • Il Caldarelli fa delle accuse ben precise e mirate su doppi incarichi ed altro ma se vuole VERAMENTE dimostrare la sua estraneità deve denunciare tutto alle autorità competenti. Chi conosce i fatti e non denuncia il reato è complice, in ugual misura ,di chi commette lo stesso. Ma in verità è da apprezzare, a differenza della restante parte dell’opposizione che da anni LATITA .
    Mi auguro che nessuno di loro, MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE, si ripresenti alle prossime ,ci vorrebbe una BELLA FACCIA TOSTA.

  • NON HANNO AVUTO SCRUPOLO DI TASSARCI CON LE STRISCE BLU FIGURATI SE SI METTONO PAURA DI RINCARARE L’IMU.

  • Complimenti come al solito pungente al punto giusto.Ma perchè attacca solo i componenti della maggioranza tralasciando le inefficienze dell’ opposizione? Lei che è sempre cosi’ professionale ed oggettiva nei suoi articoli guardi un poco l’operato di tutta la compagine comunale

  • Ci sono scelte impopolari ma obbligate .Anche questo vuol dire saper amministrare.

  • Cara Dottoressa Salvati complimenti, Lei riesce ad essere sempre Maestra della teoria dei due pesi e due misure.

    Mi sarà sicuramente sfuggito,ma io non ho mai letto un suo pezzo così pungente ed articolato sulle sopratasse imposte dall’ex amministrazione Ambrosio. Ricordo a me stesso che dal 2007 vi è un’addizzionale IRPEF che vale un milione di euro confermata anche dalla Commissione Straordinaria ( 1 milione X 6 anni fa 6 milioni di euro)poi TARSU più 105% arrivando a 6 milioni di euro per essere sotto uno strato di monnezza ( 6 milioni X 6 anni fa 36 Milioni) confermata dalla Commissione Straordinaria. E per completare, a causa dell’emergenza rifiuti che un signore nanetto e sorridente avrebbe risolto nel 2008 se fosse stato eletto ( Lei ricorda quell’intervista?)la commissione Straordinaria di San Giuseppe Ves. ha applicato nel 2011 un’addizionale ENEL il cui gettito stimato è di oltre un milione di euro. Stimato perchè la Commissione Straordinaria non ha pubblicato gli atti collegati al bilancio, Lei sempre così attenta agli Atti di Ottaviano se ne accorta???
    Vorrei dire ai signori del centro destra Ottavianese, ma a tutto il centro destra nazionale che se siamo ridotti alla bancarotta è sicuramente colpa delle scellerate politiche del nanetto sorridente che invece di governare correva dietro le sottane delle minorenne insieme ad altri quattro pervertiti ultra settantenni. Lei lo ha notato? Ha scritto qualcosa? Se mi è sfuggito,mi può inviare la rassegna stampa? Affinchè io allarghi i miei orizzonti? Grazie
    MIMMO RUSSO

    • A proposito del Caldarelli : se è vero che non bisognerebbe ricorrere ad interventi di somma urgenza per opere programmabili,è altrettanto vero che poi non si dovrebbero sollecitare gli uffici per l’assegnazoine di tali lavori a...sciaqquammac a vocca prima di sentenziare.

    • Caro sign Russo, ho la netta impressione che il dott Ambrosio sia un pensiero fisso che da svariati anni accompagni le sue sterili giornate rendendole in tal modo piu’ interessanti.Tanto per puntualizzare, l’articolo di cui sopra parlava di Ottaviano e non di San Giuseppe ,per cui non riesco proprio a capire questo suo quanto mai inopportuno intervento.In ogni caso, volendo citare il commento di un mio lettore tale "Amico di Mario "sono scelte impopolari ma obbligate .Nel contempo pero’ vorrei evidenziarLe che le imposte ,addizionali comprese,vengono corrisposte dai cittadini in CAMBIO di SERVIZI .Mi pare che i servizi resi dal comune di cui Lei "amorevolmente sparla" siano quali e quantitativamente superiori ai quelli di Ottaviano.Resto a sua disposizione per un costruttivo confronto sull’argomento ;la prego pego di supportare lo stesso con una valida documentazione cartacea e non da supposizioni millantatorie dettate da rancori personali.Per quanto riguarda la politica nazionale la lascio ai leader dei partiti deputati; sulle frequentazioni serali dei politici invece le dico che se non sono di suo gradimento le belle donne ,penso francamente che il problema sia il suo e non il loro

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.