Home > Cronaca > Somma Vesuviana, vandali in azione, danneggiate le auto dei vigili (...)

Somma Vesuviana, vandali in azione, danneggiate le auto dei vigili urbani

martedì 9 ottobre 2012, di La redazione


Somma Vesuviana. Vandali ancora una volta in azione contro il patrimonio pubblico di Somma Vesuviana. A finire nel mirino dei balordi questa volta è stato il comando di polizia municipale sommese. I vigili urbani infatti, nel rientrare in ufficio lunedì mattina, hanno ritrovato le loro quattro auto di servizio incastrate in fila l’una contro l’altra. Chi ha commesso l’atto criminale è salito sulle auto degli agenti parcheggiate di fronte agli uffici di via San Giovanni De Matha, ha messo la leva del cambio a folle ed ha aspettato che le vetture scendessero e si incastrassero tra di loro. Probabilmente i criminali sono entrati in azione nella notte tra domenica e lunedì e per accedere al parcheggio del comando hanno forzato il cancelletto elettronico dell’ingresso. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione di Somma Vesuviana, coordinati dal maresciallo Alessandro Gambino, i quali sono stati supportati nei rilievi scientifici dagli uomini del Nucleo Operativo di Castello di Cisterna guidati dal tenente Orlando. I malviventi però, oltre ai danni alle auto derivanti dal tamponamento a catena, quantificabili in alcune migliaia di euro, hanno anche forzato alcune finestre del comando tanto che, durante i controlli, sono state ritrovate delle scartoffie sulle finestre del retro degli uffici ed una pinza abbandonata sulla scala antincendio. "In tanti anni di servizio non è mai capitata una cosa del genere" è il commento laconico del comandante Vincenzo Di Palma. Ora però in molti si interrogano sulla facilità con la quale i malviventi si sono intrufolati nel posto di polizia municipale. Infatti, dai primi accertamenti sulle portiere delle auto, sembrerebbe che esse non fossero chiuse a chiave. Inoltre non si comprende bene a cosa serva la videocamera di sicurezza rivolta verso via San Giovanni De Matha visto che essa non registra le immagini. L’altra falla delle sicurezza del Palazzo, dove sono ospitati tra gli altri gli uffici elettorali, delle politiche sociali e l’anagrafe cittadina, riguarderebbe l’allarme sonoro che, al momento dell’atto di vandalismo, sarebbe risultato spento.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.