Home > Sport > Club Volley GPD Saviano, ad Ischia la 1a vittoria della sua (...)

CAMPIONATO REGIONALE DI PALLAVOLO FEMMINILE SERIE "C"

Club Volley GPD Saviano, ad Ischia la 1a vittoria della sua storia

Si consuma in tre set la prima vittoria stagionale della compagine savianese del presidente Gennaro Morelli. Affermazione da consegnare agli annali, visto che trattasi del primo successo della breve storia del club, nato appena lo scorso agosto ed iscrittosi al campionato di massima serie regionale.

domenica 11 novembre 2012, di Mauro Romano


Si consuma in tre set la prima vittoria stagionale della compagine savianese del presidente Gennaro Morelli. Affermazione da consegnare agli annali, visto che trattasi del primo successo della breve storia del club, nato appena lo scorso agosto ed iscrittosi al campionato di massima serie regionale.

Annalisa Angelino e compagne hanno sciorinato una gara non proprio perfetta. Alquanto convincente sotto il profilo agonistico, ma con imperdonabili sbavature in tanti momenti della gara che, specialmente nel terzo set, quando le ‘gufette’ viaggiavano già col doppio vantaggio, hanno fatto registrare sbandamenti che potevano costare il parziale con conseguente riapertura dei giochi.

Sarà stata la fretta di voler chiudere forsennatamente la partita; forse la smania di vedersi il successo a portata di mano o forse lo stress di una giornata di viaggio. Fortunatamente le portacolori della “città del carnevale”, incitate e spronate da un nugolo di supporter che hanno voluto essere sugli spalti ad incitare le proprie beniamine, e con coach Lello Curcio mai domo di lesinare consigli e situazioni di gioco, sono riuscite a chiudere a proprio vantaggio, pur soffrendo fino all’ultima palla.

L’avversario odierno, l’Ischia di coach Carmela Saurino, non era tra i più trascendentali, ed, alla fine, la missione ‘tre punti’, è stata compiuta!
Il primo set è stato un monologo a favore delle ospiti che dopo il 7/8 della prima interruzione tecnica, volano a vele spiegate verso la vittoria, conseguendo, in virtù di un gioco piacevole ed efficace, un progressivo vantaggio (12/16 – 13/20 – 15/25) fino alla conquista del punto iniziale.

La seconda frazione di gioco viene caratterizzato da ben quattro battute vincenti di Rossella Bocchino – 11 il suo personale scorer, il migliore di tutte - che assesta le sue su un promettente 5/8. La musica non cambia. C’è rabbia, determinazione, voglia di prevalere nelle savianesi, anche se il braccio e la mente non sempre rispondono come si dovrebbe. Ma ciò che conta è che si viaggia pressochè a doppia velocità verso il secondo traguardo ( 9/16 – 10/20 – 12/23 – 18/25).

Le isolane, a questo punto, benché non eccelse in tutte le proprie atlete, spendono gli ultimi spiccioli di orgoglio ed energie positive, col risultato di tenere sempre viva e in bilico la terza frazione di gioco, prima raggiungendo il platonico vantaggio sull’8/6 e conseguente limitazione dei danni al secondo time-out tecnico (14/16), poi, tallonando le atlete di coach Lello Curcio, colpevoli di pasticciare oltre il dovuto. Per assurdo, il paragone va all’ultima gara persa con la capolista Benevento, quando, invece, si erano riscontrate positività maggiori nella costruzione del gioco e nelle sue finalità.

Il mister savianese come già in precedenti occasioni alterna nel ruolo di ‘opposto’ Susy De Lucia e Ilaria Auriemma, centellinandone le forze. Concede più volte l’ingresso in campo ad Ada Tatarella, che si sta riprendendo dai postumi di un malanno di stagione e ad Elvira Peluso, anch’ella propensa a ritrovare la giusta condizione e dare una grossa mano alla causa salvezza. Incisive ma non brillanti le ‘eroine’ della partita precedente Elena Irollo, Annalisa Angelino e Teresa Petillo. Alquanto efficaci la coppia di improvvisate ‘centrali’ Anna Di nardo e Rossella Bocchino, con Mara Napolitano a subire gli umori della squadra.

Alla fine un liberatorio 22/25 mette tutto a tacere e consegna alla compagine savianese la prima vittoria della sua storia nella pallavolo.
Missione compiuta, insomma, anche se tra tanti ma e qualche perché. C’è gioia, soddisfazione, sui volti stanchi, anche se le ragazze, guardandosi negli occhi hanno capito che si può e si deve dare di più. In ogni occasione, anche quando tutto sembra filare liscio. La pallavolo, come lo sport in genere, non è una scienza esatta e può punirti quando meno te l’aspetti, se non ci metti sempre “l’essere” insieme ai muscoli.

Ed è principalmente coach Lello Curcio a guardare oltre, lui che ha sempre affermato che prima di tutto viene il buon gioco e conseguentemente tutto il resto. “Anche ad Ischia che è una trasferta faticosa ed inusuale per una squadra di serie “C”, ci sono stati tanti nostri tifosi sugli spalti. Ciò significa che a questa squadra ci tengono e noi siamo obbligati a ricambiarli offrendo loro il miglior gioco possibile. Anche perché, giocando bene, i risultati verranno. Comunque, nonostante credo che abbiamo fatto un passo indietro nel nostro rendimento, ed in settimana cercheremo di esaminarne le cause, siamo fieri ed orgogliosi, giocatrici, staff tecnico, società, tifosi, di aver iscritto i nostri nomi a cornice della prima vittoria della pallavolo Saviano, per la quale dobbiamo impegnarci tutti affinché diventi una splendida realtà, in prospettiva futura, anche fuori dai confini regionali”.

Annuisce il presidente Gennaro Morelli che vede sempre più verificarsi i propri obiettivi. “E’ vero – conferma – la nostra primaria intenzione era quella di portare i cittadini savianesi al palazzetto e ci stiamo riuscendo, sull’onda dell’entusiasmo, poiché i nostri spalti durante le partite interne, sono sempre affollati. Il fatto poi che i ‘fedelissimi’ ci seguano anche in trasferta, non può che farci piacere perché ciò significa che le nostre atlete possano godere sempre del giusto incitamento. Ma per fare ciò, per continuare ad avere sempre più tifosi, è necessario che vengano i risultati. Quello di oggi è da considerarsi un evento storico, comunque sia maturato. E’ quello che ricorderemo sempre! Ora, però, dobbiamo assestarci ed offrire bel gioco a chi ci viene a vedere, per non farci abbandonare. Siamo convinti che ci riusciremo. Stiamo lavorando bene tutti. Una realtà nuova come la nostra ha bisogno di tempo e soprattutto pazienza e costanza. Le cose importanti nascono con una seria programmazione e senza scatti umorali da parte di chicchessia. Se necessario bisogna essere capaci di ingoiare pure qualche rospo amaro, quando non se ne può fare a meno. Noi crediamo di essere sulla strada giusta! Il nostro impegno, la nostra passione, il bene che vogliamo a questo sport e al nostro paese, faranno il resto. E’ una promessa che la società si sente in fare!”.

Infatti, il presidente Gennaro Morelli e c. è gente che scrive la storia sportiva di un paese, Saviano, prima ancora che pagine di pallavolo. E poi, ultima conclusione, oggi stiamo allegri! Alla fine si tratta di una festa e non di un funerale!

VBC ISOLAVERDE o – GPD SAVIANO 3 (15/25 – 18/25 – 22/25)

ISCHIA: Saurino I. (L1); Polito V. (L2); Saurino R. (3); Liebner (10); Saurino G.; Villa; Castaldi; Impagliazzo (8); Monti (6); Caruso (4); Polito R (4). Coach: Carmela Saurino.

SAVIANO: Tatarella (1); Petillo (9); Angelino(6); Di Nardo (8); Bocchino (11); Riccio; Auriemma (4); Irollo (10); Rocco; Peluso; Napolitano (L). Coach: Lello Curcio; Dirigente accompagnatore: Mariangela Notaro.

Arbitro: sig. Francesco Esposito – federazione di Napoli.

Note: durata: 1h 05’; spettatori 50 circa; Ace: 5/11; Muri/Punto: 2/3.

Area comunicazione GPD Saviano: dr. Mauro Romano

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.