Home > Attualità > Comunicati Stampa > Olimpiade della scienza e dell’arte a Cercola

SALOTTO LETTERARIO DI TINA PICCOLO

Olimpiade della scienza e dell’arte a Cercola

Cielo limpido di stelle e sorrisi a Cercola, in provincia di Napoli, dove sabato 10 novembre ha ottenuto un enorme successo la cerimonia della ‘Olimpiade dell’Arte e della Scienza’, il Premio alla Carriera ideato, promosso e finanziato dalla nota poetessa Tina Piccolo, ambasciatrice della Poesia Italiana nel mondo e detentrice di più di duemila riconoscimenti.

mercoledì 14 novembre 2012, di Comunicato Stampa


CERCOLA (NAPOLI) - Nell’elegante Villa Buonanno sono stati premiati centinaia di personaggi della cultura e dello spettacolo, giornalisti e figure istituzionali, artisti di ogni genere tra poeti, scrittori e pittori, ma non sono mancati momenti di commozione nella consegna del prezioso leone d’argento e delle medaglie di valore, il tutto accompagnato da un attestato di merito e dalla tessera onoraria del Salotto portato avanti con tanti sacrifici proprio dalla poetessa Piccolo a Pomigliano D’Arco.

Tra i premiati, anche Emilia Sensale, giovane poetessa e scrittrice e giornalista, costante e instancabile collaboratore attualmente presso NapoliVillage e il quotidiano ROMA e responsabile stampa dell’Associazione nazionale Guardie Particolari Giurate e proprio Giuseppe Alviti, presidente AGPG, ha consegnato tramite la giovane responsabile stampa i saluti ufficiali della categoria e dell’associazione alla poetessa Piccolo e, alla luce della notizia del premio conferito alla Sensale, ha voluto "complimentarsi per l’ideazione e l’organizzazione di un riconoscimento così importante che rende tutta la Campania orgogliosa in un periodo in cui il territorio napoletano viene continuamente discriminato e bistrattato" e soprattutto congratularsi con la 23enne Emilia Sensale, considerata "all’altezza del premio dell’Olimpiade, evento che ci rende orgogliosi come Associazione e come amici di Emilia, dopo aver dimostrato ampiamente di essere una ragazza coscienziosa che si fa in quattro per inseguire i propri sogni e per portare avanti gli impegni prefissati, non solo per l’AGPG ma anche per il suo impegno giornalistico in generale".

All’evento non sono mancati momenti di commozione nella consegna del prezioso leone d’argento e delle medaglie di valore, il tutto accompagnato da un attestato di merito. La kermesse, della quale è stata madrina Anna Calemme, è stata presentata da Ralph Stringile e Gabriele Blair coadiuvati da Anna Maria Pecoraro e Giuseppe Covino, una cerimonia eccezionale iniziata nel pomeriggio e durata fino a mezzanotte dove non sono mancati momenti di commozione.

Sono stati consegnati riconoscimenti, ma solo per citare alcuni dei tanti premiati, all’artista Massimo Pacilio, ai ragazzi dell’Associazione ‘Arcobaleno della Vita Onlus’, ad Eugenio Cuniato, Pietro Nardiello, Rosaria Cerino, alla giornalista e responsabile stampa dell’Associazione nazionale Guardie Particolari Giurate Emilia Sensale, Rachele Esposito, ad Antonio D’Addio, alla giovanissima Giorgia Gianetiempo che attualmente è attrice in ‘Un Posto al Sole’. Premiato anche Corrado Taranto, figlio e nipote d’arte, per il quale “la cultura è un elemento fondamentale per la città di Napoli, basterebbe solo che essa sia promossa da persone competenti e capaci di rappresentarla anche da un punto di vista istituzionale”.

“Ben vengano iniziative del genere - chiosa il comico Rosario Verde - e vorrei tanto che nel quartiere dove risiedo, Secondigliano, l’intervento dell’esercito militare sia sostituito dall’irruzione di un esercito di poeti, attendo speranzoso quel giorno che le istituzioni vorranno apportare migliorie e concrete valorizzazioni nei quartiere a nord della città, ecco, vorrei morire quel giorno… ma ho come l’impressione che vivrò ancora a lungo”.

Una cerimonia raffinata organizzata nei minimi dettagli quella dell’‘Olimpiade dell’Arte e della Scienza’, un premio giunto alla XXV edizione che ha ricevuto l’alta adesione dalla Presidenza della Repubblica ed il patrocinio morale della Regione Campania e Toscana, del Comune di Pomigliano d’Arco e di Casalnuovo e, inoltre, di associazioni e di accademie nazionali. “I sorrisi, i baci e gli abbracci dei premiati mi ripagano di tutti gli sforzi profusi - commenta la carismatica e vulcanica Tina Piccolo - e per me trovarmi a contatto con altri artisti che mostrano il vero volto di un’Italia che lotta per la promozione della cultura è sempre un’emozione meravigliosa.

È un miracolo di impegno, di volontà e di sacrificio per ribadire che il binomio arte e cultura è di una importanza ineludibile nella nostra crescita umana e sociale, impegnarsi è importante, è essenziale non perdere la voce e le forze nell’inseguire i propri sogni, ritrovare e mostrare il proprio coraggio. Vorrei che le istituzioni - conclude - fossero più presenti materialmente e moralmente ad eventi come questo, come la mia amata Pomigliano D’Arco, dimenticare l’arte e il ricco patrimonio culturale della nostra regione è a mio avviso un delitto contro l’umanità”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.