Home > Politica > Rotatorie a Nola Centro e frazioni di Piazzolla e Polvica

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI NOLA

Rotatorie a Nola Centro e frazioni di Piazzolla e Polvica

L’assessore vicesindaco Enzo De Lucia precisa: "Nell’espletamento del mio compito istituzionale di assessore al ramo, nonché in quello dell’Edilizia Scolastica, niente avviene senza programmazione e, di conseguenza, nulla viene lasciato al caso".

venerdì 16 novembre 2012, di Mauro Romano


Ne abbiamo già parlato in precedenza. E’ una scelta dell’amministrazione comunale di Nola del sindaco Geremia Biancardi che, non solo ha proseguito l’opera di qualche suo predecessore, ma ne ha perfezionato tecniche e modalità di attuazione, rendendo il tutto al meglio. Questo per consentire alla gente di avvertire quanto meno disagi possibili nel percorrerle.

Si tratta della realizzazione delle rotatorie negli incroci stradali dove il traffico crea maggiormente problemi, sia veicolare che pedonale, soprattutto se si tratta di zone intensamente abitate. Tra queste la statale 7/bis sulla quale, in virtù della presenza di importanti realtà commerciali, la sede INPS e la stazione della Guardia di Finanza, per dire solo le principali, era necessario intervenire con criterio per decongestionare il traffico in maniera ottimale.

L’ultima rotatoria completata sul territorio comunale è appunto quella ad intersezione della citata 7/bis con la non meno importante via San Massimo, autentico punto d’ingresso della città per chi proviene dall’autostrada oppure dalla bretella Villa Literno/Nola.

Il ‘Rondo’ si avvale della presenza di marciapiedi pavimentati per circa cinquanta metri di lunghezza ed idonea larghezza. Nei lati, dove è stato possibile, sono state inserite delle aiuole per verde attrezzato, al fine di completare in modo ottimale l’intero contesto. Ma questa è anche una prerogativa di altre zone ove vi sia stato lo spazio sufficiente. Inoltre, per non sfavorire i proprietari dei fondi adiacenti, sono stati creati dei varchi di accesi in modo visibili a chi vi accede ed all’enorme scorrimento auto veicolare.

Attualmente, sulla statale 7/bis ne contiamo quattro nel raggio di un km o poco più. Si tratta dell’ultima realizzata ad incrocio con via San Massimo e, venendo dall’autostrada quella successiva ad incrocio con Masseria Lacerta ed ancora quella all’intersezione con via Puccini e la successiva con via Cimitile. Opere previste e realizzate in tempi ragionevoli, tenendo presente anche le esigenze e la disponibilità economica dell’amministrazione bruniana.

Poi, per non far gravare in modo tangibile la gestione delle stesse sulle casse comunali, già di loro pressoché ridotte all’osso, si è ritenuto opportuno affidarne la gestione a ditte private per farne curare la manutenzione con accuratezza, mantenendo il verde attrezzato in perfette condizioni.

Con queste società si è provveduto a stipulare un contratto di sponsorizzazione che prevede la gratuità del servizio in cambio della sponsorizzazione, altrettanto gratuita, nei rispettivi luoghi presi in cura. Un’idea ben accetta dagli amministratori comunali, in primis del vicesindaco Enzo De Lucia, con delega ai Lavori Pubblici ed Edilizia Scolastica e dalle imprese che hanno trovato di buon grado l’iniziativa.

Altra buona notizia per gli abitanti della 7/bis ci viene comunicata dallo stesso De Lucia: sarebbe che, a breve, l’ampio tratto stradale che va dalla rotonda di via Cimitile e fin oltre la sede della Guardia di Finanza, verrà asfaltato e reso maggiormente praticabile. In questo modo non solo verrà reso un importante servizio alla città, ma finalmente si potrà rispondere concretamente alle richieste di interventi che gli abitanti del posto, molte volte, avevano inoltrato all’Ente di piazza Duomo.

L’ASSESSORE AI LAVORI PUBBLICI ENZO DE LUCIA SULLE ROTATORIE

Nell’espletamento del mio compito istituzionale di assessore al ramo, nonché in quello dell’Edilizia Scolastica, niente avviene senza programmazione e, di conseguenza, nulla viene lasciato al caso, soprattutto in un momento di grosse difficoltà economiche in cui versano gli Enti Locali oggi, non escluso il comune di Nola. Vi assicuro che nella gestione della ‘cosa pubblica’ stiamo centellinando gli interventi dando priorità a quelli che riguardano la vita di tutti i giorni, favorendo l’ordinaria manutenzione, pur non disdegnando di realizzare opere utili per il bene pubblico. Le rotatorie che stiamo costruendo negli incroci più importanti e trafficati del nostro territorio comunale, rientrano in questa ultima considerazione.

In merito, quando decidiamo di effettuare un’opera del genere, coi nostri preparatissimi tecnici facciamo vari sopralluoghi e simulazioni prima che il progetto diventi esecutivo. Ne valutiamo la fattibilità relativa al luogo prescelto e non ultimo la spesa che occorre.

Scegliamo le zone dove riteniamo sia più importanti realizzarle secondo le esigenze dei cittadini, principalmente i residenti, e, non ultimo, teniamo presente i problemi del traffico che su certe nostre arterie stradali, è spesso notevolmente congestionato. A ragione di quanto affermato, abbiamo provveduto a perfezionare questo tipo di opere sulla statale 7/bis, dove, allo stato, possiamo finalmente affermare che, uno dei punti cruciali del traffico cittadino in una zona ad alta densità di abitazioni, è stato ottimizzato per contenere, se non proprio evitare gli immaginabili disagi.

I quattro punti che si trovano nel raggio di un km o poco più, snelliscono il traffico in modo evidente ed offrono una maggiore sicurezza agli automobilisti, ma anche ai pedoni che praticano la zona che vanta vari insediamenti commerciali. Infatti non si notano più quelle lunghe code create dai semafori che abbiamo abolito perché portavano spese enormi all’amministrazione ed il più delle volte erano anche mal funzionanti. Le conseguenze erano catastrofiche e per questo, insieme all’amministrazione del sindaco Geremia Biancardi, abbiamo deciso di procedere su questa linea, che, a dire il vero, trova anche il consenso dei cittadini.

A maggior ragione è stata realizzata una rotonda anche una nella frazione di Polvica, praticamente all’ingresso del paese, lato Cicciano, in quanto sul luogo si verificavano molti incidenti, anche mortali, principalmente per il viavai dei numerosissimi mezzi pesanti che vi transitano, molti dei quali dediti al trasporto del materiale estrattivo della cave poste a monte del centro abitato.

Anche in località “Pollasti”, nell’importante crocevia che da Nola conduce ai paesi vesuviani e alla stessa frazione di Piazzolla, e viceversa, è stato necessario intervenire per evitare l’esasperazione degli automobilisti costretti a lunghe code per colpa di un semaforo, forse mal posizionato nel ‘trivio’ di così enorme percorrenza. Ora tutto è più facile e sicuro per automobilisti, pedoni e residenti.

Quello che posso promettere in nome dell’amministrazione comunale ed anche mio personale da amministratore, è che ci impegneremo sempre al massimo ed in modo pratico ed efficiente per dare alla città ogni forma di sicurezza ed agevolezza. Finora l’abbiamo fatto. Contiamo di poterlo fare ancora, anche se le ristrettezze economiche ci inducono a delle scelte a favore delle necessità impellenti che a volte fanno tardare altri interventi in programma.

Ma siamo fiduciosi che pian piano, tutte le esigenze della cittadinanza verranno soddisfatte nei tempi e nei modi consentitici dall’attuale non ottimale situazione.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.