Home > Attualità > Comunicati Stampa > Per il Bettoliere "Desiderio" di Giuseppe Abbate

FESTA DEI GIGLI NOLA 2013

Per il Bettoliere "Desiderio" di Giuseppe Abbate

Continua la linea giovani per la kermesse giglistica nolana 2013.

giovedì 13 dicembre 2012, di Comunicato Stampa


Nola- A debuttare sul palcoscenico giglistico per la corporazione del giglio del Bettoliere ci sarà la giovane voce canora di Giuseppe Abbate, che in questi giorni ha inciso il suo primo lavoro musicale dal titolo “Desiderio”.

Un lavoro discografico realizzato grazie al sax solista Mario Pipariello agli arrangiamenti di Felice Big Caccavale e con il supporto dello sponsor ufficiale: lo Studio Emme del Dottor Manganello. Il cd realizzato nello studio di registrazione Luna Studio premia il lavoro del giovane nolano, con ben 32 tracce musicali interamente dedicate ai cantanti già affermati all’interno della tradizionale festa dei gigli con l’aggiunta del suo primo inedito, “Desiderio” scritta per l’occasione da Pasquale Napolitano sulle note musicali di Paolo Forino.

Alla fine del lavoro musicale sono state inoltre inserite anche i nuovi inediti brani che accompagneranno il giovane cantante al suo debutto giglistico sul giglio del Bettoliere.

"Una passione che avevo fin da piccolo-esordisce il giovane nolano- che finalmente ho deciso di coltivare. Devo ringraziare i maestri di festa del giglio del Bettoliere che hanno non solo realizzato il mio più grande desiderio, ma hanno creduto anche nelle mie potenzialità canore. Spero di riuscire a ripagare con spirito di sacrificio e con l’umiltà che mi contraddistingue la fiducia che mi è stata riposta dai maestri di festa".

Una nuova scommessa che si affaccia all’interno della kermesse giglistica sempre più attenta ai giovani e alle dinamiche ad esso annesse.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.