Home > Politica > Somma Vesuviana, Alfonso Auriemma lascia il Pd e fonda con Gennaro Aliperta (...)

Somma Vesuviana, Alfonso Auriemma lascia il Pd e fonda con Gennaro Aliperta (Verdi) "Uniti per Somma"

domenica 23 dicembre 2012


Somma Vesuviana. Nasce un nuovo gruppo consiliare nell’assise di Palazzo Torino. A fondare la nuova formazione, il cui nome sarà “Uniti per Somma”, Alfonso Auriemma, che lascia gli scranni del Pd, il locale circolo, ma non i democratici nazionali, e Gennaro Aliperta dei Verdi. “Questa formazione nasce- ha spiegato Auriemma- perché in consiglio, senza un gruppo, è tecnicamente difficile fare opposizione. L’intesa con Aliperta mi rende felice perché, oltre ad essere una persona modesta nel carattere, è molto preparato in materia di bilanci e funzionamento della macchina comunale”. A spiegare la scelta del nome della neoformazione è invece l’esponente dei Verdi: “Uniti per Somma rievoca un esperienza amministrativa felice (quella che all’inizio degli anni 90’ vide proprio Auriemma sindaco n.d.r.). Io mi auguro che questo nome possa essere da auspicio ad un cambiamento nella nostra cittadina. Purtroppo l’attuale amministrazione ha fatto piombare la nostra città indietro non di anni, ma di secoli cancellando di colpo i più elementari princìpi di democrazia, trasparenza e ricerca del bene comune. Un’amministrazione la cui guida, il sindaco Allocca, non ha a cuore gli interessi della cittadinanza”. Uniti per Somma però al momento non dovrebbe scendere in campo nelle prossime amministrative: “Il nostro unico obbiettivo è opposizione, opposizione, opposizione” ripete come un karma Auriemma il quale ha dedicato una buona fetta della conferenza stampa a spiegare i motivi della sua fuoriuscita dalla locale sezione del Pd. “Il mio colpo di testa- ha affermato ironicamente Auriemma- nasce dal fatto oramai ritengo i valori della locale sezione in antitesi con quelli del Pd nazionale”. L’ex sindaco fa risalire i suoi malumori al primo tesseramento dei democratici cittadini che portò alla segreteria Pietro Allocca. “Il tesseramento taroccato, come ho più volte ribadito, è alla base dei disastri del Pd. Quella situazione ha portato all’affermazione di una classe dirigente formata da “capibastone” che hanno sostituito il partito delle “tessere” a quello degli “uomini”. Ed i numeri alle tornate elettorali lo dimostrano (l’ultima è stata quelle delle primarie che ha visto soltanto 708 elettori su un corpo elettorale di oltre 27 mila soggetti, a cui andrebbero tolti i 159 voti raccolti da Vendola n.d.r.)”. L’ex esponente Pd ha anche tirato in ballo qualche dirigente democratico in conflitto d’interessi con l’amministrazione Allocca. “Il progetto del Villaggio Augusteo pone in conflitto d’interessi Vincenzo Romano con l’attuale amministrazione. Noi consiglieri abbiamo votato no al progetto portato in aula da Allocca che giaceva da tre anni in un cassetto perché non ci convinceva. In questa fase Romano avrebbe dovuto fare un passo indietro rispetto al partito”. Auriemma ha spiegato anche qual è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso: “Perché il Pd presenta quattro elementi alle trattative interpartitiche (Vincenzo Cimmino, Vincenzo Romano, Mena Tiziano, il capogruppo Umberto Maione), ma non il segretario Pietro Allocca?”. E proprio su quest’ultimo, così come per l’attuale segretario provinciale Gino Cimmino, il consigliere di minoranza si è soffermato. Il primo “nel Pd l’ho portato io, poi è rimasto ammaliato da altre sirene. Ha una delega “farlocca” ed è il primo responsabile dello stato in cui versa il circolo democratico sommese. Non comprendo ancora perché non si sia dimesso”. Il secondo invece “è a conoscenza di tutto ciò che accade nella sezione, ma, a fronte di una promessa di commissariamento della stessa, non ha mosso un dito”. Chiusura affidata invece a Gennaro Aliperta che ha rivolto il proprio sguardo alla prossima tornata elettorale cittadina: “Bisogna superare la fese di empasse nella quale sono piombate le trattative per costruire un’alternativa ad Allocca. Deve esserci la volontà di parlar chiaro e di confrontarsi sui nomi se si vuol costruire un fronte comune perché, ogni giorno che passa, il sindaco Raffaele Allocca rafforza la sua posizione in vista delle prossime amministrative”.

Ecco di seguito il video della conferenza stampa girato da Vincenzo Caputo:

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.