Home > Cronaca > Rifiuti: a breve un progetto per differenziare

Rifiuti: a breve un progetto per differenziare

sabato 23 febbraio 2008, di Mina Spadaro


SANT’ANASTASIA. Sarà pronto probabilmente per la prossima settimana un progetto per far partire la raccolta differenziata. Il sindaco Carmine Pone e l’assessore all’Ambiente Pasquale Coppola si stanno adoperando in modo da far sì che al più presto possa partire una seria ed efficace raccolta differenziata. . “Appena avremo il progetto incontreremo i cittadini, le parrocchie, le associazioni e i movimenti – affermano il sindaco e l’assessore - per spiegare come intendiamo procedere e quali risultati dobbiamo insieme raggiungere per non trovarci più in emergenza rifiuti o almeno essere in grado di gestirla nel migliore dei modi”. “Un dato certamente positivo – continuano Pone e Coppola – è che, pur nell’emergenza, stiamo riuscendo a conferire plastica, carta, cartoni e vetro. E’ evidente, quindi, che il nostro insistere sulla differenziata e sulla necessità di diversificare i rifiuti nobili incontra il favore dei cittadini, la cui sensibilità è in netta crescita”. In effetti sono i dati a parlare: in circa 15 giorni il conferimento della carta è salito al 23,5%, quello del vetro al 9%, la plastica al 13,9%. Ciò utilizzando il sistema di “conferimento stradale” dei rifiuti nei cassonetti posti negli appositi spazi stradali e non ancora quello “porta a porta”.
Sono, quindi, ancora cinque le modalità di raccolta:
- l’umido, da depositare nel bidoncino marrone ( dalle ore 20,00 alle 24,00 escluso il sabato )
- la carta, nel cassonetto bianco
- la plastica e le lattine, nel cassonetto giallo
- il vetro, nella campana verde
- il secco indifferenziato, nel cassonetto grigio
I rifiuti pericolosi, come pile scariche e farmaci scaduti, vanno depositati negli appositi contenitori, siti presso i rivenditori e le farmacie. Per il deposito degli ingombranti è possibile prenotare il ritiro presso il piano terra della propria abitazione telefonando al numero verde 800 200 229. In attesa del nuovo progetto sulla differenziata è ancora possibile utilizzare le buste presenti in casa. Utilizzare buste apposite o riciclabili risulterebbe economicamente svantaggioso per i contribuenti e poco utile, in quanto le filiere che trattano la differenziata sono dotate di impianti che eliminano le buste per verificarne il contenuto ed eliminare il materiale non riciclabile.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.