Home > Sport > La GPD club volley Saviano batte Vairano all’ultima dell’anno

CAMPIONATO REGIONALE DI PALLAVOLO FEMMINILE SERIE "C"

La GPD club volley Saviano batte Vairano all’ultima dell’anno

Alla fine crediamo tutte le ‘gufette’, chi più chi meno, abbiano meritato la sufficienza trascinate ancora una volta da una straripante Elena Irollo, ancora una volta ‘top scorer’ dell’incontro, ancora una volta implacabile nel piazzare fendenti vincenti (19)

sabato 29 dicembre 2012, di Mauro Romano


… Ed anche lo scoglio Vairano è superato positivamente. Bissata la vittoria di cinque giorni fa contro il Gran Blues Cafè di Cava de’ Tirreni. Le ‘gufette’ del Club Volley GPD Saviano, nonostante le difficoltà della vigilia (un solo allenamento il mercoledì mattina!!!) sono riuscite a raccogliere l’intera posta in palio contro le casertane, anche se il gioco, per forza di cose, non è stato scintillante.

Ciniche, opportuniste, spietate … Annalisa Angelino e compagne sono state pronte ad approfittare delle lacune di un Vairano capace di produrre un discreto gioco al “centro”, principalmente ad opera di Giovanna Lombardo (14 punti) e un’ottima “difesa”, ma peccando caratterialmente più del dovuto nei momenti topici della gara, quando c’era bisogno di tenere il piede ben pigiato sull’acceleratore, per prevalere sulle incostanti ma sorprendenti avversarie.

Il sostanziale equilibrio resiste fino al 19 pari nella prima frazione di gioco. Poi, coach Lello Curcio cambia la “diagonale” (Susy De Lucia e Ada Tatarella al posto di Ilaria Auriemma e Teresa Petillo) trovando la De Lucia col colpo in canna a dare l’input al un break vincente di 6/1. Stessa falsariga nel secondo set, anche se il finale, in virtù di un colpo di coda delle casertane, si impegola ai vantaggi.

Solo il 30/28 consegna alla squadra locale il secondo punto e lancia le portacolori del presidente Gennaro Morelli verso il successo pieno, in virtù di un terzo tempo in crescendo, fino al 25/21 per il definitivo 3 a 0 che permette di consolidare la settima posizione in classifica, ad un tiro di schioppo dal Volalto Cus.

Alla fine crediamo tutte le ‘gufette’, chi più chi meno, abbiano meritato la sufficienza trascinate ancora una volta da una straripante Elena Irollo, ancora una volta ‘top scorer’ dell’incontro, ancora una volta implacabile nel piazzare fendenti vincenti (19), ancora una volta faro di questa squadra costruita in fretta e furia ma che dimostra di supplire con grinta e attaccamento ai colori sociali ad evidenti lacune tecniche in certi ruoli, ben mascherate da impegno e spirito di gruppo. Valori che emergono soprattutto con avversarie alla propria portata.

“Vittoria bella forse anche perché molto sofferta”, tuona capitan Angelino con estrema sincerità. “Non potevamo essere al top e lo sapevamo. A nessuna avversaria si può regalare una settimana pressoché senza allenarci. Per fortuna la nostra grinta e la nostra determinazione a continuare la striscia positiva dopo la vittoria di domenica contro il Gran Blues Cafè, ci ha fatto tirare fuori tutto il nostro orgoglio di squadra unita e compatta che ci ha consentito di agguantare il risultato pieno. Certo non era partita per i deboli di cuore, ma, alla fine, l’incontro di oggi fa capire che con la prerogativa di impegnarci sempre al massimo, si possono superare tante difficoltà”.

Coach Lello Curcio annuisce, anche se precisa di essere contento per il risultato e non per il gioco espresso. Ma giustifica le sue atlete per i motivi su esposti. Benché oramai abbia la nomea di ‘incontentabile’, riesce a sorridere comunque e a considerare il bicchiere mezzo pieno, com’è giusto che sia, e a prendere atto della crescita di alcune atlete che acquisiscono sempre più consapevolezza dei propri mezzi, anche se i margini di miglioramento sono ancora tanti.

In barba a tutti i ‘ma’ ed i ‘se’ si mostra euforico il presidente Gennaro Morelli che, nell’elevare al cielo il bicchiere di spumante rigorosamente italiano, fa intendere che l’anno solare, per la sua giovane creatura, non si poteva concludere in modo migliore.

“In un clima di piena austerity – dice facendo un simpatico paragone con la realtà sociale – incassiamo questi sei punti delle ultime due gare, dopo essere stai fermi pressoché un mese, con estrema soddisfazione, rimandando le pur dovute puntualizzazioni ad un altro momento, a quando la squadra si ritroverà nello spogliatoio con mister Curcio. Ringrazio le nostre ‘gufette’ per averci dato quest’altra gioia e il pubblico che, nonostante l’orario ed il giorno feriale, non ha fatto mancare il proprio apporto alle nostre atlete. Voglio dare atto, alla fine, a tutti i miei collaboratori che si stanno impegnando al massimo affinché non venga lasciato niente di intentato per un progressiva crescita del Club Volley GPD Saviano. Nell’imminente 2013, che auguro a tutti pieno di soddisfazioni e successi, personali e sportivi, speriamo di confermare quanto di buono è stato fatto nell’anno che va a concludersi. E, perché no, di migliorarci. Auguri a tutti!!!”.

GPD SAVIANO 3 – VAIRANO 0 (25/20 – 30/28 – 25/21)

SAVIANO: Napolitano (L1); Di Pippo Coppola (L2); Petillo (4); Tatarella; Di Nardo (9); Irollo (19); Angelino (13); Bocchino (3); Auriemma (8); Rocco (2); De Lucia (6); Riccio. Coach: Lello Curcio; Dirigente accompagnatore: Mariangela Notaro.

VAIRANO: Cioffi (L1); Chieppa (8); Cicerone (8); Cipollone (2); Cocco (7); D’Andrea (5); Lista; Loffredo; Lombardo (14); Rizzo. Coach: Morelli Vincenzo.

Arbitro: Germano Vicinanza da Salerno.

Note: Durata complessiva: 1h ’05; spettatori 70 circa; Muri/Punto: 5/7; Battute vincenti: 10/2

CLASSIFICA:

1 VOLARE BENEVENTO 30
2 NORMANNI AVERSA 26
3 V. PROJECT PONTECAGNANO 18
4 MAESTROICT STABIAE 18
5 ASD ALP VOLLEY AVERSA 17
6 VOLALTO CUS 16
7 G.P.D. VOLLEY 13
8 M.GUERRIERO ARZANO VOLLEY 9
9 ACCADEMIAVOLLEYBATT 8
10 INDOMITA SALERNO 8
11 VAIRANO 7 8
12 GRAN BLUES CAFÈ 5
13 VBC ISOLAVERDE 0

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.