Home > Attualità > Con i proventi del “Gran Ballo di Natale 2”: sono 40 le famiglie bisognose a (...)

Con i proventi del “Gran Ballo di Natale 2”: sono 40 le famiglie bisognose a ricevere il pacco alimentare

lunedì 31 dicembre 2012, di Maria Beneduce


Somma Vesuviana – Quando la solidarietà è frutto delle bene verso il prossimo sono i cittadini a renderla reale. Sono quaranta le famiglie che hanno ricevuto il paco alimentare, frutto del ricavato del “Gran Ballo di Natale 2”, a scopo benefico, svoltosi lo scorso 20 dicembre al “Madison” di Somma Vesuviana. I beneficiari sono di Sant’Anastasia, Somma Vesuviana e San Giuseppe Vesuviano. La selezione è stata avviata attraverso la Caritas dei tre comuni del Vesuviano, ed anche grazie alla segnalazione di famiglie in difficoltà date dalla Commissione Pari Opportunità di Sant’Anastasia, con la quale i due ideatori dell’evento, Valerio Visone e Fabio Fornaro, entrambi anastasiani, hanno confezionato i 40 pacchi alimentari destinati “a famiglie in difficoltà”, precisa il direttore artistico, avvocato e dj per diletto Valerio Visone. “Il tutto si è realizzato, e ne sono felicissimo. Le consegne sono state avviate sabato e si sono concluse in queste ore, il tutto in collaborazione coi i parroci locali dei diversi comuni”. I ‘fattorini’ delle consegne hanno suonato ai campanelli delle famiglie individuate, completando il loro giro a poche ore dal gran cenone di capodanno. “Abbiamo ricevuto una calda accoglienza da tutte le famiglie incontrate – dicono i fattorini del sorriso - abbiamo tentato di completare le nostre visite prima del pomeriggio, perché anche se questo è solo un piccolo contributo, per chi possiede poco potrebbe essere veramente tanto”. Intanto l’avvocato Valerio Visone e l’imprenditore Fabio Fornaro già pensano a quante famiglie potranno consegnare i sussidi con beni primari con il prossimo evento che riusciranno ad organizzare a scopo benefico. “Attraverso segnalazioni e la consultazione della lista dei bisognosi, è stato possibile far pervenire il sussidio di Natale, e ricevere tanti sorrisi. Posso dire che la nostra soddisfazione non è cosa da poco, già rispetto allo scorso anno abbiamo potuto, grazie al buon cuore dei tanti partecipanti al ballo e agli sponsor, far crescere il numero di famiglie da aiutare, ed un comune in più, San Giuseppe Vesuviano”. Al tutto hanno collaborato il circolo dei Lions Club San Giuseppe Vesuviano ed il Circolo politico del Buon Governo di Somma Vesuviana. Tanti gli sponsor con marchi nazionali che hanno voluto dare il loro apporto ad una serata da un significato pregnante e tra questi: Riccardo Franzese Boutique; Ammirati viaggi; Crispo e da Padova “Tobia’s giochi”. Una lode all’iniziativa a scopo benefico giunge dalla Presidente Commissione Pari Opportunità Comune di Sant’Anastasia, nonché Componente Commissione Pari Opportunità Regione Campania, Francesca Beneduce che sottolinea “siete riusciti a bypassare i limiti oggettivi dei servizi sociali, che spesso per ottemperare alla burocrazia non riescono a dare una pronta risposta al territorio. I nuovi poveri, mi riferisco alle tante famiglie che in questo disastrato anno ormai agli sgoccioli, hanno perso il lavoro e con esso la speranza di un futuro, che non sono abituati ne a chiedere ne tanto meno, con enorme dignità, ad ostentare la propria difficoltà, senza di voi, non avrebbero potuto beneficiare di questo piccolo ma grande gesto di solidarietà, grazie per la vostra sensibilità”. L’avocato Visone, noto anche come ‘dj Visone’, e l’imprenditore Fornaro, ribadiscono i loro ringraziamenti “a tutta l’organizzazione, e tutti coloro che in qualsiasi forma hanno reso possibile questa ‘piccola magia’, mettendo il cuore nel Gran Ballo di Natale 2. Grazie agli artisti ed al proprietario del Madison, che ci ha dato una location d’eccezione ed agli sponsor. Grazie”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.