Home > Cronaca > Fiorillo: "Con i fatti risposte alla città"

Fiorillo: "Con i fatti risposte alla città"

Il capogruppo di maggioranza risponde alle accuse di SEL

mercoledì 25 luglio 2012, di Gennaro Addato


DA METROPOLIS DEL 24 LUGLIO 2012

Pollena Trocchia. Ad una settimana di distanza dall’intervista a Roberto Braibanti, presidente della sezione locale di Sinistra Ecologia e Libertà, il leader del gruppo di maggioranza “Insieme per costruire”, Pasquale Fiorillo, risponde punto per punto alle critiche mosse contro la giunta Pinto. La prima dichiarazione è un affondo al rivale, reo di aver assunto “posizioni incoerenti con il partito che rappresenta, di cui fanno parte l’ex vicesindaco Giovanni Busiello ed altri membri della giunta Maione (precedente all’attuale amministrazione ndr). Una giunta immobile, incapace di portare a termine persino le opere pubbliche cui avevano dato inizio. Un esempio su tutti, il cimitero comunale – sostiene Fiorillo – per il quale noi ci siamo invece attivati ed entro l’anno, nonostante alcune difficoltà impreviste, riusciremo anche a dare delle risposte al territorio”.

È però un dato che il Piano degli Insediamenti Produttivi arriverà, se tutto va bene, dopo ben quattro anni di governo. “Per quanto riguarda il PIP non bisogna dimenticare che abbiamo ereditato una situazione complicata da diversi contenziosi. Nonostante ciò la commissione comunale ha ormai aggirato l’ostacolo adeguando il Piano Urbanistico Attuativo (strumento propedeutico al PIP) alle aree disponibili. A differenza della passata amministrazione, che proponeva un centro commerciale a svantaggio delle imprese locali, noi punteremo sulle piccole e medie aziende per creare un polo industriale che non lasci indietro nessuno”.

SEL mette in discussione il lavoro fatto sull’area archeologica del parco Europa. “Ma se proprio su questo punto ci siamo spesi con un impegno enorme. Senza aiuti da enti sovracomunali siamo riusciti ad ottenere numerosi riconoscimenti grazie al lavoro delle Università. L’ultimo in ordine di tempo è particolarmente importante e ci permetterà di tenere aperti gli scavi tutto l’anno, senza più dover limitare le campagne al solo periodo estivo. Questo in futuro ci permetterà di dirottare maggiori fondi su interventi legati ad un’area archeologica che ha delle potenzialità di cui ci rendiamo ben conto”.

Mentre riguardo all’ambiente, il 50 percento di rifiuti differenziati è stato considerato un po’ pochino, soprattutto se paragonato ad alcuni comuni limitrofi. “Che però hanno un’isola ecologica da molto più tempo. Da noi quest’importante opera pubblica è stata inaugurata solo il mese scorso e certamente con il tempo le percentuali saliranno. Sottolineo che la nostra isola ecologica sorge su un suolo comunale, a differenza di comuni limitrofi non siamo costretti a pagare un canone. Infine, Braibanti non dimentichi che con l’assessore alla nettezza urbana della precedente giunta, attualmente tesserato al suo partito, non si andava oltre lo 0,2”.

La critica più pesante è quella che vi dipinge come attaccati a misure ordinarie, senza un’idea di sviluppo del paese. “Siamo convinti che per governare bene un paese bisogna cominciare dall’ordinario ma l’idea di sviluppo c’è. Abbiamo dimostrato di pensare alle prossime generazioni consegnandogli un paese pulito, con degli insediamenti produttivi, con degli impianti sportivi fruibili da tutti, un asilo nido (che dovrebbe sorgere nel centro Paolino Avella ma per il quale ancora non sono stati sbloccati fondi europei ndr) ed anche un parco pubblico nelle zone periferiche come quello che sorgerà a via Musci”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.