Home > Cronaca > Pollena Trocchia. Centrosinistra debole e ancora spaccato

Pollena Trocchia. Centrosinistra debole e ancora spaccato

Pochi votanti alle primarie per scegliere i parlamentari del PD e di SEL

venerdì 4 gennaio 2013, di Gennaro Addato


Pollena Trocchia. Partiti di centrosinistra deboli e sempre più spaccati al proprio interno. Questi gli unici dati che emergono dalle consultazioni dello scorso weekend promosse da PD e SEL per la scelta dei propri candidati alla Camera e al Senato. Scarsissima l’affluenza alla sede di corso Umberto I, dove nell’intera giornata di sabato 29 dicembre si sono recati solo 260 elettori.
Tra i democratici a fare il pieno di voti è stata l’ex Margherita Teresa Armato, che si è accaparrata ben 105 preferenze su 182 votanti totali. Il resto dei voti li ha incassati Tonino Amato (78), consigliere regionale vicino ad Aldo Maione. Solo 37 sono andati a Gaudino e 27 a Lanza, entrambi esclusi dalla rosa dei papabili parlamentari.
Situazione diversa per SEL, che dopo i 119 votanti racimolati al primo turno per Nichi Vendola (contro i 216 equamente divisi tra Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi) alle parlamentarie incassa poco più di 80 voti. La maggioranza (58) è andata a Salvatore Iacomino, mentre Tonino Scala (sponsorizzato sul territorio dal presidente della sezione, Roberto Braibanti) si è fermato a quota 28 preferenze. Proprio Braibanti ha denunciato con una lettera aperta diffusa sui social network e indirizzata ai vertici del suo partito pesanti brogli ai danni del suo candidato avvenuti in altre sezioni della provincia di Napoli.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.