Home > Cronaca > Pollena Trocchia. Opposizione polemica sulla riorganizzazione (...)

Pollena Trocchia. Opposizione polemica sulla riorganizzazione dell’Apicella

Con un manifesto murario partiti e associazioni attaccano l’amministrazione e difendono il pronto soccorso.

venerdì 1 giugno 2012, di Gennaro Addato


DA METROPOLIS DEL 30 MAGGIO 2012

Il destino dell’Apicella torna a dividere la politica. È prevista per questo pomeriggio la presentazione di un protocollo d’intesa frutto dell’accordo tra il comune di Pollena Trocchia e l’ASL Na3SUD, protocollo duramente contestato con un manifesto diffuso ieri da Francesco De Simone (Procuratori dei cittadini), Vincenzo Sannino (Cittadinanzattiva), Aldo Maione (PD) e Raffaele Di Fiore (UDC).
Al primo cittadino non sarebbe bastato determinare di fatto la chiusura del pronto soccorso, adesso per scopi elettorali avrebbe pensato bene di organizzare un protocollo d’intesa con l’ASL Na3SUD ben sapendo di decretare la fine dell’ospedale di Pollena Trocchia: questo in sintesi il j’accuse rivolto direttamente al “signor Pinto, sindaco in scadenza”, che si conclude con una domanda che non lascia spazio ad interpretazioni: “forse, sicuro della sua rielezione a sindaco, pensa già di vendere i suoli dell’ospedale come ormai da tempo si dice in giro?”.
I quattro firmatari del manifesto hanno continuato l’invettiva rivolti a Maurizio D’Amora, direttore dell’ASL competente, ricordando come la sua nomina sia stata “molto sofferta dalla politica regionale” e in particolare “finalizzata alla riapertura del pronto soccorso di Pollena Trocchia”. A riprova di ciò il fatto che i consiglieri regionali che lo avrebbero scelto alla guida dell’ASL “si stanno attualmente prodigando per questo e non certo per un protocollo d’intesa”. Il riferimento è ai consiglieri Antonio Amato (PD) e Biagio Iacolare (UDC), nonché all’assessore regionale Pasquale Sommese, i quali si sono già espressi favorevolmente alla riapertura del pronto soccorso dell’Apicella in diverse sedi.
“Non conosco il contenuto dell’accordo tra comune ed ASL – ha affermato Raffaele Di Fiore, commissario cittadino del partito di Casini – ma una cosa è certa: noi vogliamo solamente che venga riaperto il pronto soccorso e certamente non è questo che il sindaco intende presentare ai cittadini questo pomeriggio”. E sulla collaborazione sempre più stretta con Aldo Maione, consigliere comunale in quota PD, ha aggiunto: “E’ un’intesa che va avanti su singole questioni sulle quali condividiamo delle idee, come quella sull’organizzazione dei disoccupati. Le elezioni sono un’altra cosa”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.