Home > Cronaca > SeL si spacca sulla scelta del prossimo candidato sindaco. Si dimette il (...)

SeL si spacca sulla scelta del prossimo candidato sindaco. Si dimette il presidente

domenica 27 maggio 2012, di Gennaro Addato


DA METROPOLIS DEL 27 MAGGIO 2012

Pollena Trocchia. Scossone nel circolo locale di “Sinistra e Libertà”. Il presidente, Roberto Braibanti (nella foto), ha deciso di rassegnare le proprie dimissioni e ha affidato al più famoso dei social-network un testo che spiega le motivazione alla base di questa scelta destinata a far discutere.
“Ho sempre creduto – ha scritto dopo una breve analisi della politica nazionale e territoriale – che la scelta del prossimo sindaco dovesse essere finalmente in controtendenza con quelle degli ultimi vent’anni per poter battere una destra clientelare, consociativa oltre che dannosamente immobile da quattro anni dal punto di vista programmatico. Esprimendo quindi, una personalità che non avesse alcun aggancio con il passato politico di questo paese ne’ con le logiche spesso “nepotistiche” che lo hanno da sempre governato”. Un ragionamento, ci tiene a precisare “esclusivamente politico” e che va al di là di simpatie personali. “Ho invece preso atto – continua il testo della nota – che questa mia posizione è largamente minoritaria nel circolo, che ha deciso di proseguire secondo una continuità col passato. Questo mi rende impossibile continuare a ricoprire il ruolo di presidente in quanto non coerente con le mie convinzioni. Presento di conseguenza le mie dimissioni”.
Sono passati pochissimi mesi dall’apertura della sezione pollenese del partito di Vendola, al quale entusiasticamente aderirono i consiglieri di minoranza Giovanni Busiello, Alessandro Gargiulo e Giuseppe Nappo (tutti con una grossa esperienza politico-amministrative alle spalle). Ben poche sono state le iniziative e le uscite pubbliche di dirigenti e militanti, ma tant’è: è bastato l’avvicinarsi delle elezioni amministrative (previste a Pollena Trocchia per la primavera 2013) per segnare la rottura tra l’homo novus Braibanti ed i vecchi rappresentati della politica locale. Divergenze d’opinioni che, assicurano da ambienti vicini, difficilmente potranno essere superate. “Aspetto la prossima assemblea del partito per discutere meglio di questa questione – ha dichiarato Giovanni Busiello – auspicando ad un ripensamento da parte di Roberto Braibanti, che ad ogni modo si è comportato in una maniera impeccabile ed elegante”. E sul prossimo appuntamento elettorale ha aggiunto: “Credo che la strategia vincente sia quella di avere un giusto mix tra vecchio e nuovo, ma sono anche convinto che le dinamiche qui a Pollena Trocchia non permettano di portare avanti il suo discorso. C’è bisogno di essere radicati sul territorio e non so un “Masaniello” quanto potrebbe portarci lontano”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.