Home > Sport > Club Volley GPD Saviano: in 7 fanno tremare la Marianna Guerriero (...)

CAMPIONATO REGIONALE DI PALLAVOLO FEMMINILE SERIE "C"

Club Volley GPD Saviano: in 7 fanno tremare la Marianna Guerriero Arzano!

Il grintosissimo vice presidente Paolino Napolitano ha dovuto mordere il freno per aver visto la squadra fare di necessità virtù. Insieme al presidente Gennaro Morelli è soddisfatto per aver mantenuto la settima posizione in classifica a 14 punti.

lunedì 7 gennaio 2013, di Mauro Romano


Pressoché tutti d’accordo. Coach, dirigenti, atlete e quel nugolo di tifosi che segue costantemente il Club Volley GPD Saviano anche in trasferta, che il punto portato via dalla trasferta di Arzano, con avversaria la giovanissima compagine della “Marianna Guerriero”, sa di qualche rimpianto, ma per alcuni versi è da ritenersi guadagnato per la situazione di estrema precarietà in cui è maturato.

Prima di tutto per l’assenza di ben cinque elementi della ‘rosa’ che ha costretto mister Lello Curcio a schierare – senza poter scegliere - tutte le effettive a sua disposizione, appena sette, senza avere un cambio a disposizione.

Pur nonostante, anche se le ‘gufette’ sono state protagoniste di un avvio in negativo (7/2 – 16/12) hanno mostrato di saper tirare fuori la grinta e risalire la china fino ad uno speranzoso 21 pari. Rincorsa resa vana da banalissimi errori quando tutto sembrava girare per il meglio.

La mancanza di decisione nel momento clou della gara ha fatto si che a sprintare in modo vincente fossero le padroni di casa, trascinate da una strepitosa Ester Russillo, autrice di 22 punti, ‘top/scorer’ insieme al capitano avversario Annalisa Angelino. Subito a ruota nel marcatempo figurano la sempre prolifica Elena Irollo (20) in campo savianese e Marica Sicuranza (17) per l’Arzano, con Ilaria Auriemma (13) e Brunella Cozzolino (9) buone outsider nelle rispettive formazioni.

Il 25/23 premia le atlete locali e rimanda le ostilità alla ripresa del gioco, che, di contro, vede le giocatrici del presidente Gennaro Morelli partire a spron battuto e assicurarsi un discreto vantaggio (3/8) per poi arrivare alla seconda sospensione tecnica quasi appaiate (15/16). A questo punto è Elena Irollo a pigiare forte il piede sull’acceleratore, ben coadiuvata dalla ritrovata vena delle compagne.

Tutte insieme, in un crescendo inarrestabile, conducono in porto la parità, fissando il secondo parziale sul 22/25. Il terzo tempo scorre all’insegna dell’equilibrio. Il primo colpo di frusta lo assestano le giovani di coach Giancarlo Marino (16/12 – 18/16), ma Angelino e compagne sembrano non curarsene ed iniziano una portentosa rimonta che le porta a rovesciare a proprio favore le sorti del set (22/25) e a portarsi in vantaggio nel conto dei parziali (1/2).

E proprio qui sembra essere finita la benzina per le savianesi, nel mentre che le portacolori del presidente Piscopo, in virtù di una maggiore freschezza atletica, dovuta anche a cambi appropriati capaci di dare nuova linfa alla manovra del sestetto di casa, prendevano il largo (8/3 – 16/10 – 25/18) rinviando il verdetto al tie-brek che non riusciva a scuotere più di tanto le ospiti ormai alla frutta, per aver dato tutto senza un attimo di respiro per l’impossibilità di poter effettuare cambi.

Melania Pavia e compagne ormai viaggiavano a doppia velocità (8/4) e nonostante l’ultimo sussulto d’orgoglio delle savianesi, il risultato chiudeva inesorabilmente il 5° set sul 15/10 suggellando il 3 a 2 finale, peraltro meritatissimo per le atlete di casa e non oltremodo penalizzante per le ospiti.

“E’ vero - confida con un pizzico di rammarico il coach savianese Lello Curcio – devo confessare che quando ci siamo trovati sul 2 a 1 per noi, ho sperato nel colpaccio. Purtroppo non essendo le nostre ragazze in grado di mantenere lo stesso ritmo iniziale, in aggiunta alla mancanza di cambi, non ci è stato concesso di fare di più. Comunque dico brave alle atlete che sono riuscite a portare a casa un punto importante per la nostra classifica in un momento delicatissimo per la mancanza di ben cinque atlete. E credo che questa evenienza abbia fatto la differenza in campo. Peccato!”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il grintosissimo vice presidente Paolino Napolitano che ha dovuto mordere il freno per aver visto la squadra fare di necessità virtù. Insieme al presidente Gennaro Morelli è soddisfatto per aver mantenuto la settima posizione in classifica a 14 punti.

Festeggia il compleanno in modo soddisfacente l’opposto Ilaria Auriemma, autrice di un’ottima prova e di 13 punti all’attivo, tutti realizzati nei primi tre set, finché la difesa avversaria non è diventata una saracinesca inviolabile a neutralizzare con ottima disposizione tattica la maggior parte degli attacchi savianesi!

“Eravamo abituate ai cambi che il mister ci faceva fare ripetutamente in partita. Non essendo possibile oggi la cosa, abbiamo sofferto un po’ di più nella tenuta atletica, poiché non abituate a maratone del genere tutte d’un fiato. Ma siamo contente del punto conquistato”.

Auguri Ilaria, la prossima volta andrà meglio! Così come si ripromette Rossella Bocchino, ‘sacrificata’ nel ruolo di centrale da inizio stagione, e che, raccogliendo gli umori di tutte le compagne di squadra, con consapevolezza afferma che:

“Col passare del tempo, in campo è diventata una lotta impari poiché le avversarie si alternavano ripetutamente e con buoni risultati mentre noi non potevamo. Ce l’abbiamo messa tutta, ma oggi non ci era consentito il minimo sbaglio. Per tutte noi il punto conquistato ci premia e non riteniamo penalizzante il non averne conquistato almeno il secondo al 5° set. Oggi, nelle condizioni in cui versavamo, era veramente difficile poter fare di più”.

MARIANNA GUERRIERO ARZANO 3 – GPD SAVIANO 2 (25/23 – 22/25 – 22/25 – 25/18 – 15/10)

ARZANO: D’Auria; Pavia (5); Climaco (1); Postiglione (8); Di Costanzo (8); Amitrano; Cannavacciuolo (7); Brasile; Sicuranza (17); Russillo (22); Cozzolino (9). Allenatore: Giancarlo Marino.

SAVIANO: Napolitano (L); Petillo (6); Bocchino (7); Rocco (5); Irollo (20); Angelino (22); Auriemma (13). Allenatore: Lello Curcio; Dirigente accompagnatrice: Mariangela Notaro.

Arbitro: Amedeo Galloppi.

Note: Durata complessiva: 1h ’35; Spettatori: 50 circa; Muri/punto: 8/8; Battute vincenti: 11/6.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.