Home > Cronaca > Elezioni a Volla. Salvatore Ricci: "Andiamo avanti, rivotatemi"

Elezioni a Volla. Salvatore Ricci: "Andiamo avanti, rivotatemi"

domenica 6 maggio 2012, di Gennaro Addato


DA METROPOLIS DEL 4 MAGGIO 2012

Una ricandidatura nel segno della continuità quella di Salvatore Ricci. Medico generico, sposato e padre di uno studente liceale, il sindaco uscente si presenta alle prossime elezioni forte dell’esperienza amministrativa di questi cinque anni. “Nonostante partimmo nel difficile momento dell’emergenza rifiuti possiamo dire di aver fatto veramente tante cose – ha dichiarato – Abbiamo innanzitutto costruito ex novo l’edificio scolastico di va Napoli, che si aspettava da dieci anni, spendendo solo 600 mila euro a fronte dei sei miliardi di lire previsti inizialmente. Siamo tra i pochi a garantire ancora la mensa scolastica, pur con grandi sacrifici e abbiamo inoltre destinato a liceo scientifico una struttura che doveva diventare un comando per i vigili urbani, puntando molto sull’istruzione. Abbiamo continuato a sostenere i servizi sociali, che costituiscono una grossa spesa nel nostro bilancio ma che riteniamo fondamentali per non trascurare nessuna categoria. Scegliere di puntare sul sociale e sulla scuola ci è costato tanto, ma abbiamo preferito seguire queste scelte difficili, ma che ritenevamo giuste”.
Rispetto al PUC, argomento caldissimo di questa campagna elettorale, la posizione resta ferma: “Prima si sono dichiarati tutti contrari, ora invece vedo che cominciano a dirsi favorevoli al PUC. La verità è che la sinistra si è opposta a questo PUC solo perché non è stata in grado di portarlo avanti. Noi riteniamo che questo sia uno strumento necessario per lo sviluppo serio e pianificato del territorio, per il quale mi sono battuto e ho lottato tanto. Chi combatte il PUC – attacca ancora Ricci – non è interessato al bene del paese dal momento che solo attraverso questo strumento chi vorrà potrà costruire abitazioni per sé e per i propri figli. Ma non sono previste solamente case: nel PUC si parla di strade, aree verdi, aree attrezzate, parcheggi. Tra dieci anni avremo un paese completamente rinnovato in senso positivo. In provincia di Napoli molti comuni non hanno gli strumenti urbanistici e noi, che vogliamo dotarcene, non possiamo pensare di rimanere indietro”.
Ogni progetto futuro poggia le sue basi proprio sul PUC, secondo il sindaco uscente: “Il motivo è semplice – spiega – ci darà la possibilità di costruire opere pubbliche importanti, di far decollare la cittadella sportiva, di creare parcheggi che non ci sono ed anche la famosa piazza di cui nessuno più parla, ma di cui si sente la mancanza a Volla. Oggi sento altri candidati parlare di isola ecologica e di energie rinnovabili ma voglio mettere in chiaro che sono tutte cose già previste e che vanno solamente riconfermate. Visto che siamo noi ad averle pensate, spero che avremo anche l’onore di metterle in pratica”.
Per i cittadini di Volla saranno ben sei i candidati tra cui scegliere il futuro sindaco, anche se solo tre tra questi sono supportati dai partiti. “Io sono contrario all’antipolitica – ha sentenziato Ricci – Ognuno può scegliere il candidato sindaco che preferisce, ma io sono convinto che l’antipolitica porti a solo a scegliere persone che in futuro andranno a far parte di questo o di quel partito. Mi rendo conto che i partiti sono in una fase di crisi, ma bisogna anche capire che è la società in generale vive una crisi, che piano piano va superata”.
Sui risultati delle elezioni si dice invece fiducioso: “Sono in tanti i cittadini che mi hanno supportato e che sono convinti di voler andare avanti insieme a me. Sento di avere il loro sostegno e sono sempre a disposizione per ascoltare i loro consigli”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.