Home > Attualità > Quintetto a fiati della banda dell’Arma dei Carabinieri “Crescere nella (...)

Quintetto a fiati della banda dell’Arma dei Carabinieri “Crescere nella cultura della legalità “

mercoledì 23 gennaio 2013


Nell’ambito dei percorsi di legalità che l’Istituto Comprensivo Pomigliano “G. Falcone – Catullo, che da anni svolge sul territorio della nostra città, in quanto presidio di legalità e formazione, ha organizzato per sabato 26 gennaio alle ore 18.00 presso l’Auditorium Catullo di via Grosseto – Pomigliano d’Arco il concerto.

Tra i professori d’orchestra sarà presente un ex allievo della Scuola Media “Catullo” il m° Salvatore Terracciano che ha frequentato negli anni ’90 il Corso di strumento musicale in quanto scuola media ad indirizzo musicale.

La Banda dei Carabinieri è diretta dal maestro direttore, Tenente Colonnello Massimo Martinelli che ha compiuto gli studi musicali al conservatorio di S. Cecilia di Roma, diplomandosi in composizione,
direzione d’orchestra, musica corale e direzione di coro, pianoforte e
strumentazione per banda. Dopo la laurea in etnomusicologia ha
conseguito la laurea specialistica in musicologia e beni musicali
presso la facoltà di lettere e filosofia dell’Università “La Sapienza” di
Roma e quella in management musicale presso il Conservatorio di
musica di S. Cecilia.

La Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri è nota in ogni parte del
mondo per la varietà del suo repertorio, per la perfezione formale delle
sue esecuzioni e per il fascino che suscitano i suoi orchestrali, con le
loro splendide uniformi, la magnifica compostezza, la profonda
vocazione musicale.
La banda dei Carabinieri attualmente è composta da 102 elementi
reclutati e selezionati accuratamente. E’ nota in ogni parte del mondo
per la varietà del suo repertorio, per la perfezione formale delle sue
esecuzioni e per il fascino che suscitano i suoi orchestrali.
Le origini del complesso musicale risalgono al 1820 quando, per la
prima volta, il Corpo dei Carabinieri Reali comprese nel suo organico
un nucleo di trombettieri. Tale formazione fu trasformata, nel 1862, in
fanfara e attraverso successive modifiche assunse nel 1920 una
fisionomia più ampia e la denominazione di Banda Musicale dell’Arma
dei Carabinieri. Il complesso ha conosciuto importanti successi
esibendosi in città quali Parigi, Londra, Bruxelles, Madrid, Berlino,
Montreal, Edimburgo, New York, Philadelphia, Washington, Tel Aviv.
Memorabile è l’esibizione alla presenza del Papa Karol Woytila
durante la prima visita ufficiale di un pontefice alla Camera dei
Deputati. Uno degli ultimi appuntamenti della Banda Musicale
dell’Arma dei Carabinieri è stato al Festival Internazionale di Musica
Militare "Spasskaya Bashnya", a Mosca dal 1° all’8 settembre 2012.
Alcuni giornalisti l’hanno definita "una banda sinfonica che suona
come un’orchestra".
Le interpretazioni vanno dalle marce militari alla interpretazione di
standard di diverso genere: dalla musica leggera alla lirica, alla
napoletana.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.