Home > Attualità > Comunicati Stampa > CHI HA PAURA DELL’UOMO NERO?

CHI HA PAURA DELL’UOMO NERO?

Evento per il giorno della memoria al Pan organizzato dal Cad Provincia Napoli

giovedì 24 gennaio 2013


“Chi ha paura dell’Uomo Nero? La vita a colori” è l’evento in programma sabato 26 Gennaio prossimo, alle ore 10.00 al Centro Polifunzionale “Soccavo” del Comune di Napoli. L’evento è promosso dall’assessorato al Welfare e il patrocinio del Comune di Napoli, dall’Associazione Arte per le Marche (Antonella Ventura e Elvio Ciccardini) ed dal CAD Sociale Provincia di Napoli ( Presidente Francesco Muzio).

L’evento cade 24 ore prima della giornata nazionale dedicata alla Memoria proprio per consentire ai giovani delle scuole di partecipare ad una iniziativa corale e positiva, dove l’obiettivo è promuovere un concetto: anti-razzista, anti-violenza a favore della Vita sempre! Con questo concept si vuole celebrare la vita nella sua bellezza in ogni sua diversità.

“Chi ha paura dell’Uomo Nero? La vita a colori” è un concept che nasce da Antonella Ventura, curatore d’arte e Elvio Ciccardini, professore di economia. Prendendo spunto dall’arte del pittore romeno Madalin Ciuca, hanno colto dal corpus unico di tre opere, 50 x 70, olio su tela, il bianco e il nero della stessa faccia di un unico Uomo, al fine di esprimere il gioco perverso delle contraddizioni umane. Espressionista di pennellate incisive e taglienti, Madalin Ciuca è un artista materico-metaforico che trae dalle forme evidenti della sagoma umana un ritratto profondo e incisivo, dove l’Uomo è tridimensionale, fatto cioè di spirito, carne e intelligenza.
Celebrare l’antirazzismo diviene un valore assoluto che esalta la bellezza, la conoscenza e l’evoluzione stessa della nostra società. Per questo Arte per Le Marche ha chiesto a persone del mondo della cultura e dell’impegno sociale un contributo per un così alto messaggio.

Il momento incontro si terrà al Polifunzionale di Soccavo (Napoli) e vedrà la partecipazione di varie personalità del mondo istituzionale, religioso, sociale, scolastico, con invito alle scolaresche a proporre brevi lavori, ed, in conclusione, l’esibizione di gruppi folkloristici italiani e stranieri a simboleggiare l’uguaglianza tra le razze. Inoltre prenderanno parte attiva all’evento anche il S.I.L.S.E. (Sindacato Indipendente Lavoratori Stranieri in Europa) e la F.I.L.S.E.M (Federazione Stranieri in Italia).

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.