Home > Attualità > Comunicati Stampa > Ercolano, il comboniano Alex Zanotelli per un cammino di pace

Ufficio stampa Radio Siani

Ercolano, il comboniano Alex Zanotelli per un cammino di pace

Per l’importanza del tema e l’amicizia con don Marco Ricci Radio Siani non poteva esimersi dal partecipare a questa iniziativa, di cui è media partner.

giovedì 24 gennaio 2013


Ercolano. Un cammino per la pace per trasmettere al territorio un messaggio di speranza e giustizia sociale. Questa l’idea alla base dell’iniziativa organizzata da don Marco Ricci, parroco di S. M. della Consolazione ad Ercolano.

Ospite dell’appuntamento sarà Alex Zanotelli, missionario comboniano, operatore di pace e giustizia sociale. Sarà un suo intervento a concludere il cammino per la pace che avrà luogo ad Ercolano venerdì 25 gennaio a partire dalle ore 18.30

La partenza è prevista dall’ingresso antico degli Scavi. Quattro in tutto le tappe ad indicare i punti di questo cammino. La prima avrà luogo nei pressi della parrocchia di S. Caterina, dove don Salvatore Scaglione terrà un breve intervento sul tema della pace. Secondo stop nei pressi di Radio Siani, dove un rappresentante della radio della legalità leggerà un intervento sulla giustizia. Nuova fermata nei pressi della casa comunale dove sul tema della libertà interverrà una famiglia. L’ultima tappa, quella sulla verità, avrà luogo nella chiesa di S. M. della Consolazione con Alex Zanotelli.

Per l’importanza del tema e l’amicizia con don Marco Ricci Radio Siani non poteva esimersi dal partecipare a questa iniziativa, di cui è media partner.

Avrà luogo anche un intervento musicale a cura di Vincenzo Mondola che suonerà ‘Angeli’, una sua canzone sulla guerra di qualche anno fa, quanto mai attuale.

Cordialmente,
Ufficio stampa Radio Siani

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.