Home > Politica > I GD e il PD chiedono il sorteggio degli scrutatori

ELEZIONI POLITICHE FEBBRAIO 2013

I GD e il PD chiedono il sorteggio degli scrutatori

In un momento di scollamento della società dalla sua classe politica è importante che tutti i cittadini abbiano la stessa possibilità di partecipare al processo elettorale in qualità di scrutatori.

giovedì 31 gennaio 2013


Il Partito Democratico e i Giovani Democratici di Marigliano, congiuntamente hanno protocollato presso l’ufficio comunale una nota indirizzata al Sindaco e ai membri della Commissione Elettorale per richiedere che in occasione della nomina degli scrutatori per le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio venga effettuato un SORTEGGIO pubblico tra TUTTI gli aventi diritto, ovvero tra tutti coloro, i quali siano in possesso dei requisiti richiesti e che ne abbiano fatto domanda.

La legge elettorale, nota come "porcellum", all’art.9 regolamenta suddetta nomina, senza specificare alcun criterio rispetto alla selezione degli individui, quindi nulla vieta alla commissione di procedere con un sorteggio tra gli iscritti all’albo e poi nominare i sorteggiati senza nessuna ’intermediazione’ politica.

In un momento di scollamento della società dalla sua classe politica è importante che tutti i cittadini abbiano la stessa possibilità di partecipare al processo elettorale in qualità di scrutatori. Non è giusto, né trasparente, che un cittadino abbia più possibilità di un altro solo perché in cambio di riconoscenza, fa richiesta personale a un membro della commissione elettorale di essere nominato.
Inoltre, considerato che la platea degli iscritti all’albo degli scrutatori da cui attingere, è in gran parte formata da giovani studenti o in attesa di occupazione, sarebbe veramente difficile comprendere le motivazione di una scelta per un criterio diverso dal sorteggio.
I Democratici si impegneranno con tutti gli strumenti a disposizione e in tutte le sedi (il gruppo consiliare PD, attraverso il cons. Sorrentino, ha già comunicato tale richiesta all’intero Consiglio Comunale nell’ultima celebrazione del 24 gennaio) affinché sia garantita la massima trasparenza e sia evitata ogni tipo di disparità o favoritismo che la chiamata diretta e nominativa comporta. Non possiamo permettere di far passare per l’ennesima volta un normale diritto per un favore.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.