Home > Appuntamenti > Visciano, la Compagnia Teatrale "Totò" presenta "Le voci di dentro"

SPAZIO TEATRO FESTIVAL 2013

Visciano, la Compagnia Teatrale "Totò" presenta "Le voci di dentro"

L’ultima delle sei opere in rassegna ci viene proposta dal gruppo locale. Tutto il ricavato delle serate sarà interamente devoluto alla piccola Opera di Padre Arturo.

venerdì 1 febbraio 2013, di Mauro Romano


Con “Le voci di dentro” una delle commedie forse più enigmatiche e sconosciute del maestro Eduardo De Filippo, si chiude domenica prossima 3 febbraio la quarta rassegna teatrale “Spazio Teatro Festival 2013” di Visciano.

Protagonisti i ‘padroni di casa’ della Compagnia Totò, per la regia di Saverio Corbisiero.

"Lo Spazio Teatro Festival” è una rassegna Nazionale di Teatro amatoriale a scopo di beneficenza nata dall’idea che, attraverso il mezzo dell’arte e del teatro in particolare, sia possibile sensibilizzare le persone intorno alle situazioni di grave emarginazione, ed in questo modo promuovere una sensibilità attenta e solidale verso le persone socialmente svantaggiate.

Infatti le compagnie partecipanti allo STF non prendono compensi se non un piccolo rimborso spese. Tutto il ricavato delle serate sarà interamente devoluto alla piccola Opera di Padre Arturo.

Quest’anno gli spettacoli hanno avuto un unico filo conduttore, la diversità. DIVERSITA’ nei generi, dal poetico al drammatico, dal comico al tragico, DIVERSITA’ di esperienza, nazionali ed internazionali, che hanno arricchito il bagaglio culturale ed umano degli attori che sono saliti sul palco della Rassegna della Città di Visciano.

PARTENOPE è l’opera che ha aperto la quarta edizione dello STF 2013, che ha visto il ritorno di Ciro Zangaro dopo il grande successo di pubblico e critica del 2008 con Percorrendo Cechov. Testo poetico, inno all’amore oltre ogni limite fisico e spirituale; discorso sensuale ed emotivo che coinvolge con gesti, parole musica e immagine ... “Partenope” che nell’ultimo fotogramma diventa il “Vesuvio” che abbraccia Napoli è un quadro che resta negli occhi e nel cuore.

LA RELIQUIA DI SAN GIACINTA, presentata dai vincitori dell’ultima edizione dello STF, è una commedia dai toni irriverenti. Risate e battute si susseguono con ritmo incalzante, terminando con il meritato e lungo applauso a quelli che sono i cugini acquisiti della Rassegna.

CHOCOLAT, l’opera di Roberta Costantini, ha attraversato i confini nazionali imponendosi in molti festival europei ed oltre. E’ stato il cuore della manifestazione con musica, balli, recitazione, ritmo, costumi. Tutto è stato un calibrato intreccio capace di creare e ricreare le emozioni del film e del libro da cui è tratto. Ma lo spettacolo ha vita propria, non brilla di luce riflessa: non c’è Johnny Depp, ma c’è un gruppo affiatato che diventa un unico corpo nei movimenti e nella magia del palcoscenico.
L’AFFARE PURPO ALLESSO vede l’ingresso nella rassegna della bravura e dell’estro artistico dei fratelli Mignano. Tecnica e precisione, battute coinvolgenti e temi che entrano nella vita quotidiana di ogni spettatore assicurano il successo della commedia. Un lavoro che premia le personalità di cui si compone la compagnia.

CRAVATTARI, l’ultima opera proveniente da "fuori", rappresenta la scommessa vinta di questa manifestazione. Tema scottante, attuale, sociale; scene crude, drammatiche, tragiche; ritmo che cresce, pathos che coinvolge e sconvolge. Lacrime e commozione, silenzio assoluto per più di un’ora nella sala del Centro giovanile Padre Arturo D’Onofrio che ospita la rassegna. Silenzio che avvolge la rappresentazione e enfatizza ancora di più toni dell’opera che paralizza grandi e piccoli fino al finale con un lunghissimo, ininterrotto applauso che nasce più dall’anima, dallo sdegno, dalla riflessione che non dalle mani.

Ultima proposizione, quella di domenica prossima, “LE VOCI DI DENTRO” della Compagnia Teatrale Totò, i padrone di casa! Dopo le innumerevoli repliche di Filumena Marturano, Corbisiero e i suoi attori ritornano con una delle commedie forse più enigmatiche e sconosciute del maestro Eduardo. In un finale ancora da scrivere, perché, alla fine, si è solo agli inizi!!

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.