Home > Sport > Volley: Super GPD Saviano, niente da fare per l’ALP Aversa

CAMPIONATO REGIONALE DI PALLAVOLO FEMMINILE SERIE "C"

Volley: Super GPD Saviano, niente da fare per l’ALP Aversa

Un’affermazione corale con meriti da attribuirsi a tutte le atlete scese in campo.

mercoledì 13 febbraio 2013, di Mauro Romano


Saviano (Na) - La vittoria del cuore, della grinta, della veemente reazione nei momenti difficili della gara, della consapevolezza di poter tenere testa anche ad avversari di spessore, quale l’ALP Aversa di stasera, terza forza del campionato e seria pretendente ai play-off, nonostante il doppio passo falso: quello casalingo dello scorso turno contro Pontecagnano tra le mura amiche – antagonista con le stesse prerogative di casa Aversa - e stasera, al termine di una gara rocambolesca ma che, alla fine ha assegnato l’intera posta in palio, con merito! alle portacolori della “Città del Carnevale”, le quali, alla distanza, sono riuscite ad imporre il proprio gioco e a prevalere dopo un braccio di ferro durato fino al 28/26 del 3° set, poiché, dopo, è stata una passeggiata, quasi una marcia trionfale, per capitan Annalisa Angelino e compagne.

Giocano alla pari col più quotato avversario le ‘gufette’ di coach Lello Curcio e rispondono colpo su colpo alle temibili rivali che fino al primo time-out tecnico viaggiano con un esiguo vantaggio (6/8) nonostante il mister aversano, Stefano Narducci, lagni la temporanea assenza della palleggiatrice Claudia Napolitano, che ritiene elemento determinante per l’economia del gioco della sua squadra.

Fatto sta che con tutti gli annessi ed i connessi, le atlete care al presidente Gennaro Morelli non ci stanno a bissare la defaillance della scorsa settimana avvertita nel finale del 4° set in quel di Caserta e pigiano forte il piede sull’acceleratore per portare i giochi a proprio favore (16/15) ed incrementare il vantaggio (18/15 – 23/19) in virtù di un gioco corale ed incisivo azionato dalle velenose battute di Teresa ‘king’ Petillo, ancora oggi autrice di una prestazione sopra le righe impreziosite da 6 ‘Ace’ e 2 punti con tocchi di 2a.

Il 25/20 rimanda alla seconda frazione dove i giochi si invertono in virtù della veemente reazione aversana che mette in campo tutto il proprio potenziale. Il positivo rientro in partita della Napolitano (suoi 7 punti di cui 2 ace e 1 muro/punto) favorisce le ‘bocche di fuoco’ delle atlete di terra di lavoro (principalmente Marta Razzino, 18 i suoi punti! ma anche Angela Menozzi (13), Francesca Della Volpe (10) e Flora Canzanella (10) che rendono pan per focaccia alle stordite padroni di casa. I parziali parlano chiaro: 7/8 – 11/14 – 14/17.

La battuta della solita Petillo ed una ‘scarica’ di Caterina Antignano e di capitan Angelino riducono il distacco a -2 (20/22) costringendo coach Narducci al time-out discrezionale. Ma è solo un’illusione poiché tra bravure delle avanti ospiti ed errori decisivi nelle fila savianesi, si chiude senza storia sul 20/25.

Ci prendono gusto le aversane ed iniziano il terzo tempo sulla stessa lunghezza d’onda. Ma si trovano di fronte, stavolta, un Saviano che scaccia le streghe tante volte apparse in questo campionato e che rientra in partita ribattendo colpo su colpo (8/6 – 12/12 – 16/15 – 20/21).

A questo punto coach Lello Curcio getta nella mischia Ilaria Auriemma e Ada Tatarella, nonché Andrea Nucete al successivo punto aversano. Due contestatissime decisioni arbitrali portano il punteggio sul 21/24 e la frittata in casa savianese sembra fatta! Ma il mister di casa riporta in ‘diagonale’ Antignano/Petillo, e le ‘gufette’, incoraggiate da un muro della scalpitante Nucete, prendono quota recuperando non solo lo svantaggio, ma ancora con Petillo in battuta, in un finale di set mozzafiato, ribaltano il punteggio (28/26) portandosi in vantaggio nel conto set per 2 a 1.

Accusano il colpo le atlete targate ALP e nella quarta frazione di gioco lasciano campo libero alle euforiche ma spietate savianesi che, sospinte in fase offensiva dall’ispiratissima Elena Irollo, ancora top/scorer dell’incontro con 20 punti all’attivo, da capitan Angelino e da un lampo di 5 segnature di una rivitalizzata Anna Di Nardo, - che trova la giusta concentrazione e ripaga la fiducia che tecnico e società ripongono in lei - chiudono impetuosamente l’ormai monologo, lasciando alle malcapitate ospiti appena 13 punti nel parziale.

Un’affermazione corale con meriti da attribuirsi a tutte le atlete scese in campo. Dal fulcro dell’ottima retroguardia impiantata sul libero Mara Napolitano, che gratifica le proprie prestazioni con sempre maggior sicurezza di partita in partita … alla regia di una sempre più convincente Petillo, alla spinta offensiva delle inossidabili Angelino, Irollo, dell’ultima arrivata Antignano … ma anche al contributo dato ogni volta che sono state chiamate in campo da Ilaria Auriemma, Rossella Bochino, Susy De Lucia, Ada Tatarella, Claudia Rocco e la ritrovata Elvira Peluso.

Il 3 a 1 finale consente all’ambiente savianese di bissare i festeggiamenti del rinomato carnevale per questo successo che può considerarsi il segno più indicativo ed incisivo dell’intera stagione. Anche se il gioco accusa ancora qualche lacuna, è giusto constatare che la ritrovata vena e l’appuntamento con la vittoria non è da attribuire al solo “cuore”, alla sola “voglia di fare”, ma anche e soprattutto quella ‘quadratura del cerchio’ che coach Lello Curcio è riuscito a dare alla squadra, una volta recuperato tutte le effettive e con il prezioso arrivo di Caterina Antignano e la parziale disponibilità di Andrea Nucete, che conferiscono al sestetto potenza e qualità. Fossero state arruolabili dall’inizio, chissà adesso di cosa staremmo a parlare …

Consensi unanimi per le padrone di casa, soprattutto dai vertici societari – il presidente Gennaro Morelli ed il suo vice Paolino Napolitano, la dirigente accompagnatrice Mariangela Notaro, ogni componente della dirigenza e dell’area tecnica – nonché da quel nugolo di ‘fedelissimi’ che non fanno mancare il proprio apporto alle ‘gufette’ neanche in trasferta. Bravi tutti! Bravo mister Lello Curcio! … che sta riuscendo ad amalgamare il gruppo in modo sempre più concreto e redditizio.

Ovviamente delusione e rammarico in campo ospite, che coach Stefano Narducci evidenza con chiarezza di idee e senza mezzi termini: “La forzata rinuncia alla nostra palleggiatrice Claudia Napolitano ci ha penalizzati non poco nel primo set” afferma. “Poi, quando avevamo ristabilito la parità e portatici avanti 24/21 nel 3° set, ci siamo lasciati sfuggire di mano la situazione in modo incredibile quanto inammissibile, per poi cedere di schianto. Per i play-off niente e compromesso, ma è tempo che ci diamo una mossa se non vogliamo perdere ulteriore terreno nei confronti delle squadre che hanno lo stesso obiettivo e che, per fortuna, fanno registrare le nostre stesse indecisioni, non riuscendo a dare continuità ai risultati. I mezzi li abbiamo, ma in queste ultime gare non siamo riusciti ad esprimerli. E questo non va!”.

E noi ci chiediamo: il Club Volley GPD Saviano, riconquistato il 5° gradino della graduatoria e trovandosi a -4 della stessa ALP Aversa e a -5 dalla prossima avversaria Pontecagnano, che ruolo potrà recitare nel prosieguo di campionato? La risposta la rinviamo a sabato sera, al ritorno dalla trasferta salernitana … quando i punti di differenza potrebbero essere 2 o 8.

Distacchi intermedi poco interessano, se non per la propria autostima o per la propria delusione, anche se questo campionato ci si sta abituando a colpi di scena imprevedibili. L’importante è che non si smetta mai di sognare! Poi, sarà quel che sarà!!!

GPD SAVIANO 3 - ALP AVERSA 1 (25/20 – 20/25 – 28/26 – 25/13)
SAVIANO: Tatarella; Petillo (8); Angelino(18); Di Nardo (7); Bocchino (2); Riccio; Auriemma (2); Irollo (20); Rocco (1); Peluso; Nucete (3); Antignano (11) Peluso; Napolitano (L);. Coach: Lello Curcio; Dirigente accompagnatore: Mariangela Notaro.

AVERSA: Rossi (5); Apicella (2); Napolitano (7); Antonelli; Della Volpe (10); Seggiotti; Menozzi (13); Razzino (18); Canzanella (3); Greco (2); Ianniello (L1); D’Amico (L2). Coach: Stefano Narducci; dirigente accompagnatore: Antonio Pesante

Arbitro: Giovanni Moscariello federazione Salerno

Note: durata complessiva: 1,20; spettatori: 50 circa; Muri/Punto: 6/6; Battute Vincenti: 13/3.

AREA COMUNICAZIONE Club Volley GPD Saviano: dr. Mauro Romano.

CLASSIFICA:

1 VOLARE BENEVENTO 42

2 NORMANNI AVERSA 35

3 PONTECAGNANO 28

4 ALP VOLLEY AVERSA 27

5 G.P.D. VOLLEY 23

6 VOLALTO CUS 22

7 MAESTSTABIAE 21

8 INDOM SALERNO 19

9 VITALE AUDIO SO 14

10 VAIRANO 13

11 M.G. ARZANO VOLLEY 11

12 ACCADEMIBATT 10

13 VBC ISOLAVERDE 1

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.