Home > Attualità > Comunicati Stampa > Nola: Cerimonia di apertura formazione forense 2013

Nola: Cerimonia di apertura formazione forense 2013

Il tema del convegno, che per il rango dei relatori assume una valenza nazionale, è IL NUOVO ORDINAMENTO FORENSE riformato dopo 80 anni

mercoledì 13 febbraio 2013


Giovedì prossimo (14 febbraio 2013), per l’intera giornata (l’evento è diviso in due sessioni), si terrà presso l’Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Parthenope (piazza G. Bruno a Nola), la
CERIMONIA DI APERTURA FORMAZIONE FORENSE 2013 organizzata dalla Scuola Bruniana della Fondazione Forense di Nola e dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola, in collaborazione con la sezione di Nola dell’ANM.

Il tema del convegno, che per il rango dei relatori assume una valenza nazionale, è IL NUOVO ORDINAMENTO FORENSE riformato dopo 80 anni, dalla legge 31 dicembre 2012, n. 247 (pubblicata nella G.U. 18 gennaio 2013, n. 15), entrata in vigore il 2 febbraio scorso.

Un argomento di straordinaria attualità ed importanza per il mondo forense, che sarà approfondito e commentato dai rappresentanti nazionali istituzionali, politici e associativi dell’Avvocatura italiana: dal presidente del Consiglio Nazionale Forense, Avv. Prof. Guido Alpa, dal presidente della Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Forense, Avv. Alberto Bagnoli, dal presidente dell’OUA (Organismo Unitario dell’Avvocatura), Avv. Nicola Marino, dal Presidente dell’AIGA (Associazione Italiana Giovani Avvocati), Avv. Dario Greco, e dal Segretario Generale ANF (Associazione Nazionale Forense), Avv. Ester Perifano.
A coordinare il dibattito pomeridiano il Direttore della Scuola Bruniana, Avv. Mario Papa, già presidente nazionale dell’AIGA.

Interventi molto importanti, soprattutto in prospettiva di un impegno che vedrà, nei prossimi mesi, il C.N.F. e la Cassa Forense chiamati ad adottare quei regolamenti e quegli atti necessari, richiamati dalla legge di riforma, necessari a dare piena attuazione a una riforma storica e armonizzare le tante novità introdotte dalla legge n. 247 del 2012.

Un’attesa laboriosa, che si prospetta molto intensa e impegnata, da cui dipende la possibilità di scandire i tempi di attuazione di una legge che, quando entrerà pienamente in vigore, darà un nuovo assetto alla categoria, più moderna sì, ma nel tempo stesso rispettosa di una tradizione e di un ruolo costituzionalmente riconosciuto.

Al fianco dei vertici nazionali dell’Avvocatura italiana, ci sarà la partecipazione e l’intervento dei presidenti dei Consigli forensi del distretto della Corte d’Appello di Napoli, di magistrati e di rappresentanti dell’ANM.

I nodi risolti e quelli irrisolti dal nuovo Ordinamento saranno affrontati, in un clima di dura autocritica, nella sessione mattutina, alla quale interverranno tutti i presidenti degli Ordini Forensi del distretto di Napoli e, dopo l’introduzione dell’Avv. Antonello Boccia (Consigliere Segretario dell’Ordine di Nola) e dell’Avv. Vincenzo Scolavino (Vicedirettore della Fondazione Forense di Nola), si confronteranno l’Avv. Bruno Piacci (consigliere del CNF per il distretto di Napoli), l’Avv. Michele Cerabona (Presidente della Sottocommissione distrettuale per gli Esami di Avvocato 2012), l’Avv. Francesco Caia (presidente dell’Ordine di Napoli) e il dott. Paolo Mancuso (Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Nola).

«La nuova legge professionale ha rilanciato il ruolo dell’Avvocato nella società moderna a tutela di una funzione costituzionalmente garantita - sostiene l’avv. Francesco Urraro, Presidente del Consiglio Forense di Nola - e ha inaugurato una nuova stagione di rapporti istituzionali all’interno dell’Avvocatura che vedrà gli Ordini territoriali impegnati in un dialogo proficuo con il Consiglio Nazionale per approfondire e comprendere a pieno le nuove regole».

Ancora una volta un tema di grande attualità dà il via al nuovo anno formativo della Scuola Bruniana, strumento operativo della Fondazione Forense di Nola costituita dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola. Lo scorso anno, il tema d’attualità scelto dalla Scuola Bruniana aveva permesso di accendere i riflettori sul ruolo dell’Avvocato in una prospettiva di qualità e sulla responsabilità del magistrato nell’esercizio della giurisdizione.

Un anno dopo le luci sono puntate ancora una volta sull’Avvocato, quello nuovo, quello che verrà plasmato dalla nuova legge ordinistica, che pone l’accento sulla deontologia e sulla qualità della categoria, attraverso una più realistica specializzazione professionale.

«La sfida della modernità e della crisi economica, che attanaglia anche la classe forense - afferma l’avv. Mario Papa, Direttore Generale della Fondazione Forense di Nola - si vince con il rilancio della qualità professionale, che deve spaziare su nuovi contenuti per rispolverare l’antico prestigio, sopito nell’immaginario collettivo, di una figura di neo-intellettuale organico ad una società che ha bisogno di chi sa rendere riconoscibili diritti e tutele minacciati da poteri incontrollati».

Dunque, una nuova figura di legale con l’obiettivo di superare un modello svalutato di avvocato a favore di un esempio nuovo, impegnato a corrispondere qualità ed essere interprete di una funzione sociale fondamentale nello Stato di diritto.

PRIMA SESSIONE: giovedì 14 febbraio 2013 ore 9,30-13,00
LE PROBLEMATICHE VISSUTE DAGLI ORDINI TERRITORIALI E LE RISPOSTE DI UNA RIFORMA ATTESA DA 80 ANNI
Saluti Dott. Antonio Buonajuto [Presidente Corte Appello Napoli]
Dott. Lucio Aschettino [Presidente ANM Nola]
Prof. Federico Alvino [Preside Giurisprudenza Parthenope]
Avv. Francesco Urraro [Presidente COA Nola]
Introduzione
Avv. Antonello Boccia [Consigliere Segretario COA Nola]
Avv. Vincenzo Scolavino [Vicedirettore Fondazione Forense di Nola]
Discussant
Avv. Francesco Caia [Presidente COA Napoli]
Avv. Michele Cerabona [Presidente Commissione Esami Avvocato]
Dott. Paolo Mancuso [Procuratore della Repubblica presso Tribunale di Nola]
Avv. Bruno Piacci [Consigliere CNF]
Interventi
Avv. Fabio Benigni [Presidente COA Avellino]
Avv. Bruno Salzarulo [Presidente COA Sant’Angelo dei Lombardi]
Avv. Camillo Cancellario [Presidente COA Benevento]
Avv. Alessandro Diana [Presidente COA Santa Maria C.V.]
Avv. Carmine Monaco [Presidente COA Ariano Irpino]
Avv. Gennaro Torrese [Presidente COA Torre Annunziata]
Avv. Franco Tortorano [Presidente dell’Unione Regionale Forense]
Coordinatore
Dario Del Porto [La Repubblica]

SECONDA SESSIONE: giovedì 14 febbraio 2013 ore 15,00-18,00
I REGOLAMENTI ATTUATIVI: L’OCCASIONE PER UNA SVOLTA.

Discussant
Avv. Prof. Guido Alpa [Presidente CNF]
Avv. Alberto Bagnoli [Presidente Cassa Forense]
Avv. Dario Greco [Presidente AIGA]
Avv. Ester Perifano [Segretario Generale ANF]
Avv. Nicola Marino [Presidente OUA]
Coordinatore
Avv. Mario Papa [Direttore Generale Fondazione Forense di Nola]

Il Responsabile dell’Ufficio Stampa
Dott. Salvatore Esposito

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.