Home > Cronaca > Villa abusiva: sulle carte risultava essere solo un noccioleto. Nei guai un (...)

Villa abusiva: sulle carte risultava essere solo un noccioleto. Nei guai un 40enne

sabato 16 febbraio 2013, di Giovanna Salvati


OTTAVIANO/SAN GIUSEPPE VESUVIANO - Un’altra operazione di controllo contro i reati di abusivismo in città che orma sembrano proliferare ogni giorno di più. Sono stati gli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Ottaviano, dipendenti dal Coordinamento Territoriale per l’Ambiente del Parco Nazionale del Vesuvio, hanno denunciato all’Autorità giudiziaria il sign. B. L. (proprietario ed esecutore), per il reato di abusivismo edilizio in località Profica Paliata , nel comune limitrofo di San Giuseppe Vesuviano all’interno dell’area protetta del Parco Nazionale del Vesuvio.I controlli, sono scattati, a seguito di mirati servizi di sorveglianza del territorio finalizzati alla prevenzione ed alla repressione di reati ambientali e in particolare al contrasto dell’abusivismo edilizio. Gli agenti del Corpo Forestale giunti nella località sopra indicata per controlli sulla regolarità di lavori edili in esecuzione, unitamente all’ufficio tecnico del Comune di San Giuseppe Vesuviano, hanno accertato che le opere realizzate non erano state autorizzate mancando dei nulla osta dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio e della Soprintendenza ai Beni Ambientali nonché del rilascio del permesso a costruire dell’Ente Comunale. Pertanto si è proceduto al sequestro dell’immobile e dell’area antistante con le opere abusivamente realizzate. Gli abusi edilizi consistono nella realizzazione ex novo di muri in cemento e pietra posti sul perimetro del fondo per una lunghezza complessiva di circa 500 metri lineari, con altezza variabile da 1,30 mt. a circa 2,50 mt; pavimentazione e impermeabilizzazione di tutta l’area a verde antistante il manufatto per complessivi 5000 metri quadrati; piantumazione di essenze arboree estranee alla flora mediterranea.
Sul manufatto risultavano invece realizzate opere in difformità ad una autorizzazione orami scaduta e soggette ad altro tipo di autorizzazione quali il permesso a costruire. A preoccupare i Forestali è proprio l’eccessiva impermeabilizzazione dell’area che come noto va ad incidere in maniera significativa sul deflusso delle acque meteoriche nelle zone a valle creando numerosi disagi.
Per il Sign. B. L. di anni 40 (proprietario ed esecutore) è scattata quindi la denuncia all’Autorità Giudiziaria e una corrispondente sanzione amministrativa oltre all’obbligo successivo di ripristinare lo stato dei luoghi.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.