Home > Attualità > Liceo Calamandrei, gli studenti del quinto anno restano alla sede (...)

Liceo Calamandrei, gli studenti del quinto anno restano alla sede centrale.

martedì 19 febbraio 2013, di Pierluigi Montella


VOLLA. Manca ormai poco alla fine dell’anno scolastico, ma gli studenti della sede distaccata del liceo Calamandrei di Napoli, sita nel Comune di Volla, dovranno continuare per il restante prosieguo dell’anno scolastico ad andare a lezione alla sede centrale dell’istituto, a causa dell’insufficienza delle aule che non permettono a due classi quinte di frequentare in loco. Qualche mese fa, avevano ottenuto l’augurio che la situazione sarebbe stata presumibilmente risolta dopo la fine delle vacanze natalizie, ma soltanto fra una ventina di giorni sarà possibile cominciare i lavori di adeguamento di alcune aule del vicino Istituto comprensivo De Sica, la cui iniziale destinazione era quella di fungere da archivio comunale. «La Provincia già nel mese di giugno ci aveva indicato che non poteva provvedere, per mancanza di fondi, all’adeguamento delle aule - dice l’assessore alla Pubblica istruzione, Simona Mauriello - e ci assumemmo noi, di conseguenza, l’impegno per consentire l’adeguamento dei locali. Nel bilancio di previsione 2013 abbiamo stanziato i fondi per questi lavori e in questi giorni sarà pronta la determina per gli stessi, la quale - spiega l’assessore -essendo un atto d’ufficio è competenza dell’ingegnere comunale, e per l’espletamento di tutte le procedure burocratiche, fra cui l’affidamento della gara d’appalto per l’aggiudicamento dei lavori. Abbiamo voluto rassicurare la Preside del liceo Calamandrei - conclude - assicurandole che per il nuovo anno scolastico le aule saranno pronte e che quindi poteva accettare serenamente le iscrizioni anche per gli alunni che intenderanno frequentare nella sede distaccata». Anche l’assessore all’Urbanistica, Riccardo Festa, ci ha confermato che i lavori dovrebbero iniziare una volta espletate tutte le procedure d’appalto e che il Comune ha saputo farsi carico della carenza di fondi da parte della Provincia. Purtroppo, però, anche l’assessore Festa ci conferma che gli studenti della sede distaccata attualmente frequentanti l’ultimo anno dovranno adattarsi a ad andare ancora nella sede centrale, data l’impossibilità tecnica di iniziare ed ultimare i lavori entro il mese di maggio. Intanto, l’assessore Mauriello ci anticipa che si è cercato di provvedere anche agli studenti di Volla ancora in fasce: l’amministrazione Guadagno ha proposto alla Regione Campania un progetto per la realizzazione di un “Micronido”, cioè di un asilo nido per bambini dagli 0 ai 36 mesi, da realizzare grazie ai Fondi Europei per lo Sviluppo Regionale. Ancora nulla è possibile sapere in merito ai tempi per l’eventuale approvazione, da parte degli uffici di via Santa Lucia e quindi se il progetto rimarrà sulla carta o diventerà realtà.

di Pierluigi Montella

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.