Home > Sport > Il club volley GPD Saviano dei miracoli espugna Pontecagnano

CAMPIONATO REGIONALE DI PALLAVOLO - SERIE "C" FEMMINILE

Il club volley GPD Saviano dei miracoli espugna Pontecagnano

Mister Lello "Curcio ci spiega la psicologia delle sue mosse: " “In una partita del genere, quando perdi senza scampo il 1° set con appena 13 punti all’attivo, ti giochi tutto mandando in campo altre atlete che hai a disposizione".

mercoledì 20 febbraio 2013, di Mauro Romano


Non conosce ostacoli la marcia del Club Volley Gpd Saviano. Dopo l’affermazione interna del turno scorso contro l’Alp Aversa (3a in classifica) le gufette del presidente Gennaro Morelli riservano la stessa sorte alle portacolori del Pontecagnano (attuali 4e in graduatoria) con identico punteggio, (3/1) rinsaldando il 5° gradino della generale - impensabile a pronosticarsi appena qualche tempo fa - in una partita sconsigliabile ai deboli di cuore!

Non è stato facile sia nel primo che nel secondo caso. Ma con una veemente reazione degna delle migliori squadre di rango, ci sono riuscite, dimostrando un gioco efficace e piacevole dovuto ad un’ottima intelaiatura di squadra e ad una determinazione che fa onore alle atlete scese in campo, doti che hanno consentito di ribaltare, contro Pontecagnano, l’autentica debacle del primo set, quando le salernitane viaggiavano impetuosamente a vele spiegate.

E’ mister Lello Curcio a spiegarci la ‘psicologia’ delle sue mosse. “In una partita del genere, quando perdi senza scampo il 1° set con appena 13 punti all’attivo, ti giochi tutto mandando in campo altre atlete che hai a disposizione. In questo caso, o perdi inesorabilmente magari ancora con distacchi abissali, oppure ribalti la situazione. Oggi, contro Pontecagnano ci è andata bene per la forza e la determinazione del gruppo che ho a disposizione. I cambi hanno sortito l’effetto voluto perchè le ragazze, nell’alternarsi più volte, sono entrate in campo determinate e decise a fare risultato. Abbiamo cominciato a lottare punto dopo punto contro le bravissime antagoniste, capovolgendo le sorti dell’incontro col minimo scarto nel 2° e 3° set (23/25 e 24/26) … per poi dare la stoccata finale con un definitivo, plebiscitario 15/25 a nostro favore. Sono orgoglioso del gruppo che ho a disposizione. Sono atlete fantastiche. Sapevo già della loro forza d’animo prim’ancora che delle loro doti tecniche che stanno convogliando nell’ottimo gioco di squadra partita dopo partita. Con queste splendide performance, dopo periodi assolutamente bui, credo si stiano guadagnando la stima e l’affetto della dirigenza, del pubblico e mia personale. Speriamo di continuare così!”.

Infatti, il coach savianese ha virtualmente giocato con 10 atlete, alternando più volte la diagonale opposto/palleggiatrice – da Petillo/Antignano a Tatarella/Auriemma e viceversa – e inserendo con la precisione di un orologio svizzero Andrea Nucete al centro dell’attacco, “alzando” così, il muro, e consentendo alla palleggiatrice di turno di avere uno sbocco offensivo in più!!!

Tutto riuscito alla perfezione! Dopo un primo set a senso unico, quando le salernitane sospinte da una Giulia Rago in grande spolvero, top/scorer dell’incontro con 17 punti – ben coadiuvata da Francesca Spirito e Candida Viscido – lanciavano in campo avverso attacchi all’arrabbiata … e esibivano una difesa dai tentacoli insuperabile … e sputavano cannonate in battuta … e zittivano ogni tentativo di reazione avversaria in virtù di una condotta di gara ineccepibile sotto ogni punto di vista … non so quante squadre avrebbero avuto una forza di reazione così veemente, da ripartire con piglio diverso e soprattutto incisivo e redditizio.

Nel secondo e terzo set si è assistiti ad una bella pallavolo, con le forze in campo ad equivalersi. Si è combattuto punto a punto dopo una netta prevalenza iniziale delle padroni di casa (6/0 – 8/4 – 12/5 13/10). A dare la svolta l’ingresso in campo di una ritrovata Ada Tatarella ed una Ilaria Auriemma dagli innegabili continui progressi … seguiti a ruota dall’altrettanto decisivo entrata della funambolica Andrea Nucete, solo parzialmente a disposizione del tecnico savianese in questa stagione. E’ una partita a scacchi tra quel diavolo di Lello Curcio ed il mister Sergio Daniel Meneghetti che, ad un certo punto, non sa più cosa inventarsi per contrastare l’onda rovinosa delle savianesi. Le due compagini impattano prima a 17 e poi a 23, ma a dare il colpo di reni è il sestetto della dirigente accompagnatrice Mariangela Notaro, che chiude con un doppio attacco di Elena Irollo, abilissima a fare breccia nel muro avversario, cancellando d’un tratto qualche ombra nella sua prestazione odierna, a cui (modestamente!) non siamo abituati.

Prese le misure alle avversarie salernitane che non ci stanno a porgere l’altra guancia, le gufette ribattono colpo su colpo senza alcun timore riverenziale mettendo con decisione il piedino in avanti nel conteggio del 3° set (11/12 – 14/16 – 21/22). Le giovanissime atlete del dirigente accompagnatore Maurizio Memoli, - che a fine gara lagna una fiscalità eccessiva dell’arbitro, il sig. Sabino Zeppolo di Avellino, che ha praticamente penalizzato il gioco della sua palleggiatrice – con una doppia bravura si portano sul 24 pari. A chiudere, però, un errore in battuta dalla nuova entrata Calvanese ed una risposta stupenda da fondocampo della provvidenziale Andrea Nucete!

L’ultimo sussulto di Giulia Rago e compagne illude di poter riacciuffare la parità dei set. Ma dal 12/9 si assiste ad un break fenomenale della gufette con capitano Annalisa Angelino in battuta che assesta il punteggio al secondo time-out tecnico sul 12/16. Le salernitane vanno in scoramento totale. Ne approfitta l’armata ospite che avanza a ‘carrarmato’. A chiusura, stavolta è Teresa Petillo a bruciare le mani alle esterrefatte avversarie (anche dalle ripetute ‘doppie’ chiamate alla sfiduciata palleggiatrice Francesca Memoli). La splendida performance dell’intera squadra, ormai padrona del campo, si chiude con una palla giudicata sul ‘nastro’, a seguito di quattro battute vincenti della solita Petillo concentrata al massimo. E’ un ineccepibile 15/25 e 3 a 1 finale per il Club Volley GPD Saviano, che fa registrare il consolidamento della 5a posizione in classifica della compagine del presidente Gennaro Morelli e il regredire dal 3° alla 4° gradino della generale del Project Pontecagnano, superato di 2 punti dall’Alp Aversa che, come detto, nello scorso turno ha subito lo stesso trattamento dalle gufette.

Ovviamente raggiante l’intero organigramma del team savianese che, per bocca del presidente Gennaro Morelli e del suo vice Paolino Napolitano, esterna la propria soddisfazione. “Sapevamo che il nostro ‘roster’ è composto da atlete eccezionali, sia per valore tecnico che per l’attaccamento ai colori sociali, anche quando i risultati non arrivavano. Adesso che le nostre ragazze si stanno comportando in modo egregio dandoci esiti fantastici, anche superiori alle nostre aspettative, non possiamo che essere fieri e soddisfatti delle nostre scelte. Reagire contro squadre di rango dopo essere state in svantaggio, è sinonimo di maturità e di qualità. E di questo diamo merito a loro ed al nostro responsabile dell’area tecnica, Lello Curcio, che ha saputo plasmare in modo perfetto una squadra con atlete ex novo, come nuova è la nostra società. Che dire, se non di restare con i piedi per terra e di giocarci le nostre chance di continuare a ben figurare, di partita in partita e … a fine campionato vedremo cosa siamo stati in grado di raccogliere in termini di punti e di posizione in classifica. Viviamo alla giornata nella consapevolezza che il nostro progetto va avanti oltre le più rosee previsioni, sia per la classifica che occupiamo che per le fantastiche emozioni che stiamo vivendo. Grazie a tutti per questi momenti fantastici!”.

PROJECT PONTECAGNANO 1 – CLUB VOLLEY GPD SAVIANO 3 (25/13 – 23/25 – 24/26 – 15/25)

PONTECAGNANO: Spirito (11); Cocozza; Rago (17); Viscido (13); Memoli (1); D’Arco (11); Erra (2); Taiani; Calvanese; Del Regno (7); D’Amico (L). Coach: Sergio Daniel Meneghetti; dirigente accompagnatore: Maurizio Memoli.

SAVIANO: Tatarella (6); Petillo (7); Angelino(12); Di Nardo (4); Bocchino (2); Auriemma (6); Irollo (9); Rocco; Peluso; Antignano (5); Nucete (10); Napolitano (L). Coach: Lello Curcio; Dirigente accompagnatore: Mariangela Notaro.

Arbitro: sig. Sabino Zeppolo – federazione di Avellino.

Note: durata complessiva: 1h ‘22; spettatori: 50 circa; Muri/punto: 6/8; Battute vincenti: 15/9.

Area comunicazione GPD Saviano: dott. Mauro Romano

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.