Home > Cronaca > Rifiuti: Ispra, al recupero 57,5% di quelli speciali. 8,2% in (...)

Rifiuti: Ispra, al recupero 57,5% di quelli speciali. 8,2% in discarica

I rifiuti pericolosi recuperati sia sotto forma di materia che di energia sono oltre 2 milioni di tonnellate.

mercoledì 20 febbraio 2013


(ASCA) - Roma, 14 feb - Nel 2010, i rifiuti speciali complessivamente gestiti in Italia sono stati circa 145 milioni di tonnellate, di cui 133 milioni (il 91,8% del totale) costituiti da rifiuti non pericolosi e i restanti 12 milioni (8,2%) da rifiuti pericolosi. E’ quanto rileva la dodicesima edizione del Rapporto Rifiuti Speciali dell’ISPRA.

La forma di gestione prevalente e’ rappresentata dal recupero di materia, con il 57,5% del totale dei rifiuti gestiti, seguono il trattamento chimico, fisico e biologico, con il 17,2%, lo stoccaggio prima dell’avvio ad operazioni di recupero/smaltimento (14,8%) e lo smaltimento in discarica con l’8,2%. In particolare, nel 2010, i rifiuti non pericolosi avviati alle operazioni di recupero di materia sono stati circa 81,4 milioni di tonnellate: alle operazioni di smaltimento sono stati invece avviati oltre 30 milioni di tonnellate di rifiuti non pericolosi (22,6% del totale non pericoloso gestito); lo smaltimento in discarica, con oltre 11 milioni di tonnellate, rappresenta il 37,1% del totale dei rifiuti speciali non pericolosi smaltiti.

I rifiuti speciali pericolosi vengono avviati soprattutto ad operazioni di smaltimento, che interessano complessivamente 9,5 milioni di tonnellate, circa l’80% del totale gestito.

L’operazione di smaltimento maggiormente utilizzata e’ il trattamento chimico fisico, con circa 7,3 milioni di tonnellate, il 76,3% del totale. Nel 2010, in discarica sono state avviate 777 mila tonnellate (8,2%). I rifiuti pericolosi recuperati sia sotto forma di materia che di energia sono oltre 2 milioni di tonnellate.

bye

FrancoM


Cittadinicampanixunpianorifiutialternativo mailing list
Cittadinicampanixunpianorifiutialternativo@inventati.org
https://www.autistici.org/mailman/listinfo/cittadinicampanixunpianorifiutialternativo

Dr.Gaetano Rivezzi Pediatra Az Osped Caserta - Presidente Medici per l’Ambiente Caserta e Coordinatore regionale Campania ISDE Italia garivezzi@tin.it

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.