Home > Politica > Pollena Trocchia. Di Fiore (UDC): "Dato politico nazionale non va confuso (...)

Pollena Trocchia. Di Fiore (UDC): "Dato politico nazionale non va confuso con quello locale"

In una lettera il commissario cittadino del partito di Casini spiega come a suo avviso vadano letti i risultati del voto alle politiche.

mercoledì 27 febbraio 2013, di Gennaro Addato


Pollena Trocchia. Raffaele Di Fiore, commissario cittadino dell’UDC e candidato a sindaco alle prossime amministrative, dopo aver ringraziato con un manifesto i 707 cittadini che hanno scelto di votare la coalizione guidata da Mario Monti (di cui solo 120 hanno optato direttamente per il partito di Casini) analizza con una nota i risultati del voto espresso dai cittadini di Pollena Trocchia per queste elezioni politiche. Riceviamo e pubblichiamo la sua posizione.

“Volutamente mi sono imposto il silenzio per l’intera campagna elettorale nazionale – spiega – per lasciare alla sezione la possibilità di scegliere cosa fare in piena autonomia. Hanno deciso di impegnarsi per fare emergere la voglia di serietà e novità che i cittadini chiedono alla classe dirigente sia essa impegnata a governare o ad amministrare la cosa pubblica. Pollena Trocchia è costretta da chi ci amministra da circa 20 anni (sempre gli stessi) ad essere "città dormitorio" per decisa volontà; questo comporta un’enorme difficoltà al confronto e dialogo tra i giovani come tra le imprese. In un momento di profonda difficoltà economica come quello che viviamo è praticamente impossibile trovare la minima disponibilità delle famiglie ad aprirsi a proposte di questa o quella parte politica perché profondamente deluse e che vede il proprio status non compreso. Non è quindi minimamente possibile rapportare i dati politici nazionali con quelli locali e questo, un attento conoscitore ed osservatore delle dinamiche politiche dovrebbe saperlo.
Io non ho parlato in questi giorni e non ho espresso alcuna preferenza perché la mia decisione di impegnarmi in politica ha un unico obiettivo: aiutare la mia cittadina a rialzarsi ed a rompere i decennali schemi clientelari voluti da gente incapace che ha soffocato il più bel territorio dell’area vesuviana, negandogli lo sviluppo e lo splendore che merita.
Il risultato emerso nelle urne dice solo una cosa a livello locale: le aree che operano in contrapposizione al sistema di cui sopra crescono (area 5 stelle e area terzo polo) gli altri calano vistosamente (basta confrontare il flusso delle varie coalizioni dal 2008 ad oggi)”.

Leggi qui l’articolo con i risultati del voto a Pollena Trocchia.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.