Home > Appuntamenti > Taglio del nastro per la 4^ edizione di Agrosud, la fiera dedicata (...)

Taglio del nastro per la 4^ edizione di Agrosud, la fiera dedicata all’agricoltura in corso alla Mostra d’Oltremare di Napoli fino al 3 marzo.

venerdì 1 marzo 2013, di La redazione


Presenti all’inaugurazione il presidente della Commissione Agricoltura della Camera Paolo Russo, consigliere delegato per l’Agricoltura della Regione Campania Daniela Nugnes, il presidente della Mostra d’Oltremare Rea, e il patron Agrosud Salvatore Bonavita.

NAPOLI. Accompagnati nei padiglioni ZootechMed, Silc, AgroEnergy e OrtoMed, il consigliere regionale delegato all’agricoltura e il presidente della Commissione all’Agricoltura della Camera, insieme al presidente della Mostra d’Oltremare Rea, il patron Agrosud Salvatore Bonavita, il dirigente Anasb Angelo Coletta, giornalisti e tecnici del settore hanno preso parte alla giornata inaugurale della fiera.
Daniela Nugnes - “L’agricoltura è l’unico comparto che è cresciuto in Campania, nonostante la crisi così forte. C’è l’attenzione giusta da parte di questo governo regionale. Non si può non tener conto delle eccellenze presenti nel nostro territorio, è un settore che deve essere valorizzato ulteriormente. Abbiamo degli ottimi imprenditori agricoli e le istituzioni devono accompagnarli perché bisogna fare il salto di qualità e puntare sempre più ai mercati nazionali ed internazionali. Ad Agrosud spetta il merito di aver promosso alcune dei nostri fiori all’occhiello e, tra l’altro, con la mostra sulla Bufala Mediterranea si è compiuto un grande sforzo per far comprendere al consumatore il valore di tutta la filiera della mozzarella”.
Il presidente Rea ha affermato che “Il mondo dell’agricoltura interessa la Mostra D’Oltremare e lavoreremo per tutto quello che si può essere di sostegno e di valore aggiunto per la fiera.”
Per Salvatore Bonavita “La prima giornata ha dato riscontri positivi. Il comparto zootecnico conferma il trend positivo e l’area ZootechMed è diventata una piazza imprescindibile per gli incontri tra le maggiori aziende produttive italiane e il mondo zootecnico. Grande coinvolgimento per gli addetti al settore per l’esposizione di capi bufalini per la VII Mostra Nazionale Italiana della Bufala Mediterranea. Il settore ortofrutticolo in esposizione ad AgroSud 2013 è il risultato di una scelta in favore dello sviluppo delle aree produttive campane e centro meridionali, così come lo è quello agro energetico, dove si è consolidata anche la partnership con EnergyMed”.
Nel corso della prima giornata vi è stata una presentazione di livello nazionale. Bayer Cropscience ha pubblicato il volume “Le insalate”, una rassegna completa, dalla produzione alla commercializzazione di tutti i tipi di radicchio e lattughe prodotti in Italia.
Molto seguito anche il convegno relativo alla bufala campana: non solo come fonte di produzione di latte, ma anche come produzione di carne dalle spiccate caratteristiche nutrizionali e organolettiche.
Già da oggi a lavoro per preparare i capi bufalini per la premiazione della 7ª Mostra Nazionale della Bufala Mediterranea Italiana che sarà presentata nel corso della giornata insieme alla 4ª Asta Nazionale, a cura dell’Anasb. Si attendono i risultati del concorso Caciobù.
Sabato è denso il programma di incontri: si parlerà di melannurca campana Igp, della professione del dottore agronomo in mattinata, di sicurezza sul lavoro a cura di Certiquality, di sostenbilità in orticoltura con Bayer Crop Science e anche di software gestionale AIA-ANA-ARA per gli allevatori con la regione Campania.
La fiera sarà aperta solo agli addetti al settore da venerdì a domenica ore 9:00 – 18:30. Info su www.fieraagrosud.it e info@fieraagrosud.it oppure allo (+ 39) 081.2580367 Ufficio Stampa Nadia Maria Nacca (+39) 349 4637967 nadia.nacca@gmail.com

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.