Home > Cultura > "La ferita della violenza": venerdì 8 marzo, il secondo incontro che (...)

"La ferita della violenza": venerdì 8 marzo, il secondo incontro che affronta il tema della violenza contro le donne promosso da Codice Famiglia.

mercoledì 6 marzo 2013, di La redazione


NOLA. Venerdì 8 marzo 2013, alle ore 19:00, presso il Palazzo vescovile di Nola, si svolgerà il secondo dei tre incontri del ciclo “La violenza non è donna” promosso dall’associazione “Codice Famiglia”, in collaborazione con la Diocesi di Nola.
“La ferita della violenza. Diritto e Psicologia: quale interazione?”. Questo il titolo del secondo appuntamento previsto dal ciclo di incontri promosso dall’associazione Codice Famiglia - in collaborazione con l’Ufficio per le Comunicazioni sociali e l’Ufficio per il Progetto Culturale della Diocesi di Nola - per dialogare con il territorio. Tre momenti di confronto fra diritto, psicologia e cultura, sul tragico tema della violenza contro le donne: tre momenti per informare e formare perché nessuna donna possa più sentirsi sola.
All’incontro - che si svolgerà l’8 marzo 2013, alle ore 19:00, presso la Sala dei Medaglioni del Palazzo vescovile di Nola - interverranno: la dott.ssa Anna Lisa Amodeo, docente di Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II e coordinatrice Progetto HERMES, il dott. Giuseppe Bellobuono, psicologo e coordinatore uffici di piano N20 e N21, la dott.ssa Silvana Tarsitano, psicologa giuridica e perito civile e penale del Tribunale di Napoli, l’avv. Carmen Scarpato, corresposabile legale del centro antiviolenza "A.U.R.O.R.A." del Comune di Napoli, la dott.ssa Imma Di Laora, psicologa e socia di Codice Famiglia. Modererà la serata: il dott. Alfonso Lanzieri, referente dell’Ufficio per le Comunicazioni Sociali della Diocesi di Nola.
Gli attori Tina Spampanato, Salvatore Maccaro e Alfredo Lace presenteranno uno stralcio dell’opera teatrale “Filumena Marturano”, di Eduardo De Filippo, e il testo teatrale “Nudi. Le ombre della violenza sulle donne” scritto da Bernardino Bonzani e Monica Morini. Sarà inoltre possibile ammirare alcune opere dell’artista nolana Florinda Mattiello.
“L’identità della violenza. Quando la cultura giustifica l’abuso” il titolo dell’ultimo incontro previsto per il 18 maggio 2013.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.