Home > Sport > Patron Raffaele Piscopo analizza il percorso della Marianna Guerriero (...)

CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B1 FEMMINILE DI PALLAVOLO

Patron Raffaele Piscopo analizza il percorso della Marianna Guerriero Arzano

Il presidente Raffaele Piscopo non nasconde la soddisfazione per la bella prova offerta da Russo e compagne contro il sestetto aversano.

mercoledì 6 marzo 2013


È un momento felice in casa della Marianna Guerriero Arzano, soprattutto dopo che il perentorio 3-0 ai danni della Senesi Aversa ha riportato la formazione bianco blu al secondo posto solitario in classifica, a cinque lunghezze dalla capolista Gricignano.

Il presidente Raffaele Piscopo non nasconde la soddisfazione per la bella prova offerta da Russo e compagne contro il sestetto aversano: “Era importante vincere per riprenderci subito dalla sconfitta di Gela e continuare il nostro cammino, che speriamo ci porterà a raggiungere risultati importanti. In estate abbiamo fatto una scelta, che è anche il nostro vanto: quella di puntare su giocatrici della nostra terra, scelta che si sta rivelando vincente. Probabilmente siamo l’unica squadra in Italia a questi livelli che schiera non solo atlete, ma anche dirigenti, tecnici ed addetti vari nati tutti nella provincia di Napoli e questo dimostra che da queste parti ci sono delle eccellenze. Quando si fanno le cose fatte per bene è possibile ottenere grossi risultati, anche a Napoli”.

Quello della Guerriero Arzano può rappresentare un monito e un esempio anche per le altre formazioni campane, non solo di pallavolo, ma anche di altri sport. L’attenzione di Piscopo è rivolta al basket: “Dire che Arzano ha creato un modello forse è eccessivo, ma potrebbe essere utile seguire il nostro modo di fare per chi sta cercando di riportare la grande pallacanestro a Napoli, una disciplina che nel capoluogo manca molto perché è molto seguita. Speriamo che qualcuno riesca a portare il basket a Napoli al livello che gli compete”.

Il grande volley, invece, potrebbe tornare a due passi da Napoli proprio grazie alla Guerriero Arzano: “In questo momento siamo la squadra che può raggiungere questo obiettivo nel più breve tempo possibile perché siamo la prima squadra napoletana a livello femminile. A livello maschile c’è l’Alma Mater. Sia noi che loro stiamo lavorando molto bene, siamo entrambi ai vertici dei rispettivi gironi, dei rispettivi campionati. Speriamo che a Napoli torni presto anche la pallavolo che conta, anche se la B1 è comunque la terza serie nazionale, non è certamente poca cosa”.

Roberto Esse

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.