Home > Attualità > Pomigliano - Nola. Accoglienza e solidarietà per i rifugiati

Pomigliano - Nola. Accoglienza e solidarietà per i rifugiati

giovedì 7 marzo 2013, di Pino Pane


La Caritas della Diocesi di Nola e l’Amministrazione del Comune di Pomigliano d’Arco, hanno predisposto un’unità di crisi per far fronte al disagio dei cinquanta giovani africani sfuggiti alla guerra civile in Libia, ai quali il Governo, ritenendo terminata l’emergenza, ha sospeso il diritto all’assistenza. Il sindaco, gli assessori e i consiglieri comunali di maggioranza del Comune di Pomigliano, hanno messo a disposizione i propri stipendi per far fronte alle spese di pernottamento. I volontari delle parrocchie prepareranno il pranzo e la cena per i ragazzi africani che raggiungeranno il Centro Caritas "San Paolino" con il furgone della Caritas diocesana. “L’unità di crisi nata per aiutare i rifugiati - ha dichiarato il direttore della Caritas, don Arcangelo Iovino – è la testimonianza di una città solidale. Ringrazio l’Amministrazione Comunale per aver accolto subito l’esigenza di creare un tavolo di coordinamento per non lasciare queste persone nell’abbandono. Abbiamo anche potuto incontrare i giovani volontari che in questi anni hanno costruito intorno ai ragazzi africani un clima familiare. Con i parroci di Pomigliano, impegnati dall’ inizio dell’emergenza nord Africa nella promozione di forme d’integrazione e di sostegno, abbiamo costituito un coordinamento permanente che assicura il monitoraggio costante della situazione”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.