Home > Cronaca > Sant’Anastasia - Due anziane rischiano la vita per il cattivo funzionamento (...)

Sant’Anastasia - Due anziane rischiano la vita per il cattivo funzionamento della stufa

mercoledì 6 marzo 2013, di Pino Pane


Momenti di panico a Sant’Anastasia, nel vesuviano, dove una bombola di gas che alimentava una stufa, con cui due anziane sorelle di 82 e 77 anni si stavano scaldando, ha preso fuoco, probabilmente per un guasto allo stesso impianto di riscaldamento. “Un altro intervento brillante dei carabinieri di della locale stazione. Sono arrivati tempestivamente e ci hanno rassicurato e curato evacuando anche lo stabile, perché la stufa a gas si è incendiata ed il pericolo di scoppio era più che probabile. Noi siamo riuscite a buttarla in giardino ma era tutta avvolta dalle fiamme. I Carabinieri meritano un riconoscimento da parte delle istituzioni, come pure i due pompieri”. E’ con queste parole di Rosa e Franca M., residenti in via A. D’Auria/Corso Umberto I°, dichiarano le anziane signore: “ La paura è stata tanta, siamo state fortunate”. Le due anziane ottantenni hanno acceso come al solito la stufa in cucina, ma dopo poco si sono sviluppate alte fiamme, che pur intimorendo le anziane donne non hanno fatto perdere loro la prontezza di spirito e la stufa l’hanno portata in giardino. Una madre di due piccoli ha chiamato subito i carabinieri ed un pompiere di cui ricordava il nome. Ed i carabinieri, comandati dal M.llo della locale stazione Francesco Rosario Russo, sono intervenuti subito. Hanno provveduto a mettere al sicuro tutti gli abitanti del posto e si sono presi cura delle due anziane donne, in stato di choc, riscendo a tranquillizzarle. Sono poi intervenuti i pompieri Giuseppe e Salvatore Masi, uno in forze al distaccamento di Ponticelli e l’altro a quello di Nola, seppur non in servizio, e sono riusciti a spegnere l’incendio e la bombola di gas. L’intervento successivo di una squadra dei Vigili del Fuoco di Nola ha fatto il resto. “Non sapevamo cosa fare, è la prima volta – dicono le sorelle M. - che ci capita di vivere una cosa del genere e possiamo dire che quando si pensa anche ai bambini il pensiero va esclusivamente a loro. E’ una sensazione terribile, che ti inchioda. Abbiamo pensato solo ad allontanare la stufa dalla casa, a chiamare aiuto e ad allertare i carabinieri e i pompieri. Il loro intervento è stato davvero provvidenziale e professionale. Sono stati meravigliosi tutti”. I carabinieri, accertato il cessato pericolo, hanno consentito ai residenti dei palazzi della zona di rientrare nelle proprie abitazioni.“Convocherò domattina il Comandante della Stazione dei Carabinieri – dice il Sindaco Carmine Esposito – per congratularmi di questi tre interventi in pochi giorni. Bisogna raccomandare ai cittadini di stare attenti alla vita domestica, ma va sottolineato che si sente la presenza sul territorio dei nostri carabinieri ed il merito va soprattutto al M.llo Russo”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.