Home > Attualità > Il fatto > Tifo ignorante, i media vesuviani chiamano Quagliarella

Tifo ignorante, i media vesuviani chiamano Quagliarella

sabato 9 marzo 2013, di Gabriella Bellini


I direttori e i cronisti delle testate giornalistiche vesuviane lanciano un appello a Fabio Quagliarella, vesuviano di Castellammare di Stabia e attaccante in forza alla Juventus. Sotto il Vesuvio c’è sempre più indignazione per i cori intonati periodicamente da parte dei supporters bianconeri che offendono il popolo vesuviano e inneggiano all’eruzione del vulcano partenopeo. “O Vesuvio lavali col fuoco” sta diventando un tormentone intollerabile per la comunità che vive ai piedi del Vesuvio, peraltro nel terrore che la natura possa scatenarsi da un momento determinando una delle più immani tragedie dell’era moderna.
La comunità vesuviana ce lo chiede, i nostri lettori ce lo chiedono: Fermiamo quei razzisti e vigliacchi. E noi ci accingiamo a divenire cassa di risonanza, a svolgere cioè nel pieno il nostro lavoro di comunicazione, servendoci appunto delle testate locali che rappresentiamo e per le quali lavoriamo per un riscatto morale al cospetto dell’ignoranza di teppisti travestiti da tifosi. Registriamo in modo sofferto la presenza tra i beniamini di questi pseudo tifosi di Fabio Quagliarella, un vesuviano prestigioso, e chiediamo proprio a Quagliarella di intervenire con un gesto tanto dignitoso quanto provvidenziale: invochiamo l’abbandono del campo del campione vesuviano qualora la tifoseria bianconera dovesse ancora intonare quei cori. Riteniamo l’impegno di Quagliarella un deterrente importante contro questo fenomeno e soprattutto un suo interessamento porterebbe alla ribalta nazionale un ragionamento sulla cultura civica da esportare anche negli stadi: basta con i terreni franchi dove gli pseudo tifosi possono permettersi di incitare all’odio razziale come all’aggressione nei confronti degli esponenti delle forze dell’ordine, restando impuniti.
Il popolo vesuviano dice basta ed è giunta l’ora che si faccia qualcosa contro il silenzio della Lega Calcio, della Juventus e delle autorità competenti. Il clima arroventato si potrebbe surriscaldare ancora e ribadiamo l’appello a Quagliarella che si faccia portavoce di un’istanza culturale che viene direttamente dalla comunità attraverso le testate giornalistiche che hanno sede proprio alle falde del Vesuvio.
Amiamo la nostra terra e siamo orgogliosi dei napoletani che emergono distinguendosi per competenze, talento e professionalità. Siamo inguaribili sognatori e per questo riteniamo che Fabio Quagliarella possa regalare a Napoli, al calcio e ai tifosi (quelli veri) una domenica di riscatto culturale a saldo di quelle piene di offese che ci hanno donato in questi mesi pseudo supporters bianconeri.

La Provinciaonline - Somma Vesuviana- Direttore Gabriella Bellini
Il Secolo Nuovo - Cercola - Direttore Gaetano Busiello
Il Paese Futuro - Pomigliano d’Arco - Direttore Anna Paola Bove
Il Mediterraneo News - Pollena Trocchia - Direttore Mary Liguori
Portici Press - Portici - Direttore - Andrea Scala
La Gazzetta di Cercola - Cercola - Direttore Gelsomina Maiello

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.