Home > Attualità > Somma Vesuviana - “Sport e accessibilità per tutti, la valorizzazione (...)

Somma Vesuviana - “Sport e accessibilità per tutti, la valorizzazione dell’esistente”.

venerdì 15 marzo 2013, di Maria Beneduce


Somma Vesuviana. Quattro categorie sportive e tanti giovani con handicap impegnati nel progetto “Sport e accessibilità per tutti, la valorizzazione dell’esistente”. Il gruppo sportivo A.S.D. Real Vesuviana si è posto da 5 anni la promozione dello sport per disabili attraverso attività agonistiche del CIP (Comitato Italiano Paraolimpico) e attività amatoriali legate a varie discipline.
L’Associazione organizza inoltre attività culturali, e svolge un’opera di sensibilizzazione nelle scuole.
Fondato nel 2009, il Gruppo sin dall’inizio ha organizzato corsi, manifestazioni e tornei di diverse discipline. Aggregazione e confronto al centro delle attività sportive quali: tiro con l’arco, goalball, torneo di braccio di ferro, corsi e torneo di show down, oltre ad escursioni guidate sui sentieri naturalistici del Vesuvio. Il progetto ha l’intento di potenziare la pratica sportiva, attraverso aree d’intervento specifiche quali corsi per diversamente abili; la conoscenza dello sport; incontri settimanali con attività di multi- sport con gruppi di disabili. “Questo è un bel giorno e siamo soddisfatti - dice Carmine Mellone, presidente del comitato paraolimpico campano - di vedere l’impegno di tutti nel portare avanti le attività sportive per i disabili in territori difficili come quello vesuviano”. A sostegno delle attività, associazioni, Enti, Federazioni e Tecnici in attività sportive. Un motore, quello azionato dalla Real Vesuviana, diretto a sostenere e stimolare i portatori di handicap con disabilità fisica, psichica o sensoriale. “Sono molto soddisfatto di questa progettualità messa in campo dall’ambito territoriale a cui appartiene questo comune” dice Raffaele Allocca, sindaco di Somma Vesuviana. “Coniugare lo sport e la diversa abilità è molto importante per noi, a maggior ragione se si tiene conto del momento difficile vissuto dalle Politiche Sociali regionali e nazionali”. E spiega rammaricato il primo cittadino: “In un momento in cui i tagli ai servizi sociali sono notevoli, sapere che c’è un progetto che nasce rincuora. Questi tagli fanno male anche a noi amministrazioni, che a nostra volta ci troviamo in difficoltà, non potendo offrire quei servizi che quotidianamente ci vengono chiesti dai cittadini per far fronte ai tanti e più diversi disagi sociali con i quali ci troviamo a fare di conto, a partire dalla sfratto, ad arrivare alle articolate problematiche delle disabilità. A tal proposito a breve consolideremo il nuovo assetto di distretto sanitario che ci vede in quello Somma Vesuviana- Marigliano. Parlando di disabilità, ci tengo ad annunciare che in queste ore sono giunti dei fondi per i malati di Sla, per i quali ora stiamo effettuando un censimento dal quale sarà formato un elenco per operare l’assegnazione, anche se mi sento di sottolineare che questo contributo, per chi è portatore di Sla, è molto relativo, difatti loro hanno bisogno di ben altro che di un contributo”. Ritornando al progetto, dice Allocca: “Il nostro plauso va a tutti i promotori di questo ‘nuovo’ progetto, e soprattutto a Giuseppe Fornaro. Voglio dire che per quanto sia di nostra competenza e pertinenza, siamo e saremo sempre vicini al percorso intrapreso”. Sempre in prima fila per far sentire disagi per i diversamente abili, Giuseppe Fornaro, presidente dell’Uci, sezione Sant’Anastasia, e dell’associazione dilettantistica Real Vesuviana, impegnato da sempre a sensibilizzare Enti locali e sovra comunali affinché l’integrazione tra cosi detti normali e disabili sia ‘vera’, affinché la città possa diventare a misura di tutti, e cosi anche per lo sport ora i disabili di tanti territori potranno avere un punto di partenza. “La sfida prende il via da oggi – dice il presidente Real Vesuviana, Giuseppe Fornaro - ed è solo il contributo di tanti, di tutti, che ci fa augurare che abbia un futuro, e che oltre al riscontro con alcune amministrazioni del territorio, anche la Provincia e la Regione possano avere altrettanta sensibilità, perché per guardare lontano occorrono le strutture”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.