Home > Politica > "Un’Amministrazione onesta e competente può cambiare Somma"

Progetti e programmi della lista "Uniti per la Rinascita" guidata da Luigi Raia

"Un’Amministrazione onesta e competente può cambiare Somma"

mercoledì 5 marzo 2008, di Gabriella Bellini


SOMMA VESUVIANA – Ha anticipato tutti, e mentre i partiti stanno ancora discutendo sulle ipotesi delle alleanze e dei candidati sindaco, lui, Luigi Raia, ha già avviato una campagna d’ascolto in città e dato vita ad un movimento politico: Uniti per la Rinascita. Nel programma stilato emerge soprattutto un interessante progetto legato all’ipotesi di un “marchio” per la città, cioè l’idea di accomunare Somma Vesuviana all’imperatore Ottaviano Augusto.
Prima di spiegare ai lettori nel dettaglio il programma del movimento e le vostre intenzioni, vorrei farle qualche domanda più diretta. Il suo ritorno alla politica attiva ha fatto discutere in città, molti ricordano il suo passato in Forza Italia, la sua amicizia con l’assessore regionale Andrea Cozzolino (Ds, Pd) e l’incarico all’azienda turistica di Capri, come spiega il suo percorso, e oggi dove si colloca?
Mi auguro che la discussione aperta in città circa il mio ritorno alla politica attiva sia letta in termini positivi. Somma vive un momento difficile per cui auspico che in tanti decidano di dare un contributo fattivo alla rinascita sociale, culturale ed economica del nostro paese. Per quanto attiene i miei trascorsi nelle amministrazioni pubbliche ho ricoperto, tra l’altro, la carica di consigliere comunale e poi provinciale e, da ultimo, amministratore dell’azienda turistica di Capri, ritengo di aver sempre dato il massimo, profondendo impegno e passione, e perseguito sempre la cura degli interessi generali. Gli attestati di stima da parte della comunità caprese vanno in questa direzione. Sono e rimango amico dell’assessore Cozzolino come di tanti altri esponenti politici di entrambi gli schieramenti. Oggi intendo impegnarmi con il movimento civico “Uniti per la rinascita”, di cui sono uno dei promotori, per concorrere insieme alle persone di buona volontà ed alle forze democratiche e di progresso presenti in città al varo ed alla successiva attuazione di un grande progetto di “rinascita” per il nostro paese.
Lei è considerato il leader del movimento politico di cui stiamo parlando, è anche in corsa per la carica di sindaco?
Amo profondamente il mio paese e ritengo che per molti di noi sia giunta l’ora di lavorare seriamente per il bene comune. Da parte mia posso assicurare serietà, onestà e competenza. Se le forze politiche della città ritengono che io sia la persona giusta a guidare questo cambiamento non mi tirerò certo indietro. Poi è chiaro che spetta alla nostra gente l’ultima parola.
Prima accennavo all’idea di marketing che lei vorrebbe attuare per la nostra città, può spiegarci cosa intende e in che modo si può creare un flusso turistico in città?
Somma è uno dei pochi paesi del vesuviano ad avere un centro storico medioevale all’interno del perimetro del Parco Nazionale del Vesuvio. A questo va aggiunto che insistono sul territorio siti archeologici di enorme importanza. Il Castello d’Alagno, che potrebbe diventare un centro culturale di rilevante importanza, e la villa Augustea i cui lavori di scavo sono a buon punto. L’idea è proprio quella di associare la città di Somma Vesuviana ad Augusto e promuoverla presso le fiere turistiche nazionali ed internazionali come città di arte e cultura. “Somma città di Augusto” potrebbe essere il nuovo brand per l’avvio di un progetto di rilancio del turismo. E’ evidente che nell’area attorno alla villa vanno creati i servizi necessari modulati secondo i flussi turisti attesi ( parcheggi, aree di sosta, alberghi). Anche la filiera eno-gastronomica, che fa di Somma il primo paese del vesuviano per numero di ristoranti, locali e punti di ritrovo, va valorizzata con la creazione di maggiori servizi a supporto ed un disciplinare che promuova l’uso dei prodotti agricoli locali.
Come mai l’idea di attuare un progetto politico attraverso un movimento civico?
L’idea di costituire un movimento civico muove dalla necessità di coinvolgere quei cittadini di buona volontà che, pur non riconoscendosi apertamente in uno schieramento politico, intendono impegnarsi per una sana gestione della cosa pubblica.
Avete lanciato, nei giorni scorsi, una campagna di ascolto alla città con quali obiettivi lo avete fatto e soprattutto che risultati avete raggiunto? La campagna di ascolto, con circa 1000 questionari compilati, sta a dimostrare che i cittadini di Somma vogliono partecipare ed essere ascoltati. Le risposte disegnano una quadro non certo esaltante circa la “qualità della vita” in città. Da qui la necessità che la futura amministrazione concentri tutte le energie sui temi della sicurezza, legalità, giovani, sviluppo economico, ambiente e partecipazione.
Esaminando nel dettaglio i questionari raccolti cosa vi ha colpito maggiormente?
Un dato secondo me deve far riflettere tutti noi. Circa l’80% dei nostri concittadini ha definito addirittura peggiorata in termini di degrado e vivibilità la situazione a Somma Vesuviana. Questo dimostra che l’insoddisfazione della gente è pressoché totale e che è quanto mai necessaria una inversione di tendenza.
Questo ci riporta all’ultima amministrazione comunale di centrodestra e all’insuccesso ottenuto dalla gestione del sindaco uscente, secondo lei perché Allocca ha fallito?
Perché una cosa è vincere le elezioni ricercando la più ampia aggregazione e dicendo alla gente io farò questo e quello e altra cosa è amministrare la cosa pubblica. Chi si candida alla guida di un paese deve avere ben presente la distinzione tra fare politica ed amministrare.
Volendo essere meno enigmatici, cosa intende dire?
Il politico è colui il quale parla alla gente e con abile oratoria convince della bontà delle sue idee anche se il più delle volte irrealizzabili. L’amministratore è chi invece possiede le conoscenze legislative ed economiche necessarie per poter curare al meglio gli interessi generali. Non si può certo pensare di gestire la cosa pubblica facendo continuo ricorso ai consulenti.
Fatta l’opportuna distinzione tra politico e amministratore, come ritiene che il movimento politico di cui è portavoce possa concorrere alla rinascita della città?
Dobbiamo sgombrare subito il campo dagli equivoci. Il movimento civico “ Uniti per la Rinascita” ha annunciato sin dalla sua costituzione che vuole concorrere ad un progetto di rinascita del paese insieme a tutte le forze democratiche e di progresso che sposano lo stesso obiettivo.
Quindi quando parla di rinascita lei ha già ben chiaro quali sono le cose più urgenti da realizzare
La rinascita del nostro paese passa attraverso una amministrazione civica che metta definitivamente da parte i litigi ed i personalismi e si concentri in primis sulle priorità quali l’emergenza rifiuti, con l’avvio di una efficace ed efficiente raccolta differenziata dei rifiuti e la costruzione dell’isola ecologica, la sicurezza, con una maggiore presenza delle forze dell’ordine, l’istallazione di sistemi di video-sorveglianza, un maggiore senso civico ed il potenziamento della pubblica illuminazione. Fatto ciò bisogna passare ai grandi temi da troppo tempo sul tappeto. E mi riferisco, solo per citarne alcuni, all’approvazione del Piano Urbanistico Comunale che ridisegni una nuova pianificazione della città attraverso la tutela e valorizzazione delle risorse ambientali e culturali, la perimetrazione ed il recupero degli insediamenti abusivi, una adeguata urbanizzazione primaria e secondaria che nelle periferie è ancora carente (fogne, incremento degli spazi verdi, nuovi insediamenti scolastici, più centri di aggregazione sociale,impianti sportivi). Poi ci sono gli strumenti di sviluppo e innovazione come il Piano degli Insediamenti Produttivi, tanto atteso dagli imprenditori locali e dai giovani in attesa di impiego, e lo sviluppo del settore turistico.

Negli ultimi mesi un tema “caldo” della politica sommese sono stati i Piani di insediamento produttivi, voi cosa proponete a riguardo?
E’ semplice. Nelle more dell’approvazione del Piano Urbanistico Comunale, l’Amministrazione dovrà incentivare la formulazione da parte di privati di proposte di Piani Urbanistici Attuativi, con contenuto di piani per gli insediamenti produttivi.
Tale soluzione consentirà una rapida approvazione degli strumenti attuativi, modulati sulle esigenze degli investitori privati, coerentemente con gli obiettivi fissati dall’Amministrazione e concorrerà a garantire lo sviluppo economico in uno alla realizzazione di infrastrutture con oneri a carico dei privati.
Ha parlato anche di opere pubbliche, come intendete realizzarle considerate le poche risorse economiche del Comune?
Fondamentale è il ricorso a forme di partenariato con i privati (quale, ad esempio, la finanza di progetto) nella progettazione, esecuzione e gestione di opere pubbliche e/o di pubblica utilità e per l’erogazione di servizi essenziali. Il modulo della Finanza di Progetto è sicuramente quello più idoneo. Consente un parziale ed in alcuni casi totale esonero di oneri economici a carico dell’Amministrazione, in quanto il soggetto promotore è tenuto ad accollarsi in tutto o in parte i relativi costi di esecuzione. L’Amministrazione, infine, si garantisce l’idoneità tecnica, economica ed organizzativa del soggetto gestore al fine di assicurare il buon funzionamento della opera pubblica. E’ opportuno, pertanto, creare una apposita struttura comunale, attraverso cui informare, supportare, incentivare gli imprenditori sulla redazione di proposte di intervento mediante project financing.
Parlavamo di turismo e di recupero e riguardo il centro storico del Casamale avete dei progetti?
Il borgo del Casamale è una risorsa unica per il nostro paese. Dal borgo antico è nata la città e molti di noi vengono da lì. Oggi è abbandonato a se stesso ed in balia di persone extracomunitarie per lo più irregolari che di notte si abbandonano a schiamazzi senza alcun rispetto per i residenti. Bisogna riportare civiltà e legalità. Il rispetto delle regole di un ordinato vivere civile è il primo passo per una migliore qualità della vita. Per quanto riguarda lo sviluppo economico-sociale del borgo già da tempi non sospetti mi sono battuto per portare al Casamale una facoltà universitaria o anche un solo corso. Bisogna andare nella direzione di uno sviluppo culturale. Il borgo deve rivivere attraverso le idee e le iniziative dei giovani.
Ha dimostrato di avere molte idee che possono essere pienamente condivisibili al di là dello schieramento politico, ma non le pare che il suo programma sia un po’ un libro dei sogni?
Guardi gli strumenti economici e legislativi per poter avviare un processo virtuoso che vada nelle direzioni sopra indicate ci sono. La gente è stanca di assistere inerme al costante declino del nostro paese. Le stesse forze imprenditoriali sane presenti in città sono pronte a concorrere ad un progetto di rinascita. Tutto questo passa però per una amministrazione civica composta da persone oneste e di buona volontà guidate con competenza e serietà.

Messaggi

  • Un uomo dalle idee forti e chiare, l’avv. Raia è l’uomo giusto al momento giusto per risollevare le sorti di somma devastata dalle ultime due amministrazioni di centrosinistra e di centrodestra.
    Antonella M.

  • Se il sig. Franco Mosca è l’esponente della margherita che conosco, si vergogni.
    Sig. Mosca lei è uno dei responsabili dello sfascio del paese e dello sfascio del centrosinistra. State a casa, gli elettori delle primarie vogliono una nuova classe dirigente e gradiscono fortemente gigino raia candidato sindaco.
    Salvatore

  • Questo paese ha bisogno di persone che sono disposte al dialogo, oltre ad essere competenti ed onesti, che siano buone acoltatrici delle esigenze e dei bisogni di un paese ormai alla deriva.
    BASTA con le persone che sanno solo criticare senza costruire. Di politici ed amministratori o pseudo amministratori che sanno solo parlare o di gente come franco mosca ne abbiamo avuti tanti ed il risultato lo abbiamo sotto gli occhi

  • A mio giudizio questa lista capeggiata da Luigi Raia deve riunire le migliori persone della sinistra e della destra, vincere le elezioni e mandare finalmente a casa i vecchi e ignoranti tromboni della politica sommese.
    A Luigi Raia assegno 4 per simpatia e 10 per cultura, esperienza e competenza. Forza che ce la facciamo.

  • Mentre il centrodestra e il centrosinistra si scannano su nomi e attribuzioni dei rispettivi simboli, a pochi giorni dalle elezioni, abbiamo finalmente chi si espone con la propria faccia e le proprie idee. Dalle cose che dice e dalle sue esperienze è evidente che somma ha un buon nome da votare.
    Massimo Allocca

    • Luigi Raia................
      Ma quante belle parole, lui l’uomo del cambiamento.... l’uomo della lealtà...
      lui l’uomo che la politica la sempre e solo usata a scopo personale, prima nelle file di Forza Italia come esponente di prim’ordine provinciale poi addirittura con i democratici di sinistra, si ma attenti a non sbagliare,"era qlk parente" magari ti risponderà.Beh a mio avviso un’esponente del genere rischia di non saper neanke votare la sua lista talmente dalla confusione e dal trasformismo ke ha caratterizzato la sua vita politika, beh io cittadino di somma vesuviana sono inkazzato.... e voglio ke tutti gli elettori sappiano precisamente ki dovranno votare, per non parlare della lista leggo un certo Pasquale Piccolo si si .. respiriamo un aria nuova, che sa molto di muffa.

  • Luigi, tantissime mamme sono con te.
    Rappresenti la speranza di un buon governo e che darai tantissimi calci nel sedere a chi ha portato le scuole di somma nel terzo mondo. Non vogliamo più chi parla e non combina mai niente.
    Vogliamo asili, palestre e parchi gioco per i nostri figli, siamo certe che farai qualcosa per i nostri figli.
    Una mamma sconfortata dai mele, allocca, nocerino, tuorto, cimmino, di sarno ecc ecc.

    • VORREI RISPONDERE ALLA MAMMA O ALLE TANTE MAMME CHE SONO STUFE DEI MOCERINO, CIMMINO, PICCOLO ETC... CHE SI E’ DIMENTICATA O HANNO DIMENTICATO I RAIA.... ANCHE LORO AMMINISTRATORI STORICI DEL NS. PAESE..... MAGARI TORNASSERO I VECCHI POLITICI.... CHE NON HANNO NULLA DA INVIDIARE AI NUOVI... MAGARI LORO QUALCOSA LA FACEVANO OGGI SI ASSITE SOLO A LITIGI PER POI DIVIDERSI LA TORTA... VOLEVO RICORDARE ALLA MAMMA E ALLE MAMME CHE TUTTO QUELLO CHE VEDIAMO REALIZZATO NEL NOSTRO PAESE (SCUOLE, STRADE, ETC..) SONO OPERE PROGETTATE DAI CIMMINO, PICCOLO, AURIEMMA, IN PRIMIS DAL COMM. DE SIERVO CHE NOI TUTTI DOVREMMO AMARE.... MEDITI SIG.RA MAMMA PRIMA DI BUTTAR FUORI NOMI A SPROPOSITO.... AD

  • Le cose che dice e le buone intenzioni che esprime sono un buon avvio.
    Io spero che capeggi il centrosinistra depurato dai soliti noti. Caro luigi raia fai pesare la tua forza elettorale per cacciare via dalle liste quei personaggi che hanno tanti voti ma non hanno mai fatto il bene del paese
    A. S.

  • ECCO COME SIAMO MESSI A LIVELLO LOCALE.

    In questo paese cosa sta accadendo oltre al REGALO delle ECO BALLE?

    Avete visto per caso in questi giorni un manifesto stile NECROLOGICO con su scritto:

    ORA BASTA.

    Ora vi raccondo la favola di quel MANIFESTO. C’era una volta un associazione di PERSONE SERIE senza alcuno scopo per il fine POLITICO ma solo per la CITTADINAZA.
    Aveva costituito un "MOVIMENTO POLITICO" aperto 360° senza alcun vingolo di appartenenza. Solo che poneva dei principi basilari come scritti su quel MANIFESTO da rispettare anche se si venisse VOTATI con la SOVRANITA’ del popolo.
    Senza cadere nell’interesse personale.
    L’associazione si chiama Ar.21 comma UNO. Questo gruppo era intenzionato a creare una LISTA CIVICA di gente comune pensando di trovare altra gente comune.
    Purtroppo incontratosi con gli autori di quel MANIFESTO si scopre che alla FINE in quella lista di SOTTOSCRITTORI, erano presenti RICICLATI POLITICI delle passate edizioni, della FICTION del POTERE in questo PAESE.
    Ossia i vecchi VOLPONI POLITICI di questo PAESE stanno riciclando o cercando VOLTI NUOVI per le LISTE per poter di nuovo DOMINARE nel PALAZZO COMUNALE.
    Ossia scelto l’AGNELLO da sacrificare, lo si fa prendere i suoi voti e poi lo si mette nel CONSIGLIO COMUNALE.
    A questo punto il VOTATO dovrà attenersi ai comandi del VECCHIO VOLPONE POLITICO.
    Quindi il sogno "LIBERTARIO" del votato, dalla FALSA SOVRANITA’ DEL POPOLO svanisce nel nulla.
    Ora cosa è successo che invitati a FIRMARE un protocollo d’intesa nessuno ha avuto il coraggio di PRESENTARSI all’invito.
    Voi vi chiedete perchè?

    Perchè ogni personaggio che grida "ORA BASTA" vuole dire al popolo di questo paese:

    "ORA BASTA CHE MANGIANO LE SOLITE FAMIGLIE VOGLIO MANGIARE ANCH’IO CON UNA NUOVA FAMIGLIA"

    ecco a cosa servono l’elezioni in questo PAESE o NAZIONE.
    Nonostante la nostra COSTITUZIONE RECITA:

    - la sovranità appartiene al popolo

    - il voto è personale ed eguale, libero e segreto
    - il diritto di voto non può essere limitato

    Si continua ancora ad usare il vecchio metodo dei VOLPONI.
    Tutti aspettono il VOLPONE POLITICO PIU’ QUOTATO che tecnica di accaparramento voti usa. A quel punto tutti si accodono, alla faccia della libertà di voto.
    Si sono FATTE e si stanno facendo ancora RIUNIONI per APPARENTAMENTI. Ma ancora non abbiamo capito che facendo POLITICA IN QUESTO MODO in questo PAESE resta tutto invariato.

    DESTRA o SINISTRA di questo passo si crea il CLUB DEL FAVORITISMO. Ossia fatta la LISTA è MISCHIATI i nomi PILOTATI in essa non si fa altro che favorire poi il candidato più quotato.
    I resti rimangono TROBATI, come quelli del MANIFESTO.
    Ecco poi veder nascere in questa BORGIA POLITICA LOCALI tante liste civiche.
    Anzi visto che questo BENEDETTO o MALEDETTO simbolo del PDL(Partito Delle Poche Libertà.
    Ancora non va assegnato a qualche NOTO PERSONAGGIO LOCALE con una NOTA FAMIGLIA ALLE SPALLE.
    Quindi la POLITICA locale si è trasformata in una zona franca o economicamente parlando in una sede BORSISTICA.
    Si aspetta il mercato locale come piazza il suo PACCHETTO AZIONARIO VOTI.
    Il più quotato dipende dal SINDACO, quindi da li si parte,per poi riequilibrare la CAMPAGNA ELETTORALE.
    Ma non si dimentichi che alla FINE DELLA CAMPAGNA ci ritroviamo con i famosi SPECULATORI di MERCATO VOTI.
    Li si usa come ultima CHANCE per infettare la quotazione degli ultimi minuti prima di andare a VOTARE.
    E così è sempre stato e così resterà.

    W LA COSTITUZIONE ITALIANA W LA SOVRANITA’ DEL POPOLO.

    La politica è l’arte di evitare che la gente si occupi delle cose che la interessano.
    Paul Valéry

    La scorrettezza politica dell’onestà intellettuale
    www.reatommaso.it

    Vedi on line : http://www.reatommaso.it

  • La bocca fa 90 nella tombola napoletana!
    Amo il mio paese e ritengo che per molti di noi sia giunta l’ora di non votare più,perchè si conosce.
    Bisogna lavorare TUTTI INSIEME.
    Chi si candida alla guida di un paese deve pensare al BENE COMUNE,non ai propri interessi.
    FACCIAMOCI L’ESAME DI COSCIENZA,una volta tanto!

  • Ormai tutti vogliono un paese vivibile,purtroppo a SOMMA VESUVIANA non e’ possibile in quanto tutti quelli che vanno la’ sopra (AL COMUNE) sono tutti (MANGIONI)ossia arraffano tutto quello che si puo arraffare e mettono in saccoccia.Io penso che un VERO SINDACO CON UNA VERA AMMINISTRAZIONE A SOMMA DEBBA ANCORA NASCERE.
    SALUTI.....
    Dimenticavo (per LUIGI RAIA,se vuoi essere una persona seria,come lo sei sempre stato non mischiarti in queste porcherie,anzi se veramente vuoi diventare il PRIMO CITTADINO guardati allo specchio e cerca di pensare ai seri problemi che stanno portando SOMMA ALLA ROVINA...
    IN BOCCA AL LUPO.........

  • Caro avv.RAIA ma che bella faccia tosta il suo programma sembra proprio uno scopiazzamento del programma della lista l’Aurora. Ricordo ancora le interessanti tematiche affrontate dai membri del gruppo l’Aurora (rivalutazione del centro storico, del parco, dei prodotti tipic, della villa augusteasu e delle infrastrutture. Eppure di quel convegno dell’Aurora al quale lei stesso e la sua amata sorellina avete partecipato nella sala s.caterina e’ presente un video su yoy tube. Eravate amici e poi li avete traditi, presi e logorati dalla vostra solita brama di potere mista a manie di egocentrismo. Ormai anche la vostra epoca e’ tramontata e la gente sa bene chisiete e non vi vota.

  • che ridere, ma crisalide invece di infangare l’aurora per chè non si sveglia? all’una di notte legge cose lontane anni luce... . Questo avv. raia scrisse il suo programma elettorale nel 2008 come ben si vede dalla data dell’articolo .. ..allora ?che forse l’aurora abbia scopiazzato??

  • Ma non dica baggianate caro avvocato. I ragazzi dell’Aurora hanno fin troppa stoffa e capacita’ per abbassarsi a copiare un programma logorroico e presuntuoso come lei. I suoi sono propositi condivisi da tutti perche’ fin troppo scontati. L’Aurora sta lavorando a questo progetto da 3 anni voluto dal capostipite Pasquale Piccolo.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.