Home > Cronaca > Sant’Anastasia - Movida scatenata, i residenti reclamano ‘sicurezza’.

Sant’Anastasia - Movida scatenata, i residenti reclamano ‘sicurezza’.

martedì 19 marzo 2013, di Maria Beneduce


Movida anastasiana inquieta, i cittadini invocano “controlli” e lanciano un appello al primo cittadino. I residenti del quartiere “Paparo” chiedono ‘sicurezza’. Si tratta del loro quartiere, una piccola area della cittadina tra quelle residenziali, un quartiere nel quale abitano ed in cui da mesi non trovano ‘pace’. Così rivolgono il loro appello al sindaco, Carmine Esposito: “ Stiamo vivendo una condizione di disagio, provocata dal permanere di alcuni giovani che ogni sera sostano sotto le nostre case facendo quello che gli pare, e trasformando la piazzetta antistante le nostre abitazioni in un ritrovo, dove non si esclude l’utilizzo di stupefacenti, considerato quello che troviamo al mattino”. La piazzetta a cui fanno riferimento è quella posta tra via Raffaele Viviani ed il parco Sant’Antonio, luogo divenuto salotto per giovani allo sballo. “Noi non siamo contro questo gruppo di ragazzi, potremo vivere e condividere tutti questi spazi, ma ci rendiamo conto che non è possibile”, dichiarano alcuni abitanti del rione. E’ la movida notturna del Rione Paparo, a sollevare il malessere dei residenti. L’isola verde è stata costruita, nel rione circa 16 anni fa dal costruttore del parco Sant’Antonio, come bene pubblico, e fu lasciata completa di arredo, panchine e altalene, andate distrutte nel corso degli anni. “La piazzetta, è stata messa a nuovo dall’attuale amministrazione, a seguito di nostre tante segnalazioni, e viene curata e tenuta adeguatamente – sottolinea il gruppo – ma la mattina testimonia quanto si consuma di notte, e questa è una tra le motivazioni che ci spingono a chiedere aiuto e controlli”. Tra le preoccupazioni dei cittadini, spesso canzonati dai frequentatori del ‘salotto’, c’è quella che la movida notturna si appropri dei spazi condivisibili ghettizzando il quartiere. “Recentemente – sottolinea Carmine, residente del quartiere – abbiamo sentito un botto. La mattina abbiamo trovato due auto che erano parcheggiate lungo il viale, tamponate e spostate sul marciapiede”. I giovani frequentatori del salotto pubblico posto alle spalle del parco Sant’Antonio sembra siano soliti prendere di mira con insulti i residenti che scendono di casa e sono costretti a passare di li. “Siamo preoccupati – continua il residente – ci sentiamo blindati in casa. Non si respira per nulla un clima sicuro, e quanto è avvenuto ci inquieta, la zona è diventata un caos, e ciò ci fa presagire che d’estate non potremo scendere di casa con i bambini. “Vogliamo controlli. Siamo stanchi di vedere andare al vento i nostri sforzi di cittadini virtuosi ed onesti”. Una cittadina, quella anastasiana, che nel corso dell’ultimo decennio ha perso i giovani dalle sue strade, giovani che preferiscono trascorrere le loro serate fuori porta. C’è però chi resta, spesso sono minorenni, che la serata la trascorrono con gli amici prima in alcune sale gioco, due sono anche nel quartiere Paparo, per poi intrattenersi in gozzoviglie sino a tarda serata in luoghi tranquilli e rilassanti, come la piazzetta in questione, posta non lontana dal centro e dove le scorribande pare stiano facendo affiorare l’ansia di tanti.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.